MAGGIORANZA

Premier ridisegna il Pdl, ad Alfano pieni poteri

Pubblicato il 01 giugno 2011 da redazione

ROMA – Angelino Alfano sarà il nuovo segretario politico nazionale del Popolo delle Libertà, avrà la guida del partito e si dovrà per questo dimettere da ministro della Giustizia.

I tre coordinatori restano nell’organigramma del partito ed anche se i loro poteri saranno trasferiti al segretario, otterranno indietro delle deleghe settoriali, in base alle quali ciascuno avrà un’area di competenza. E’ questo l’esito dell’Ufficio di presidenza del partito, convocato da Silvio Berlusconi a palazzo Grazioli per rilanciare l’immagine e le sorti della forza politica nata dalla fusione fra Fi e An ed uscita stordita dai ballottaggi.


– Alfano è giovane, è ben voluto da tutti e saprà rilanciare il Pdl – commenta infatti il Cavaliere che non ha mai fatto mistero di quanta fiducia riponesse nel Guardasigilli. Una soluzione che apparentemente mette d’accordo tutti: il giovane ministro della Giustizia che ha preteso garanzie sul futuro ruolo prima di accettare un incarico che lo costringe a dire addio a via Arenula. La Russa e gli ex An, che pur accettando di essere guidati dall’ex azzurro, mantengono una rappresentanza all’interno del coordinamento. Anche Denis Verdini, che raccontano fosse il meno contento di questa soluzione, alla fine ha accettato visto che resterà l’uomo macchina con la delega sull’organizzazione del partito.


L’analisi della soluzione diverge a seconda dell’interlocutore. C’è chi assicura che Alfano avrà pieni poteri e che ai coordinatori resteranno competenze settoriali (a La Russa la propaganda e gli eventi, a Bondi l’individuazione dei valori e della filosofia del partito e a Verdini, appunto, l’organizzazione). C’è invece chi ritiene che la permanenza del triumvirato rischi alla fine di impedire quella gestione unitaria, di fatto mantenendo una ripartizione del potere all’interno del partito oltre che le quote di ex-azzurri ed ex-aennini. Ciò nonostante le rassicurazioni di Berlusconi, secondo il quale con la decisione di ieri si mette fine al periodo del ‘70-30’. Claudio Scajola lo ha detto nel corso del suo intervento: ha salutato positivamente la decisione su Alfano, ma ha anche sottolineato come adesso si debba dar corpo ad un nuovo progetto politico. E anche altri nel partito, anche se dietro anonimato, paventano una situazione ‘’confusa’’ e di difficile gestione. Inoltre l’Ufficio di Presidenza non chiude definitivamente la partita all’interno del Pdl. Il Consiglio nazionale dovrà formalizzare la nomina, modificando lo statuto. A quel punto, come ha spiegato il Guardasigilli, ci saranno le dimissioni di Alfano che dovrà essere sostituito. Di nomi ne girano molti (da Maurizio Lupi a Elio Vito, passando per un tecnico come Nordio). Un’altra casella da riempire al più presto evitando nuove fibrillazioni, perchè se un po’ tutti, dai giovani quarantenni alla vecchia guardia di Fi e persino gli ex-aennini hanno sostenuto Alfano, in tanti continuano a pensare che la sua nomina potrebbe non bastare.

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

13:41Moscovici, solo auspicio è che governo italiano sia pro-Ue

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - "Siamo sempre stati attenti ai bisogni dell'Italia perché sappiamo che è un grande Paese, un Paese al cuore della zona Euro. Il solo auspicio che ho, sul piano politico, è che il prossimo governo italiano, qualsiasi esso sia, perché sono gli italiani che votano, sia un governo pro-europeo". Così il commissario europeo Pierre Moscovici rispondendo ad una domanda.

13:34Lega: Sollecito, Bongiorno? spero che ce la faccia

(ANSA) - PERUGIA, 18 GEN - "Giulia Bongiorno può dare un contributo importante per una giustizia che dia fiducia": ne è certo Raffaele Sollecito, difeso dalla penalista, ora candidata per la Lega alle prossime elezioni, nel processo per l'omicidio di Meredith Kercher terminato con l'assoluzione dell'ingegnere informatico. Il quale ha commentato con l'ANSA la notizia. "Sono contento della sua candidatura, spero che ce la faccia" ha detto Sollecito parlando dell'avvocato Bongiorno. "Certo - ha aggiunto -, se avrò la possibilità le darò il mio voto". Il giovane parla del legale come di "una persona oculata". "Non prende mai - ha proseguito - decisioni a caso ma le sue azioni sono sempre ponderate. E' una persona corretta - ha concluso Sollecito - che non dà mai adito a sorprese". (ANSA).

13:34Maltempo, l’aeroporto di Amsterdam sospende tutti i voli

(ANSA) - BERLINO, 18 GEN - L'aeroporto Schiphol di Amsterdam ha sospeso oggi tutti i voli e le ferrovie nazionali olandesi hanno bloccato tutti i treni a causa della violenta tempesta che si abbatte in queste ore sul Paese. Lo scalo ha annunciato in un tweet che i voli sono sospesi "fino a nuovo avviso" in seguito al maltempo. La Klm aveva giù annullato oltre 200 voli prima dell'arrivo della tempesta.

13:27Siria: Ong, 110.000 bambini in fuga da Idlib

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - Nelle ultime settimane "oltre 110.000 bambini sono stati costretti ad abbandonare le proprie case a causa dei combattimenti in corso a Idlib, nel nord della Siria, in un nuovo grave movimento di sfollati interni". Lo denuncia Save The Children in un comunicato. "L'escalation dei combattimenti nella parte meridionale di Idlib - su legge nel testo - ha dato luogo a uno dei più gravi spostamenti di massa ai quali si è assistito in Siria dall'inizio del conflitto". Oltre 7.000 persone "in media, si spostano ogni giorno. I bombardamenti hanno portato alla chiusura centinaia di scuole e raso al suolo case e ospedali. Molti hanno trovato rifugio all'aperto, dove sono esposti a temperature gelide, o in edifici abbandonati".

13:22In aula col velo: praticante, sconvolta ma contenta

(ANSA) - BOLOGNA, 18 GEN - "Quando il giudice mi ha detto no ero davvero sconvolta, ma sono contenta di quello che ho fatto". Così Asmae Belfakir, la praticante marocchina di 25 anni, torna sull'episodio di ieri al Tar di Bologna, dove un giudice le ha detto che non poteva stare in aula col velo islamico. Lei si è rifiutata di toglierselo ed è uscita. La ragazza ne ha parlato con l'ANSA al tribunale ordinario di Bologna, dove è arrivata per un'udienza. Si è detta "molto colpita" dai tanti messaggi di solidarietà ricevuti. "Ci sono rimasta molto male, ho partecipato a tante udienze e una cosa del genere non mi era mai successa. Il cartello e la norma affissa sulla porta del giudice da ieri è su tutti i social network e sotto ci sono tanti commenti che dicono che il giudice ha ragione, ma non è così", ha aggiunto. "Le norme - ha spiegato - vanno lette, conosciute e interpretate. Uno prima si informa, legge, studia e poi si discute". Si tratta, ha detto in tribunale a Bologna "di una battaglia giuridica".(ANSA).

13:20Germania: Forsa, dopo accordo governo Spd crolla a 18%

(ANSA) - BERLINO, 18 GEN - Crollano al 18%, stando al sondaggio Forsa, i socialdemocratici tedeschi di Martin Schulz, che si apprestano a votare domenica sull'accordo raggiunto con l'Unione di Angela Merkel, per dire la parola decisiva sulle consultazioni di governo. Stando al rilevamento l'Spd perde ben due punti, rispetto alla settimana scorsa, scivolando sotto la soglia psicologica del 20%. Cdu-Csu sono al 34%.

13:19Tennis: Australia, Giorgi eliminata in tre set da Barty

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - Si ferma al secondo turno il percorso di Camila Giorgi all'Open d'Australia. La marchigiana, unica azzurra ancora in gioco a Melbourne dopo l'immediata uscita di Francesca Schiavone, è stata eliminata dall'australiana Ashlegh Barty che si è imposta in tre set (5-7, 6-4 6-0). Dopo due set di grande equilibrio, Giorgi ha ceduto di schianto nella terza e decisiva partita contro la più giovane e quotata avversaria (è n.17 del ranking Wta, l'italiana la n.66), che peraltro l'aveva battuta anche nei due precedenti incontri, entrambi lo scorso anno.

Archivio Ultima ora