Il Console Generale Colaceci conclude missione in Venezuela


CARACAS.- Sincere e spontanee manifestazioni di amicizia e stima hanno accompagnato il Console Generale d’Italia in Venezuela, dott. Fabrizio Colaceci alla vigilia della sua partenza definitiva dal Venezuela.


Una missione svolta brillantemente e con buon senso quella del dott. Colaceci, tenendo sempre a cuore le aspettative della nostra collettivitá, cercando di espletare nel migliore dei modi durante circa tre anni, l’alto incarico diplomatico affidatogli, anche se  il periodo che gli é toccato vivere in Venezuela non si puó certo definire dei piú facili, se con la memoria ripercorriamo le tappe trascorse tra gli anni ’80 e fine ’90, quando si viveva a Caracas e in special modo tra gli italiani quí residenti, tra feste e riunioni conviviali, con la sicurezza di un presente spensierato e, magari, anche di un futuro.


Di questi nuovi tempi difficili, il dott. Fabrizio Colaceci ne é stato testimone, districandosi spesso fra problemi che sembravano insolubili, cercando di apportare la sua buona quota di comprensione, sostegno, aiuto disinteressato. Ed é per questo che a salutarlo e ringraziarlo al momento della conclusione del suo mandato é stata organizzata dal dott. Nello Collevecchio consigliere del Comites, una simpatica riunione in suo onore. Nella residenza del dott. Collevecchio, a salutare il Console Generale Colaceci, erano presenti personalitá di spicco della collettivitá italo-venezuelana ed esponenti del nostro associazionismo. Una serata simpatica, tra amici, per accomiatarsi dal dott. Fabrizio.


In seguito, la Giunta Direttiva della Casa d’Italia presieduta da Franco Lualdi, ha voluto riunire ancora tutti gli amici per salutare con affetto il nostro Console. Erano presenti l’ex Presidente della Casa d’Italia, dott. Di Stefano, l’ing. Gaetano Aiello, il nostro Direttore, Gaetano Bafile, l’ing. Antonio Romani, il sign. De Flamineis, l’avv. Giorgio Mazucchelli e tanti altri conosciuti esponenti della collettivitá italiana. Durante la bella manifestazione della Casa d’Italia é stata consegnata quale omaggio “tutto venezuelano” al dott. Colaceci, la stupenda opera di Romulo Gallegos “Doña Barbara”, edizione curata da Enzo Papi  che ne aveva fatto dono della prima copia al compianto Papa Giovanni Paolo II°, in occasione della sua visita in Venezuela.


Il dott. Colaceci, che ha quale prossima destinazione diplomatica la sede del Consolato Italiano a Bruxelles, dove lo ha giá preceduto la sua gentile consorte con le due care figlie, ha voluto ringraziare gentilmente gli amici italiani del Venezuela offrendo loro una simpatica serata presso un noto locale di Caracas, nell’urbanizzazione Las Mercedes.


Al dott. Fabrizio Colaceci, che salutiamo con affetto, auguriamo un felice esito nella sua prossima missione in Belgio.

Condividi: