E il genovese salpò per scoprire il mondo


CARACAS.- Non è una data polemica come quella del 12 ottobre – “Scoperta dell’America” per alcuni “Dìa de la Resistencia Indìgena” per altri -. Ma ciò non toglie che in alcune nazioni è stata motivo di celebrazione. Il 3 agosto Cristoforo Colombo, navigatore genovese, salpò da Palos, porto andaluso, senza sapere che avrebbe toccato terra in questo continente.


La storica avventura, che portò alla fusione di due culture ed all’incontro di due mondi, durò più di due mesi.