EMBAJADOR

EEUU: Rechazo a embajador tendrá consecuencias

Pubblicato il 20 dicembre 2010 da redazione

WASHINGTON – La decisión de Venezuela de rechazar al nuevo embajador de Estados Unidos, Larry Palmer, “traerá consecuencias” en las relaciones bilaterales, advirtió este lunes el portavoz del Departamento de Estado, Philip Crowley.

“Le dejamos claro a Venezuela que este tipo de acciones tendría consecuencias”, señaló Crowley en rueda de prensa.

“Hemos estado discutiendo este tema con las autoridades venezolanas por meses. Les hemos advertido que si le retiraban el plácet (a Palmer), tendría un impacto en las relaciones”, dijo Crowley.
El presidente de Venezuela Hugo Chávez afirmó el sábado que no permitirá el ingreso al país del embajador designado por Estados Unidos, Larry Palmer, a quien nuevamente acusó de “irrespetar” a su gobierno.
Chávez se refirió a unas respuestas de Palmer a un cuestionario durante el proceso de ratificación en el Senado, en las que aseguró que en Venezuela había presencia de las guerrillas colombianas y que las Fuerzas Armadas tenían influencia cubana y la moral baja.

La decisión de rechazar a Palmer es “irrevocable”, afirmó un comunicado de la Cancillería venezolana el mismo sábado.
Palmer aún debe ser ratificado por el Senado estadounidense.

Ratifican rechazoa Palmer

La República Bolivariana de Venezuela a través del ministerio para Relaciones Exteriores entrega al Gobierno de los Estados Unidos una nota de protesta, en rechazo “a las recientes de declaraciones de voceros del Departamento de Estado sobre Venezuela”.

La misiva fue entregada por el director de Despacho Temir Porras Ponceleón a la Encargada de Negocios de la embajada estadounidense, acreditada en Caracas, Darnall Steuart.
El documento expresa “que en informaciones de prensa, el Senado de los Estados Unidos ‘se encuentra a un paso de confirmar’ la nominación de Larry Palmer como Embajador, designado de ese país en Caracas, pese a las inaceptables declaraciones de Palmer que provocaron la revocatoria del beneplácito de estilo que el Gobierno Bolivariano había otorgado de buena fe”.

La encargada de negocios de Estados Unidos, Darnall Steuart, acudió a la casa Amarilla para una reunión con el vicecanciller de la República. A su salida del encuentro la funcionaria norteamericana lamentó que Venezuela mantenga firme su posición de rechazo a la designación de Larry Palmer como embajador en Caracas.

No obstante, Steuart sostuvo que la administración de Barack Obama, no ha cambiado de parecer, pese a la negativa del Presidente Hugo Chávez.
“Larry Palmer tiene una combinación única de de experiencia, habilidad y sabiduría para representar de manera exitosa, a nuestro país en Caracas, lamentamos la negación del gobierno de Venezuela y el retiro del beneplácito”.

Darnall Steuart además hizo énfasis en la necesidad de mantener los lazos bilaterales entre ambos países, “creemos que es importante mantener las relaciones diplomáticas a nivel de embajadores”, reiteró.

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

17:37Tennis: ranking Nadal saldo al n.1, Fognini 27/o

(ANSA) - ROMA, 20 NOV - Con la conclusione delle Atp Finals diventa praticamente definitiva la classifica del tennis mondiale dove lo spagnolo Rafa Nadal è saldamente al comando, per la quattordicesima settimana, e chiude l'anno con 1.040 punti di vantaggio sullo svizzero Roger Federer. Sul gradino più basso del podio mondiale irrompe il bulgaro Grigor Dimitrov, vincitore a Londra che si regala il best ranking superando in un colpo il tedesco Alexander Zverev, l'austriaco Dominic Thiem e il croato Marin Cilic. Best ranking anche per il finalista del Masters, il belga David Goffin, che sale in settima posizione, e per lo statunitense Jack Sock, che grazie alla semifinale londinese si va ad accomodare sulla poltrona numero otto. Fabio Fognini si conferma numero uno azzurro: il 30enne ligure è stabile al numero 27, così come Paolo Lorenzi in 43/a posizione e Thomas Fabbiano al 73/o posto. Risale di un paio di gradini invece Andreas Seppi, ora al n. 87. Fa un passo avanti anche Marco Cecchinato, numero 110.

17:37Ex generale suicida: don Maurizio, eri esempio rettitudine

(ANSA) - SULMONA (L'AQUILA), 20 NOV - "Siamo in tanti perché eri un esempio di rettitudine e amore per la natura: qui c'è tutta Sulmona che vuole manifestarti affetto e riconoscenza". E' un passaggio dell'omelia di don Maurizio Nannarone, che nella chiesa di Santa Maria della Tomba a Sulmona, ha celebrato i funerali di Guido Conti, l'ex generale dei carabinieri forestali che si è tolto la vita venerdì scorso nelle campagne di Pacentro (L'Aquila). Tra i banchi della chiesa i vertici dei carabinieri con in testa il comandante della Ogaden, Giovanni Nistri, l'ex procuratore capo dell'Aquila, Fausto Cardella, il capo della Procura di Sulmona, Giuseppe Bellelli, il suo collega di Vasto, Giampiero Di Florio, il presidente del Consiglio regionale, Giuseppe Di Pangrazio, il presidente del Tribunale di Sulmona, Giorgio Di Benedetto, la senatrice Paola Pelino, l'ex presidente del Consiglio regionale, Nazario Pagano, l'attuale questore di Pescara, Francesco Misiti, e il suo predecessore, Paolo Passamonti. Alle esequie anche l'ex comandante provinciale dei Cc di Pescara, Paolo Piccinelli, che con Conti ha condiviso un periodo in Umbria. (ANSA).

17:33Afghanistan: 18 miliziani Isis uccisi in provincia Nangarhar

(ANSA) - NEW DELHI, 20 NOV - Almeno 20 militanti dell'Isis sono stati uccisi durante due operazioni aeree e terrestri in due distretti della provincia orientale afghana di Nangarhar. Lo hanno reso noto funzionari locali. Il portavoce del governo provinciale, Attaullah Khogyani, ha precisato che le operazioni militari sono state condotte la scorsa notte nei distretti di Achin, dove 14 militanti sono stati uccisi fra cui un comandante locale di nome Saqib, e di Khogyani (quattro guerriglieri morti). Soprattutto il distretto di Achin è considerato una roccaforte dei seguaci del 'Califfo' Abu Bakr al Baghdadi, ed in esso gli incidenti armati sono pressoché quotidiani.

17:33Migranti: la Libia apre un’indagine sugli abusi

(ANSA) - ROMA, 20 NOV - Il governo libico di unità nazionale ha aperto "un'indagine" sullo "sfruttamento degli immigrati clandestini e lavori forzati in Libia da parte di organizzazioni criminali", resi noti "dai media nei giorni scorsi". Lo riferisce una nota del ministero degli Esteri libico, sottolineando il proprio "disappunto e rifiuto verso queste pratiche disumane, contrarie alla cultura e alla tradizione del popolo libico". "Se tali accuse verranno provate - aggiunge la nota - tutti i soggetti coinvolti saranno puniti e indagati".

17:31Figc: Veltroni, uscire da logica voti

(ANSA) - ROMA, 20 NOV - "Ci sono riforme radicali da affrontare per il calcio, bisogna uscire dalla logica dei voti che accomuna tante federazioni alla politica". Così Walter Veltroni a Sky dopo le dimissioni del presidente della Figc Carlo Tavecchio. "Io in Figc? Il calcio non è il Parlamento, piuttosto che una logica di voti maggioranza-minoranza, servono persone interne al mondo del calcio o una combinazione tra una figura manageriale e persone che hanno giocato e hanno competenze ed esperienza".

17:30Truffa Ssn: sequestrati 7,3 milioni euro a 3 cliniche romane

(ANSA) - ROMA, 20 NOV - Rimborsi per prestazioni di assistenza domiciliare sanitaria e parasanitaria superiori a quelle effettivamente eseguite. E' la truffa ai danni del Ssn che il pm di Roma Alberto Pioletti contesta a quattro amministratori di tre cliniche "Hospice" in carica tra il 2011 ed il 2015. Oggi i carabinieri del Nas hanno sequestrato sette milioni e 300 mila euro, per il pm rimborsati indebitamente, dai conti delle case di cura Villa speranza, Fondazione Roma e Sant'Antonio da Padova. Il servizio "Hospice" è offerto dalle cliniche private a malati terminali. Quando non ci sono posti a disposizione l'assistenza sanitaria e parasanitaria si svolge nelle abitazioni dei pazienti. L'inchiesta ha preso le mosse dall'esposto di un medico di una delle tre cliniche.

17:29Donna morta accoltellata in casa nel Bolognese

(ANSA) - BOLOGNA, 20 NOV - Una donna sui 60 anni è stata trovata morta accoltellata in una villetta a Budrio, nel Bolognese. Il Pm di turno Stefano Orsi e i Carabinieri sono sul posto. Avrebbe almeno due ferite, di cui una nella schiena. Nella casa non ci sono apparentemente segni di colluttazione. Indagini sono in corso. La casa dove è stato trovato il cadavere, a quanto si apprende da familiari, è in aperta campagna. La frazione è Armarolo di Budrio, via Luzzo. Indagano i Carabinieri della Compagnia di Molinella. (ANSA).

Archivio Ultima ora