Associazione Pugliese di Aragua conclude I Corso d’Italiano

Tra l’allegria del Natale, l’Associazione Pugliese di Aragua ha riunito circa 150 connazionali, in occasione di un brindisi natalizio e di benvenuto al nuovo anno 2005. Contemporaneamente sono stati consegnati i 21 attestati degli alunni che hanno assistito al primo Corso di Lingua Italiana, organizzato dalla Associazione.
Il corso é composto da quattro livelli, iniziato in aprile 2003 e concluso a novembre 2004, finanziato e coordinato dalla stessa Associazione.
La serata si é svolta lo scorso 22 dicembre nella terrazza del piano bar della Casa d’Italia di Maracay. Hanno assistito molte personalitá, tra queste i rappresentanti della Giunta Direttiva e il Presidente della Associazione, Sergio Altomare, che ha ricordato l’importanza dell’insegnamento dell’italiano, per la diffusione della cultura e la lingua italiana in Aragua e in tutto Venezuela.
Il signor Altomare ha informato che la Giunta Direttiva aspira ad organizzare altri corsi di italiano, con data d’inizio nel secondo trimestre 2005, soggetta a variazioni, visto che sono in attesa del contributo della regione.
Inoltre, vogliono aspettare che si svolga la “Prima Conferenza dei Pugliesi nel Mondo”, programmata per il mese di febbraio, tra i giorni 13 e 18, in modo di sapere quali sono i nuovi progetti dell’Associazione Pugliese in Venezuela e in tutto il mondo.
Infatti, la “Prima Conferenza dei Pugliesi nel Mondo”, é un evento che avrá luogo in diverse cittá della Puglia: Lecce, Foggia, Taranto, Brindisi e Bari, dove si riuniranno circa 200 rappresentanti della comunitá pugliese provenienti da tutto il mondo, Europa, Sud América, Australia e Sud Africa.
Saranno anche presenti i componenti del Consiglio Generale dei Pugliesi nel mondo e i Presidenti delle Associazioni e Federazioni Pugliesi registrate nel Albo regionale.
Tra i temi che si tratteranno: enti locali, strutture operative della regione, mondo della cultura-formazione, della produzione scambi e della comunicazione.
Dunque un eccelente opporunitá per far arrivare le proposte dei nostri connazionali sulle strategie per rafforzare la diffusione della lingua e cultura italiana, con un occhio particolare ai contributi necessari per certe iniziative.

Condividi: