Grecia: sì al Governo Parlamento vota la fiducia

ATENE – Il nuovo governo formato venerdì dal premier socialista greco Giorgio Papandreou ha superato lo scoglio del voto di fiducia in Parlamento con il sì dei 155 deputati del Pasok e 143 no delle opposizioni su un totale di 298 votanti sui 300 seggi. Il presidente della Commissione europea Manuel Barroso l’ha definita una buona notizia per la Grecia e per l’Ue.


La Grecia otterrà la quinta tranche di prestiti da 12 miliardi di euro dall’Ue e dal Fondo monetario internazionale prevista dal piano di salvataggio da 110 miliardi varato l’anno scorso a condizione che il Parlamento approvi entro la fine di giugno il nuovo programma di austerity. È questo l’ultimatum dato dalla Ue al governo di Atene che il neo vicepremier e ministro delle Finanze Evangelos Venizelos si è premurato di trasmettere con una telefonata ad Antonis Samaras, leader di Nea Democratia (centro-destra), la principale formazione politica d’opposizione, nell’ambito delle trattative per raggiungere un compromesso tra governo e opposizione.

Condividi: