Caso Battisti, Frattini a Rousseff: «Riconsideri la decisione di Lula»

ROMA – All’indomani dello stop di Lula all’estradizione dell’ex terrorista rosso Cesare Battisti in Italia il ministro degli Esteri Franco Frattini ha scritto al neopresidente brasiliano Dilma Rousseff. Nella lettera il responsabile della Farnesina ha espresso l’auspicio che il successore di Lula, possa rivedere la decisione assunta allo scadere del mandato dal suo predecessore.


Secondo quanto trapelato da fonti diplomatiche la lettera con l’invito a riconsiderare la decisione presa, che ha scatenato una bufera diplomatica tra Italia e Brasile, con tanto di richiamo dell’ambasciatore Gherardo La Francesca da Brasilia «Tornerà a Roma per consultazion», hanno fatto sapere dal Mae), è stata recapitata a Luis Nogueira, attuale segretario generale del ministero degli Esteri del paese sudamericano.


Nella lettera viene confermata l’intenzione del governo italiano di perlustrare tutte le possibili vie legali per arrivare all’estradizione in Italia di Cesare Battisti.


La lettera è stata consegnato proprio nel nel giorno dell’insediamento di Roussef, cerimonia cui ha partecipato anche l’ambasciatore italiano in Brasile, La Francesca, che come previsto rientrerà domani a Roma.

Condividi: