Clodosvaldo Russián, señaló que desde el momento en que asumió la Contraloría trabajó en la evaluación de la industria

Contralor aseguró que Pdvsa está sujeta al control fiscal

Pubblicato il 16 maggio 2005 da redazione


El contralor general de la República, Clodosvaldo Russián, después de haber sostenido una reunión con el Vicepresidente de la República, José Vicente Rangel, en el que conversaron sobre la base final del proyecto de decreto de reglamentación de la Ley Orgánica de la Contraloría General de la República y el Sistema Nacional del Control Fiscal. Señaló que Petróleos de Venezuela está sujeta al control fiscal por parte de su despacho. Aseguró que desde el momento en que asumió la Contraloría trabajó en la evaluación de la industria.


«Teníamos una oficina de Contraloría en Pdvsa y la retiramos, nos la trajimos a la Contraloría de la República para que ese control se hiciese sin necesidad de estar en la


empresa», relató.


Lamentó que por «la cultura imperante en Pdvsa durante muchísimos años -sin que eso signifique que ya ha quedado borrada, porque todavía quedan rezagos culturales- en Pdvsa asumían que no era válido el control público sobre ellos».


El contralor sólo se refirió a un caso en el que su despacho haya actuado dentro de Pdvsa, recordando que en el 2001 exigió que rescindiera el contrato con Intesa, «habida cuenta que esa era una asignación a dedo que había hecho el presidente Luis Giusti de Pdvsa».


Señaló que «lamentablemente el Presidente de Pdvsa en ese momento, general Guaicaipuro Lameda, no acató esa orden de la Contraloría y lamentablemente ustedes ven los resultados que tuvo, que continuase Intesa en Pdvsa, ya que fue un brazo fundamental para todo el sabotaje petrolero de diciembre de 2002 y enero y febrero de 2003».


Russián, acotó que luego de las revisiones que haga la Procuraduría General de la República, al proyecto de decreto de reglamentación de la Ley Orgánica de la Contraloría General de la República y el Sistema Nacional del Control Fiscal, el instrumento podría ser aprobado en unas cuatro semanas aproximadamente.


Manifestó que el decreto daría más consistencia al Sistema Nacional de Control Fiscal, pues por mandato de la Constitución Nacional la Contraloría está en la obligación de «auditar a todos los entes que conforman la administración pública o el Estado venezolano».

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

10:54Cinese uccisa in Sardegna: un arresto dopo 4 mesi

(ANSA) - NUORO, 18 AGO - Svolta nelle indagini sull'omicidio di Lu Xia Chan, la commerciante cinese di 37 anni uccisa a coltellate il 10 aprile scorso nel suo negozio a Budoni, sulla costa nord orientale della Sardegna. Una persona, che gli inquirenti ritengono responsabile del delitto, è stata arrestata dai Carabinieri della Compagnia di Siniscola e del Reparto operativo di Nuoro. Una svolta che arriva in seguito ad accurate indagini dei militari che sulla scena del delitto avevano rinvenuto delle tracce ematiche. E' grazie agli esami del Dna sul sangue che si è arrivati all'arresto. La donna, che viveva a Posada, paese poco distante da Budoni, col marito e due figli piccoli, era stata accoltellata dopo le 19 poco prima della chiusura del negozio. L'ipotesi sul movente dell'omicidio fino a oggi è stata quella della rapina.

10:44Incendi: rogo nell’agrigentino, piromani ragazzi 14 anni

(ANSA) - SCIACCA (AGRIGENTO), 18 AGO - Due ragazzi di 14 anni di Sciacca (Ag) sono stati denunciati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei minori di Palermo con l'accusa di incendio doloso. Ai carabinieri hanno confessato di avere dato fuoco a delle sterpaglie nella zona in contrada Isabella, ai piedi del monte San Calogero. Le fiamme si sono poi propagate, interessando ancora una volta il bosco. Un incendio che ieri ha bruciato almeno 5 ettari di macchia mediterranea. Per le operazioni di spegnimento è stato necessario l'intervento di un elicottero dell'esercito. Alcuni testimoni hanno permesso agli investigatori di risalire all'identità dei due ragazzini, che dopo avere appiccato le fiamme sono fuggiti con le loro biciclette tornando nelle loro case.

10:33Barcellona: catalani in lutto, minuto silenzio con il Betis

(ANSA) - ROMA, 18 AGO - "L'FC Barcellona vuole esprimere il suo profondo dolore e il disgusto assoluto per l'attacco terroristico che ha colpito il cuore della nostra città, la Rambla de Barcelona. Il Club desidera inviare il proprio sostegno e pensiero alle vittime, alle loro famiglie e amici, così come alla gente di Barcellona ei suoi visitatori". E' il messaggio che la società blaugrana ha pubblicato sul proprio sito dopo l'attacco di ieri pomeriggio. Tutte le bandiere presso le strutture del club, vi si legge ancora, sono a mezz'asta in segno di rispetto ed i giocatori della Liga, che comincia oggi con i primi due anticipi, indosseranno il lutto al braccio. Domenica sera, prima del calcio d'inizio contro il Betis, il Camp Nou osserverà un minuto di silenzio in memoria delle vittime dell'attentato.

10:12Campione ultratrail nudo su M.Bianco per protesta divieti

(ANSA) - AOSTA, 18 AGO - Per 'protestare' contro le nuove imposizione introdotte per l'ascensione del Monte Bianco dal versante francese, Kilian Jornet Burgada, campione spagnolo di ultratrail (corsa in montagna) e di scialpinismo, si è fatto fotografare nudo sulla cima della montagna. Lo ha comunicato lo stesso Burgada con un post su twitter. Il suo gesto vuole contestare la recente decisione del sindaco di Saint-Gervais, Jean-Marc Peillex, di 'obbligare' tutti gli alpinisti diretti sul tetto delle Alpi dalla via Normale ad avere con sè un'attrezzatura adeguata all'alta quota. Decisione presa dopo l'ennesimo incidente che ha coinvolto un ultratrailer, salito verso la vetta con equipaggiamento leggero e poi disperso. "Se si sale dal versante italiano quindi è legale?" ha scritto Burgada nel tweet. "Che si vergogni", la risposta del primo cittadino sempre via twitter. (ANSA).

09:14Barcellona: si teme per un italiano di Legnano

(ANSA) - ROMA, 18 AGO - Si teme per la vita di un italiano dopo l'attentato che ha colpito Barcellona: si tratta di Bruno Gulotta, residente a Legnano, in Lombardia, che era in vacanza nella città catalana con la moglie e i figli. Gulotta, 35 anni, al momento dell'attacco si trovava sulla Rambla e sarebbe rimasto ucciso dal furgone killer che è piombato sulla folla provocando almeno 13 morti. Al momento tuttavia non ci sono conferme ufficiali della notizia.

08:53Barcellona: ambasciatore a Madrid,3 italiani feriti

(ANSA) - ROMA, 18 AGO - 'All'ambasciata italiana in Spagna risulta finora che tre connazionali sono rimasti feriti nell'attentato a Barcellona'. Lo ha detto a '6 su Radio 1' l'ambasciatore a Madrid Stefano Sannino.

08:15Barcellona: la Rambla riaperta al pubblico

BARCELLONA - La Rambla di Barcellona, colpita a morte da un attentato terroristico ieri, e' stata riaperta al pubblico dopo essere stata completamente ripulita durante la notte. Lo ha constatato un giornalista dell'ANSA. La passeggiata che dal centro conduce al porto della città' rimane pero' chiusa al traffico delle auto. Centinaia di turisti stanno lasciando gli alberghi o gli appartamenti affittati nel centro della citta'.

Archivio Ultima ora