Un triste natale

Pubblicato il 12 dicembre 2010 da Mauro Bafile

Non sarà questo un bel Natale. Non lo sarà, almeno, per i nostri connazionali che non potranno usufruire nuovamente delle “Polizze-Rescarven”. La notizia, resa nota in questi giorni dal Consolato Generale d’Italia, è arrivata come una doccia fredda. Si legge nel comunicato affidato alle pagine del nostro Giornale che il contratto stipulato tra il Consolato Generale d’Italia e la compagnia Rescarven , “per la copertura di 800 connazionali scade il 31.12.2010. In considerazione dei tagli di bilancio intervenuti, il Ministero degli Esteri, purtroppo, ha dovuto decidere di soprassedere al rinnovo della citata polizza”. In altre parole, i nostri connazionali, quelli che non hanno avuto fortuna dopo una vita di lavoro e che fino a ieri potevano almeno fare affidamento nella “Polizza-Rescarven”, oggi si trovano di nuovo indifesi, esposti. Soli. Certo, il Consolato cercherà di assisterli. Ma, ci chiediamo, potrà con tutti? Non dimentichiamo che difetterà delle risorse necessarie. La buona volontà è indispensabile, ma non sempre sufficiente.

Da quando il governo italiano ha deciso di decurtare drasticamente il capitolo di spese destinato a noi, cittadini italiani all’estero, si sapeva che nulla sarebbe stato lo stesso. Non ci si attendeva, comunque, una decisione così draconiana. Un provvedimento, a nostro avviso, preso senza pesarne sufficientemente le conseguenze; senza fermarsi a considerare come avrebbe inciso nella vita di tanti connazionali. Chiaramente, si aveva la certezza che si sarebbe operata una ulteriore riduzione nel numero degli assicurati, forse anche nella già pauperrima copertura dell’assicurazione. Nessuno, però, considerava possibile potesse chiudersi così tristemente il capitolo che si aprì con tanto ottimismo e speranza grazie all’iniziativa dell’on. Bafile, che trovò terreno fertile nel governo Prodi e recettività nell’allora sottosegretario agli Esteri con delega per gli italiani nel mondo, sen. Danieli.

Così, mentre in Italia si assiste al triste spettacolo del “supermarket della politica” e a quello che Massimo Giannini su “Repubblica” ha definito il “collasso dell’etica”, da noi c’è chi pensa al proprio futuro con amarezza e preoccupazione. E trascorrerà questo Natale in un clima di sconforto e angoscia. In Venezuela, si sa, le medicine costano tanto. E il loro incremento esponenziale avviene di giorno in giorno. Gli ospedali pubblici, poi, funzionano poco e male. Non è un problema di “malasanità” ma di risorse insufficienti e di carenza di manutenzione adeguata ed opportuna. In altre parole, chi non ha un’assicurazione che gli permetta di pagare una clinica privata corre, oggi, il serio rischio di morire. Ecco, questa è la realtà che si apre, con tutta la sua drammatica crudezza, ai nostri connazionali meno fortunati.

Ed allora, una volta ancora, non resta che appellarsi alla generosità della nostra Collettività e, soprattutto, ai suoi migliori sentimenti di solidarietà; quei sentimenti che sempre l’hanno accompagnata nelle emergenze, nei momenti di grande necessità. Tocca oggi alle nostre associazioni trovare soluzioni che assicurino ai pionieri tranquillità, nell’autunno della loro vita. Anzi, sorprende che non lo abbiano già fatto. Insomma, che non si siano già riunite ed abbiano esaminato assieme proposte e strategie. Dopotutto, i nostri rappresentanti eletti – non quelli che siedono negli scranni del Parlamento italiano – erano già a conoscenza del provvedimento. Il Console Generale Giovanni Davoli li aveva opportunamente informati, forse nella speranza di iniziative che potessero persuadere, in Italia, dell’inadeguatezza del provvedimento. Purtroppo, nulla è stato fatto; tantomeno sono state messe al corrente della drammatica realtà le nostre associazioni. Ora è inutile piangere sul latte versato, rammaricarsi di ciò che si poteva fare e non è stato fatto. E’ invece necessario voltare pagine e far fronte alle nuove circostanze.

E’ il momento di reagire, di inventarsi soluzioni. Non sarà facile. Ma abbiamo già qualche esempio. E’ il caso dell’associazione regionale siciliana Ars e della Fondazione Abruzzo Solidale. Entrambe hanno saputo sensibilizzare opportunamente i governi regionali. E così, grazie ai fondi elargiti dalle rispettive regioni, la prima ha già assegnato polizze a 11 connazionali e assicurato medicine ad altri 26; l’altra, si appresta al censimento dei corregionali meno fortunati così da provvedere in futuro all’assistenza dei loro bisogni. Anche l’Associazione Campani del Venezuela ci ha messo del suo con la creazione di un Ambulatorio presso la propria sede. Sono solo alcuni esempi di quanto si può fare quando si sente veramente il peso delle proprie responsabilità e quando si opera disinteressatamente a favore della nostra Comunità.

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

01:05Calcio: Roma, Di Francesco “vittoria sofferta ma importante”

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - "Questa gara era importante, avevo dato un segnale, e l'abbiamo vinta soffrendo. Si parla sempre degli episodi, che sono importantissimi, ma noi avremmo potuto fare gol prima. Abbiamo subito il primo tiro contro dopo 83', abbiamo sempre fatto la gara contro un Cagliari molto organizzato ma noi abbiamo voluto fortemente la vittoria. Ci teniamo stretti questi 3 punti". Lo ha detto l'allenatore della Roma, Eusebio Di Francesco, dopo la vittoria al 94' sui sardi. "Abbiamo concesso pochissimo in difesa, il Cagliari non ci ha permesso di essere aggressivi ma abbiamo avuto una grande supremazia territoriale - ha proseguito -. Dovevamo essere più cinici e cattivi, dobbiamo lavorare ancora di più. Ma io non sono d'accordo sulla prestazione negativa, abbiamo fatto la partita. Abbiamo tirato in porta 20 volte, dovevamo essere più precisi".

01:03Cile: frana per piogge torrenziali, 3 morti e 15 dispersi

(ANSA) - SANTIAGO, 16 DIC - Piogge torrenziali nel sud del Cile hanno causato una frana che ha sommerso un villaggio: almeno tre persone sono morte e altre 15 risultano disperse. Lo riferisce il viceministro dell'Interno Madmud Aleuy, aggiungendo che le vittime sono due donne e un turista non ancora identificato. Le piogge hanno causato l'esondazione di un fiume vicino a una collina franata su 20 delle 200 case del villaggio di Villa Santa Lucia, nella regione meridionale di Los Lagos. La presidente Michelle Bachelet ha riferito su Twitter che i servizi di emergenza stanno lavorando dell'area "per soccorrere le persone colpite". Alcuni feriti sono stati evacuati in elicottero. (ANSA)

01:01Omicidio cestista Nba Lorenzen Wright, arrestata moglie

(ANSA) - WASHINGTON, 16 DIC - Per l'uccisione nel 2010 dell'ex giocatore di basket Nba Lorenzen Wright, la polizia di Memphis ha arrestato l'ex moglie Sherra, 46 anni, e un suo coetaneo, Bill Turner, accusati ora di concorso nell'omicidio. Le forze dell'ordine non hanno reso noto cosa le abbia portate ai due e il movente del delitto, ma la svolta sarebbe stata impressa dal ritrovamento dell'arma usata nell'aggressione, in un lago vicino a Walnut, Mississippi, 75 miglia a est di Memphis. Il corpo di Wright, che allora aveva 34 anni, fu trovato alla periferia della città in stato di decomposizione dieci giorni dopo la sua scomparsa. Aveva diverse ferite d'arma da fuoco. Il cestista aveva giocato nell'Nba per 13 anni in 5 squadre, tra cui quella di Memphis.

00:50Basket: serie A, Sassari-Pistoia 88-81

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - La Dinamo Sassari infila la settima vittoria consecutiva fra Lega A e Champions sconfiggendo 88-81 sul parquet del PalaSerradimigni la The Flexx Pistoia in un anticipo dell'11/a giornata di serie A di basket. Mattatore della serata è la guardia biancoblu' Scott Bamforth che chiude la partita con 26 punti e 6 assist guidando i padroni di casa verso una vittoria per nulla scontata. Sassari sale a 14 punti, Pistoia resta ad 8.

00:49Incendi California, ancora evacuazioni contea S.Barbara

(ANSA) - SANTA BARBARA, 16 DIC - Brucia senza sosta la California, nella contea di Santa Barbara, dove sono state ordinate nuove evacuazioni nella zona di Montecito. Il forte vento spinge le fiamme verso le case dove risiedono alcuni vip, fra i quali la star della tv Oprah Winfrey. Finora Thomas Fire (questo il nome dato all'incendio) ha distrutto oltre 1.000 edifici e oltre 700 case e, secondo le autorità, potrebbe colpire altre 18.000 strutture. Ieri è costato la vita a un vigile del fuoco, morto soffocato dal fumo.

00:26Calcio: serie A, Roma-Cagliari 1-0

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - La Roma soffre ma batte il Cagliari nell'ultimo anticipo del sabato della 17/a giornata di serie A. Dopo la sconfitta dell'Inter e la vittoria del Napoli, la squadra di Di Francesco affianca la Juve a 38 punti, ma ha ancora una partita da recuperare. Poche emozioni nel primo tempo. La Roma, che schierava per la prima volta titolare la coppia Dzeko-Schick, ha gestito il possesso senza riuscire però a creare eccessivi pericoli per Cragno, mentre il Cagliari, impegnato in un ragionato contenimento, ha cercato qualche timida reazione in contropiede. Nella ripresa, la Var concede un rigore ai giallorossi, ma Cragno para il lento tiro di Perotti. Nel recupero, Fazio in mischia insacca. Altra Var, e l'arbitro convalida la rete. I tre punti ormai insperati consentono alla Roma di affiancare la Juve al terzo posto, a quota 38, ma entrambe devono ancora giocare una partita. Il Napoli è primo con 42.

22:40Calcio: Premier, il City senza freni, 16 vittorie di fila

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Sedicesima vittoria di fila in Premier League per il Manchester City, che ha dato una lezione al Tottenham battendolo 4-1 con un crescendo nel finale che solo la rete nel recupero di Eriksen ha reso meno umiliante. Di Gundogan, De Bruyne e Sterling le reti dei Citizens, con l'inglese autore di una doppietta e ora terzo nella classifica marcatori. Alla 17/a giornata, la squadra di Guardiola vanta 14 punti di vantaggio sui cugini dello United, ospite domani del West Bromwich penultimo in classifica, e sul Chelsea, che ha battuto 1-0 il Southampton grazie ad una punizione di Marcos Alonso allo scadere del primo tempo. Vittoria con lo stesso punteggio minimo anche per l'Arsenal sul Newcastle, firmata dal tedesco Ozil. I Gunners occupano ora il quarto posto, a -19 dalla capolista, avendo sorpassato il sorprendente Burnley, che ha pareggiato 0-0 a Brighton. Negli altri incontro del sabato, il Leicester è stato sconfitto 3-0 in casa dal Crystal Palace

Archivio Ultima ora