La visita della presidente della Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo

CARACAS – È in Venezuela da mercoledì per conoscere la collettività la presidente della Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo, Silvia Bartolini. Appena arrivata dall’Italia si è recata innanzitutto a Barquisimeto e poi a Valencia e domani farà tappa a Caracas dove si fermerà fino a lunedì.

Domenica 27 si terrà un brindisi di benvenuto in omaggio all’ex consigliera comunale di Bologna Bartolini presso il Centro italo venezolano dalle 12 alle 14. Per la mattinata dello stesso giorno, l’associazione Emiliano romagnoli di Caracas ha organizzato un’escursione alla casa di riposo Villa Pompei a San Antonio de los Altos. In quell’occasione, nell’ambito delle celebrazioni per i 150 anni dell’unità d’Italia, sarà apposta una targa commemorativa sulla statua di bronzo che nel 1994 era stata donata dai fondatori dell’associazione all’istituzione. In seguito si svolgerà una messa cantata e il coro ‘Clave de sol’ invitato all’evento dall’associazione intonerà ‘Va pensiero’ di Giuseppe Verdi.

Lunedì si svolgerà un altro brindisi in onore della prima presidente della Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo ed ex assessore di Bologna Bartolini presso la Casa d’Italia di Caracas (av. La Industria, San Bernardino) dalle 11 alle 13 a cui è invitata la collettività.

La presidente dell’organizzazione Marisa Vannini non manca di ricordare che l’associazione degli emiliani non è stata attiva per dieci anni e invita gli italiani originari di quella regione ad iscriversi gratuitamente (marisavannini@gmail.com).

B.M.E.