El miembro del partido Solidaridad, José Luis Farías, calificó el caso como un "verdadero pasticho policial" presentado por Rodríguez

Partidos de oposición rechazan declaraciones del fiscal Rodríguez sobre caso Anderson

Pubblicato il 07 novembre 2005 da 08/11/05


Voceros de distintos partidos políticos de oposición rechazaron ayer las declaraciones del fiscal general de la República, Isaías Rodríguez, respecto a los presuntos autores intelectuales de la muerte del fiscal Danilo Anderson.


El miembro del partido Solidaridad, José Luis Farías, estimó que los anuncios realizados por Rodríguez corresponden a un “plan del Gobierno” por la preocupación que les causa el hecho que los venezolanos tienen la mejor disposición para votar el 4 de diciembre.


Consideró que esta “nueva ola de persecuciones políticas” no va a cesar, y que incluso va a extenderse.


Dijo que el fiscal general Isaías Rodríguez, ha puesto “una vez más su cara, su voz y su temple y nos ha sorprendido con esto”.


Calificó el caso como un “verdadero pasticho policial” presentado por Rodríguez. “Un general, una periodista, el hijo de un cubano anticastrista”, dijo Faría al criticar los recientes anuncios hechos por el fiscal general.


“Esto es una cara de la moneda porque lo primero que nos dieron fue el golpe de las morochas, nos dieron ese resultado y ahora nos vienen con esta persecución (…) Esto se corresponde con el modelo de hacer política que tienen los mafiosos”, expresó.


El partido COPEI, por su parte, consideró que “una vez más” el Ministerio Público es utilizado por el fiscal general para perseguir a la oposición.


Así lo manifestó el secretario general de la organización, César Pérez Vivas, quien manifestó que “nosotros pensamos que el Fiscal General debe separarse de su cargo o renunciar al mismo, para que en Venezuela se pueda conocer la verdad del crimen que segó la vida del fiscal Danilo Anderson”, reseñó una nota de prensa emitida por la tolda verde.


Para Pérez son “poco creíbles” las declaraciones del fiscal Isaías Rodríguez, y “nos merece muy poca confianza un Ministerio Público que ha estado sometido a un proceso de hiperpolitización”.


“No se le puede creer, -agregó el secretario general del partido verde- porque los elementos que ofrece no son para nada convincentes. Qué conexión puede existir entre un general de los más fieles servidores del régimen, un general que es un activista político del Gobierno como el general Escalante que ha desempeñado el cargo de secretario general de Gobierno del estado Táchira, ha sido jefe del comando regional de la Guardia Nacional, con una periodista opositora como Patricia Poleo. Resulta inverosímil el cuento que presenta el Fiscal General de la República”.


MAS: Gobierno busca crear tensión


A juicio del secretario general del MAS, la decisión de “emprender persecuciones y de dar inicio al juicio de Anderson” evidencian la existencia de ciertos “elementos relacionados con las propias dificultades gubernamentales que apela a los mecanismos de la confrontación, de la tensión, de crear un clima de violencia”.


Puchi manifestó que mediante la creación de un estado de tensión y de un clima de violencia, el Gobierno pretende “reactivar” a sus electores, ante un desánimo que estaría experimentando actualmente.


Dijo que eso se evidenciaría en la “pequeña movilización” que realizaron el viernes pasado, mientras el Presidente Hugo Chávez estaba en Mar del Plata, Argentina, para participar en la IV Cumbre de las Américas.


“Esa falta de ánimo quieren reactivarla a través de un mecanismo de tensar la cuerda en el país y eso es evidente como filo político inmediato”, dijo. Asimismo, busca crear un clima de “desmoralización, de persecución entre las fuerzas opositoras, incitándolas a la abstención”

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

17:28Calcio: Pjanic, Roma? Proveremo a batterla

(ANSA) - TORINO, 18 DIC - "Conosco bene la Roma, sa quello che vuole e sta facendo un ottimo campionato, sono una squadra importante di cui si parla poco". Tocca all'ex di turno Miralem Pjanic, protagonista nella bella vittoria di Bologna con un gol su punizione, parlare dei giallorossi, avversario della Juventus nel big match di sabato sera all'Allianz Stadium. La squadra di Di Francesco "ha tanta qualità - spiega il centrocampista bosniaco nell'intervista rilasciata a Jtv e anticipata sul sito ufficiale della società -. Giocheremo in casa nostra, il pubblico sarà importantissimo e proveremo a vincere". Prima, però, c'è un turno di Coppa Italia da superare, con i bianconeri impegnati mercoledì contro il Genoa. "Vogliamo farla nostra, il mister ce l'ha ripetuto anche oggi, puntiamo a vincere tutto - dice Pjanic -. Non sarà una partita semplice, ma da vincere assolutamente".

17:23Calcio: Milan, annullata cena di Natale

(ANSA) - MILANO, 18 DIC - All'indomani della figuraccia di Verona è stata annullata la cena di Natale del Milan, prevista per questa sera fra la squadra e la dirigenza. Non sono ancora chiari i motivi di questo cambio di programma.

17:18F1: Marchionne, se Circus diventa formula Nascar andiamo via

(ANSA) - MARANELLO (MODENA), 18 DIC - "Se le macchine diventano tutte uguali, modello Nascar, se le piste sono tutte noiose come quella di Abu Dhabi, se prima di discutere argomenti più importanti come la libertà di disegnare una macchina, si pensa di togliere le donne dalla griglia di partenza come ha detto Ross Brawn alla Bbc, il bello è che la Ferrari ci mette un minuto ad andarsene". Lo ha ribadito il presidente e ad di Ferrari, Sergio Marchionne, nel pranzo per lo scambio degli auguri di Natale con la stampa specializzata.

17:15Coniugi uccisi a Viterbo: figlio resta in carcere

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - Convalida del fermo e emissione di un ordine di carcerazione per Ermanno Fieno, figlio di Rosa Franceschini, 79 anni, e Gianfranco Fieno, 83, trovati morti a Viterbo la settimana scorsa rinchiusi in sacchi di plastica. Lo ha deciso il gip di Imperia in quanto l'uomo era stato fermato a Ventimiglia, mentre era in procinto di lasciare l'Italia. Oggi Fieno si è avvalso della facoltà di non rispondere anche al gip, dopo aver fatto lo stesso sabato scorso col pm di Viterbo. Il gip si è poi dichiarato incompetente a procedere nei confronti dell'uomo accusato almeno dell'omicidio della madre (il padre potrebbe essere morto per cause naturali, attesa per esiti autopsia), e trasferito gli atti nel capoluogo della Tuscia. Qui la procura, guidata da Paolo Auriemma, dovrà procedere con una nuova richiesta di arresto. Alla base dell'omicidio della madre ci sarebbe stata una lite legata al proposito dell'uomo, difeso dagli avvocati Valentini e De Santis, di continuare a usufruire della pensione del padre.

17:13Gb: base Raf in ‘lockdown’

(ANSA) - LONDRA, 18 DIC - La base della Raf di Mildenhall, nel Suffolk, che ospita anche gli aerei dell'aviazione militare Usa, è in 'lockdown' dopo che un uomo a bordo di un'auto avrebbe cercato di forzarne l'ingresso. Ne dà notizia Sky News, secondo cui sarebbe stato compiuto un arresto.

17:10Gb: ecco la foto Natale di William e Kate coi figli

(ANSA) - LONDRA, 18 DIC - I duchi di Cambridge scelgono il colore azzurro per la foto ufficiale di questo Natale. William e Kate coi figli George e Charlotte sono stati immortalati per le festività dal fotografo reale Chris Jackson e tutti hanno indossato abiti di tonalità simili. L'immagine, che appare sui biglietti di auguri della famiglia, viene diffusa nello stesso giorno in cui Kensington Palace annuncia che la piccola Charlotte, due anni, a partire da gennaio frequenterà l'asilo: si tratta della prestigiosa, e costosa, Willcocks Nursery School, che si trova vicino alla residenza londinese dei duchi.

17:00Da Tribunale Napoli ok status rifugiato a lesbica nigeriana

(ANSA) - NAPOLI, 18 DIC - Il Tribunale di Napoli ha concesso ad una ragazza lesbica di origini nigeriane lo status di rifugiato. La ragazza, rende noto Arcigay Napoli, era scappata dal proprio paese nel 2015 dopo che il padre aveva saputo della sua omosessualità: per evitare il linciaggio e la morte ha attraversato il Niger e la Libia per approdare infine in Italia dove nel 2016 ha inoltrato la domanda di protezione internazionale. La domanda è stata in un primo momento rigettata dalla Commissione territoriale di Crotone che ha considerato, si legge nella nota, "poco credibile il racconto della ragazza, acquisito attraverso una videoregistrazione". A seguito di un ricorso e alla convocazione personale della ragazza, il Tribunale di Napoli ha riconosciuto lo status. "Una decisione molto importante - afferma Mara Biancamano, referente legale dello sportello MigraAntino di Arcigay Napoli - Il giudice ha ritenuto che non esistono parametri oggettivi ai quali si possa ancorare il giudizio sull'orientamento sessuale".

Archivio Ultima ora