EN EL COMITES

Patronato INAS brindó asistencia a los pensionados en Puerto Ordaz

Pubblicato il 13 giugno 2011 da Zoe D'Eugenio

El Istituto Nazionale Assitenza Sociale, INAS, nuevamente visitó la sede de Oriente ubicada en Puerto Ordaz del Comitato degli Italiani all’estero, COMITES, para atender las necesidades de más de sesenta pensionados italianos, superando el número de personas asistidas en encuentros anteriores.
Los motivos primordiales de la jornada fueron la declaración del impuesto italiano del año 2010 y atender los reclamos cotidianos que poseen los pensionados, sobre todo por el desconcierto de muchos al recibir su pensión en una entidad distinta a la habitual.


Entre los reclamos expresados por la mayoría de los presentes fue el inconveniente para cobrar su pensión. De acuerdo a comunicaciones emitidas por parte del Consulado de Italia en Venezuela, esta medida sólo será por el mes de mayo y deberá efectuarse en Western Unión en vez de Italcambio.


No obstante, los pensionados manifestaron disconformidad en la calidad del servicio, en el pago de sus cheques directamente en bolívares sin previa consulta, el cobro de la comisión con un monto mayor a la de Italcambio y por último, el requerimiento por parte Western Unión de la fe de vida o presencia del beneficiado que en la mayoría de los casos, tienen impedimentos para realizarlo.


La Coordinadora Nacional del patronato INAS, María Teresa Mastromatteo, explicó que la incertidumbre manifestada por el colectivo, se suscita en el pago de la pensión de algunos italianos en los meses de mayo y junio, por lo desconocen si la medida se hará de forma permanente en Western Unión.


Nueva sede


Mastromatteo, anunció la apertura de una sede del Patronato INAS en Puerto Ordaz para el mes de julio, con el objetivo de atender a todos los pensionados de la zona sur del país como lo es Ciudad Guayana, Ciudad Bolívar, Upata, El Pao, El Manteco y de ciudades lejanas como Santa Elena de Uairén, entre otros.


“Lamentablemente las distancias en Venezuela son enormes y es por ello que existe la importancia de tener oficinas en todo el territorio del país, porque no es lo mismo trasladarse de Santa Elena de Uairén a Caracas que hasta Puerto Ordaz”, indicó Mastromatteo.


Italianos de la tercera edad que padecen enfermedades o discapacidades, no pueden transportarse con facilidad, además de aquellos que no poseen vehículos y deben pagar un alto costo en transporte público para poder realizar sus requerimientos. Estas entre otras razones motivaron a integrantes del Patronato INAS a instaurar la nueva sede en Oriente.


Connacionales italianos expresaron alegría por este anuncio y tranquilidad al saber que pueden acercarse a la sede en cualquier instante que deseen sin esperar la realización de las jornadas que constantemente realizan no sólo en Ciudad Guayana sino en todo el país.


La coordinadora de INAS, señaló que Anna María Pacitti será la encargada de asistir a los italianos, quien tiene vasta experiencia por haber desempeñado labores como asistente del Vice Consulado de Puerto Ordaz, por lo que conoce la normativa consular, dominio del idioma italiano, paciencia y carisma para brindar amable atención.


La sede tendrá lugar en el Centro Comercial María Luisa, planta baja, al lado de Mixto’s Restaurant, Frente al Hospital Américo Babó de la Ferrominera y se obtuvo en colaboración de las gestiones del presidente del Comites, José Rosario Puleo, la junta directiva y su secretaria Conchita Cenci.


Veterano agradecido


Quirino Carcerieri de 95 años, es el pensionado con más edad de los presentes en la sede del Comites. Nacido en Roma en abril de 1916, vivió hasta sus 30 años de edad en Pescara y por motivos de trabajo, viajó con una petrolera inglesa a la ciudad de Caracas, adoptando a Venezuela como su segunda patria.
Acompañado de su yerno, Julio César Machado, Carcerieri acudió con gran vitalidad y elegancia a la jornada realizada por el patronato INAS para la declaración de sus impuestos y otras gestiones referentes a su pensión.


Carcerieri y su yerno expresaron su agradecimiento y complacencia por el buen trato y dedicación que las integrantes del patronato y la asistencia de la secretaria del Comites tienen con cada uno de los italianos, que en su mayoría son de la tercera edad y requieren mayor paciencia al momento de ser atendidos.
Una vez más, a través del Comites de Oriente y Patronato INAS, lograron el objetivo de atender y darle una mano al ciudadano italiano, alcanzando la complacencia de los connacionales.

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

18:32Iran: ministro Difesa, abbiamo aumentato precisione missili

(ANSA) - TEHERAN, 23 FEB - L'Iran ha accresciuto notevolmente la precisione dei suoi missili balistici a lungo raggio e non ha fermato il suo programma missilistico dopo le polemiche scaturite dal test del 29 gennaio scorso che ha portato a nuove sanzioni da parte degli Stati Uniti. Lo ha riferito oggi il ministro della Difesa iraniano, Hossein Dehqan. "Abbiamo aumentato la gamma e la precisione dei nostri missili balistici terra-terra a lungo raggio", ha detto Dehqan, aggiungendo che "l'esercito iraniano è riuscito anche ad aumentare la durata di conservazione dei suoi missili fino a 20 anni".

18:29Calcio: Uefa, Ceferin in Figc

(ANSA) - ROMA, 23 FEB - Il presidente dell'Uefa Aleksander Ceferin è nella sede della Federcalcio a Roma. Il massimo rappresentante del calcio europeo è stato ricevuto all'arrivo in via Allegri dal n.1 della Figc Carlo Tavecchio. Previsti incontri con i membri del Consiglio Federale e con il dg Michele Uva, candidato italiano all'Esecutivo Uefa. Al tavolo anche Franco Carraro e il dg della Roma, Umberto Gandini, in veste di vicepresidente dell'Eca. Assente invece il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, rimasto bloccato con la squadra in Portogallo dopo la trasferta di Champions League. Per Ceferin si tratta della seconda presenza in Italia dopo la presentazione del logo di Roma quale sede degli Europei 2020 lo scorso 22 settembre al Foro Italico.

18:26Juncker assicura, non mi dimetterò

(ANSA) - BRUXELLES, 23 FEB - "Non mi dimetterò, porterò a termine il mandato che scade a novembre 2019. Ma questo lo sapevate anche prima". Così il presidente della Commissione europea, Jean Claude Juncker, ha risposto - durante un punto stampa col premier irlandese Enda Kenny - a chi chiedeva chi di loro si sarebbe dimesso prima, visto che anche Kenny è sotto il tiro di una richiesta di dimissioni per il coinvolgimento del governo in una vicenda di pressioni su un poliziotto che rivelò scandali.

18:24Messico a Trump, risponderemo colpo su colpo

(ANSA) - CITTA' DEL MESSICO, 23 FEB - Il governo messicano è convinto che lo scontro con Donald Trump "sarà una battaglia lunga" e, malgrado si mantenga aperto al dialogo e alla conciliazione, è disposto a rispondere colpo su colpo al presidente Usa, se intende lanciare una guerra commerciale con il suo vicino meridionale". Il ministro degli Esteri Luis Videgaray ha sottolineato che "ci stiamo preparando per una battaglia lunga, perché questa crisi non si risolverà in tre giorni", facendo riferimento alla visita ufficiale del segretario di Stato Usa, Rex Tillerson, e del consigliere per la Sicurezza nazionale, John Kelly, a Città del Messico. "Se si va verso una strategia di scontro, con posizioni apertamente divergenti, nessuno potrà dire che il Messico non ha offerto anzitutto la sua mano aperta", ha aggiunto Videgaray, secondo il quale "l'aver sopportato non solo modi poco diplomatici ma apertamente ostili ci conferisce una legittimità importante con alleati potenziali, compreso lo stesso Congresso americano".

18:22Terremoto: Regione Marche ha ordinato 639 casette

(ANSA) - ANCONA, 23 FEB - Sono 639 le soluzioni abitative provvisorie che la Regione Marche ha provveduto ad ordinare: 137 per il Comune di Arquata del Tronto, 72 per Fiastra, 222 per Visso, 100 per Ussita, 76 per Castelsantantangelo sul Nera. Ad Arquata del Tronto, nella frazione di Pescara del Tronto - informa un comunicato della Regione -, sono in corso i lavori di urbanizzazione e di fondazione ed entro la prossima settimana inizierà il montaggio delle casette. Per l'area Borgo è stata aggiudicata la gara relativa alle opere e per la metà della prossima settimana è fissato l'inizio dei lavori di urbanizzazione. Data nella quale la Regione Marche effettuerà le gare per affidare lavori per l'area della frazione di Faete. Mercoledì parte invece la gara per Piedilama e giovedì quella di Pretare. Lavori di urbanizzazione in vista per Visso, Fiastra, Ussita, Castelsantantangelo. Aree definite nei Comuni di San Severino Marche, Amandola, Treia, Bolognola, Camerino, Gualdo, Valfornace, Pievetorina, Muccia, Montegallo, Rotella e altri.

18:22Calcio: Eder, Inter-Roma sfida alla pari

(ANSA) - MILANO, 23 FEB - "La Roma è un avversario molto forte. E' una sfida da 50 e 50 anche se abbiamo il vantaggio di giocare in casa che dovremo sfruttare. In ogni caso, ci faremo trovare pronti": lo dice l'attaccante dell'Inter Eder, intervistato dal canale tematico del club. A San Siro domenica sera sono attesi oltre 60 mila spettatori, con il club che ha messo in vendita anche i tagliandi del terzo anello rosso per soddisfare la richiesta dei tifosi. "Sappiamo che è una gara importante - dice Eder - l'abbiamo fatta diventare tale grazie agli ultimi risultati. Stiamo facendo benissimo, siamo sulla strada giusta, ma davanti hanno un ritmo incredibile". Da temere della Roma, secondo l'attaccante, non sono i singoli ma il gioco di squadra: "Al di là di Dzeko, quello che conta è il gruppo; se la squadra va bene, va bene anche il singolo. Per questo i giallorossi sono forti. Conosco De Rossi perché ho giocato con lui in Nazionale, è un giocatore di personalità come Nainggolan e altri".

18:15Romania: 1.300 i funzionari corrotti

(ANSA) - BUCAREST, 23 FEB - Quasi 1.300 funzionari sono stati rinviati a giudizio lo scorso anno in Romania per reati di corruzione che hanno creato un danno di 260 milioni di euro. Lo ha reso noto oggi il procuratore capo anticorruzione, Laura Kovesi Codruta. In particolare, ha detto, tra i casi di alto livello presi di mira dall'agenzia anti-corruzione ci sono tre ministri, 17 parlamentari, 16 magistrati e 20 dirigenti di aziende statali. Il mese scorso il governo ha emanato un controverso decreto che avrebbe depenalizzato l'abuso d'ufficio e altri reati di corruzione, innescando proteste di massa andate avanti per settimane in tutto il Paese. Alla fine, il premier Sorin Grindeanu ha revocato la misura.

Archivio Ultima ora