A chi giova la violenza? Pdvsa svende

La guerra dei “libertarios” e la violenza nelle manifestazioni. Carta straccia, quasi una liquidazione, un “saldo di fine stagione”. Come altro si potrebbe definire l’operazione realizzata da Pdvsa che ha ceduto i propri titoli con scadenza al 2022 alla Goldman Sachs per l’irrisoria cifra di 865 milioni di dollari quando il loro prezzo nominale era di 2.800 milioni di dollari?

La Costituente “Comunale” del Presidente Maduro

Il capo dello Stato, che giorni fa aveva rivelato che avrebbe sorpreso con un annuncio storico, ha informato che consegnerà al Consiglio Nazionale Elettorale il decreto con il quale convocherà una “Costituente Comunale”. Il ritiro dall’Osa. Repressi con violenza i cortei del Primo Maggio organizzati dall’Opposizione. Il Tavolo dell’Unità assicura che non abbandonerà le piazze

Non allineati, cala il sipario “sin pena ni gloria”. Referendum, la Mud attende

Le prove di dialogo, erroneamente interpretate come una manifestazione di debolezza del Tavolo dell’Unità, dovrebbero assicurare la sopravvivenza del “chavismo” per tutelare l’alternabilità al potere e un equilibrio istituzionale che oggi manca al Paese e che giustifica l’esistenza del Tavolo dell’Unità e la richiesta di un Referendum revocatorio

La sfida del Primo settembre

Per governo e opposizione il primo settembre sarà il giorno dell’esame: si giocano credibilità e futuro. Nei ministeri, nell’holding petrolifera nazionale, nelle imprese dello Stato si respira un clima da inquisizione. Il governo scommette in una ripresa del prezzo del greggio per affrontare la grave crisi

Torna la schiavitù in Venezuela?

Il provvedimento N. 9855, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, autorizza il governo, qualora lo considerasse necessario o una ditta glielo chiedesse, a trasferire operai da un’azienda all’altra senza che né l’operaio né il datore di lavoro possano opporsi. Il Segretario di Stato, cardinale Pietro Parolìn, ha assicurato che il Vaticano non è stato ancora invitato ufficialmente a partecipare ad un tavolo tra Governo e Opposizione. La polemica in seno al Mercosur