SPESA MEDIA MENSILE

Istat, consumi al palo metà delle famiglie sotto i 2000 euro

Pubblicato il 05 luglio 2011 da redazione

ROMA – I consumi restano ancora al palo, con gli italiani che hanno mantenuto stretti i cordoni della borsa anche nel 2010. A certificarlo è l’Istat, che sottolinea come l’anno scorso la spesa media mensile per famiglia, in termini reali, sia risultata ferma. Infatti, l’esborso è stato pari a 2.453 euro, segnando un aumento sul 2009 (+0,5%) troppo lieve per fare fronte a un’inflazione in crescita dell’1,5%.

Nell’indagine dell’Istituto di statistica emerge, inoltre, come metà delle famiglie abbiano speso al mese meno di 2 mila euro (2.040), un altro dato che conferma lo stallo rispetto all’anno precedente. I valori nazionali, però, nascondono gli ampi divari che passano tra le regioni del Nord e quelle del Sud, con un gap di 1,200 euro tra Lombardia e Sicilia, o tra le famiglie di operai e quelle di imprenditori e liberi professionisti (1.300 euro di distanza).

Intanto, saltando al 2011, la Confcommercio segnala un nuovo aumento dei consumi a maggio, ma, nonostante le cifre siano positive, la ripresa appare in frenata. Insomma, il terreno da recuperare è vasto, pesa, infatti, il tonfo segnato nel 2009. Basti pensare che, anche in termini correnti, le uscite delle famiglie nel 2010 sono ancora sotto i livelli del 2008 e del 2007. Guardando ai diversi capitoli di spesa, la quota destinata agli alimentari, il 19%, risulta pressochè stabile, anche se la percentuale aumenta se si va verso Sud, dove arriva a rappresentare quasi un quarto dell’esborso totale. Si tratta di uscite ritenute irrinunciabili, anche se ben un terzo delle famiglie dichiara di avere fatto risparmi sugli acquisti per prodotti della tavola. Quanto alle abitudini di spesa il supermercato si conferma il punto vendita preferito (69,4%), resta pure stabile la quota di chi, invece sceglie gli hard discount (10,1%).

Dovendo far quadrare i conti, quindi, gli italiani hanno cercato di tagliare dove si poteva, sforbiciando il budget riservato a viaggi, centri estetici, assicurazioni.

I consumatori commentano con preoccupazione i dati dell’Istat. Il Codacons fa notare che “rispetto al 2008, quando la spesa media mensile era 2.485 euro al mese, i consumi delle famiglie del 2010 sono ancora sotto di 32 euro al mese, ossia ben 384 euro all’anno’’.

Quanto alle abitudini di spesa il supermercato si conferma il punto vendita preferito (69,4%), resta pure stabile la quota di chi, invece sceglie gli hard discount (10,1%). Dovendo far quadrare i conti, quindi, gli italiani hanno cercato di tagliare dove si poteva, sforbiciando il budget riservato a viaggi, centri estetici, assicurazioni. Ed e’ contemporaneamente cresciuta la parte di bilancio dedicata alla salute, all’istruzione e sopratutto all’abitazione (in media 370 euro al mese per l’affitto e 494 il mutuo). I consumatori commentano con preoccupazione i dati dell’Istat.

Il Codacons fa notare che ‘’rispetto al 2008, quando la spesa media mensile era 2.485 euro al mese, i consumi delle famiglie del 2010 sono ancora sotto di 32 euro al mese, ossia ben 384 euro all’anno’’.

La spesa delle famiglie regione per regione
ROMA – Nel 2010 la Lombardia e stata la regione con la spesa media mensile più elevata (2.896 euro), seguita da Emilia-Romagna (2.885) e Veneto (2.876). Fanalino di coda, ancora una volta, è risultata la Sicilia con una spesa (1.668) di circa 1.200 euro inferiore alla prima classificata. Ai piedi della graduatoria anche la Calabria (penultima) e la Sardegna (terzultima). Ecco una tabella che riporta, regione per regione, l’ammontare in euro dell’esborso medio mensile, secondo i dati contenuti nel report dell’Istat sui consumi delle famiglie nel 2010.

REGIONE SPESA MEDIA MENSILE


Lombardia 2.896


Emilia Romagna 2.885


Veneto 2.876


Trentino Alto Adige 2.705


Piemonte 2.684


Friuli Venezia Giulia 2.673


Umbria 2.654


Valle d’Aosta 2.579


Toscana 2.557


Marche 2.522


Lazio 2.512


Abruzzo 2.331


Molise 2.326


Liguria 2.261


Puglia 1.980


Campania 1.908


Basilicata 1.887


Sardegna 1.870


Calabria 1.787


Sicilia 1.668


ITALIA 2.453

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

19:30Merkel, volevamo esito migliore, ma noi al governo

(ANSA) - BERLINO, 24 SET - "Non ci gireremo attorno, avremmo voluto naturalmente un risultato migliore. Siamo però la forza maggiore del Paese, e contro di noi non può essere formato alcun governo". Lo ha detto Angela Merkel alla Adenauer Haus.

19:26Tav: No Tav in corteo in Val Susa, 250 per ribadire no opera

(ANSA) - TORINO, 24 SET - Corteo No Tav, oggi in Valle di Susa, per ribadire "il no determinato e incondizionato ad un'opera insensata e sciagurata". Circa 250 attivisti del movimento che si oppone alla realizzazione della Torino-Lione hanno raggiunto il varco 1 del cantiere di Chiomonte scandendo slogan contro la nuova linea ferroviaria ad Alta Velocità. La manifestazione, partita dalla stazione di Chiomonte, dopo la recente pubblicazione della variante di progetto che ha confermato lo scavo della parte italiana del tunnel proprio a partire da Chiomonte. "Per i prossimi 15 anni la vita dei valusini - sostengono i No Tav - sarà ostaggio di camion, polveri, esercito e polizia. Una grande mangiatoia di denaro pubblico". Il corteo ha concluso la WallSusa, iniziativa che nei giorni scorsi ha visto i No Tav impegnati nella realizzazione di graffiti contro il treno ad Alta Velocità. (ANSA).

19:23Calcio: Cagliari, Rastelli ammette “sconfitta meritata”

(ANSA) - CAGLIARI, 24 SET - L'allenatore del Cagliari, Massimo Rastelli, non cerca attenuanti. "Sconfitta meritata, il Chievo si è portato via la partita con il minimo sforzo. Solo i primi 20' sono discreti, poi le energie ci hanno lasciato. È stata una settimana molto intensa: i ragazzi hanno dato tutto, ma questo tutto non è servito. Sul primo gol del Chievo è stato bravo Inglese, ma Cacciatore non doveva fare quel cross così comodo". Barella regista? "Dovevo far rifiatare Cigarini - ha detto il tecnico - ma Barella evidentemente era stanco, scarico dopo aver dato tanto". Il futuro? "Dobbiamo essere bravi ad avere equilibrio, dobbiamo trovare le indicazioni giuste anche da queste sconfitte". La rosa? "È un gruppo che ha giocatori importanti, ci sono giovani che devono crescere, cerchiamo di ottenere il massimo, non dobbiamo scoraggiarci". "Cossu? È entrato molto bene in partita - ha detto Rastelli - ma poi, rimanendo in 10, ogni progetto è andato a farsi benedire".

19:19Calcio: Chievo, Maran “bravi a stare sempre sul pezzo”

(ANSA) - CAGLIARI, 24 SET - "Siamo stati bravi a stare sul pezzo. Arrivare alla terza partita in una settimana in questi condizioni ci ha permesso di avere una marcia in più". così l'allenatore del Chievo, Rolando Maran, commenta il successo dei veneti sul campo del Cagliari. E adesso i tifosi aspettano gol e vittorie anche in casa. "I nostri obiettivi sono chiari: noi contiamo di salvarci magari con un certo anticipo. Da quel momento in poi cercheremo di toglierci le nostre soddisfazioni", ha concluso Maran.

19:14Schulz, Afd in Bundestag è un dolore e una minaccia

(ANSA) - ROMA, 24 SET - L'ingresso dell'Afd nel Bundestag "per alcuni è doloroso" ed "è una cosa che può essere minacciosa, può rappresentare un pericolo". "Nessun democratico può guardare altrove di fronte a una cosa del genere nel nostro Paese". Lo ha detto Martin Schulz commentando i risultati elettorali in Germania.

19:12Calcio: Baroni, numeri Benevento terrificanti

(ANSA) - ROMA, 24 SET - Per Marco Baroni, allenatore del Benevento, il momento è difficile. Dopo la sesta sconfitta di fila non resta che guardare il bicchiere mezzo pieno. "Se uno guarda i numeri - spiega - sono terrificanti. Noi dobbiamo partire dalla prestazione, dalla compattezza, dal recuperare calciatori che sono importanti. Abbiamo pagato a caro prezzo lo scotto della categoria. Credo che la squadra abbia risorse per lottare. Se facevamo il rigore in un momento in cui il Crotone era in difficoltà, forse si poteva anche sperare di recuperare il risultato. Dobbiamo crederci di più". Baroni non nega anche di essere a rischio: "Non c'è un allenatore che difende la panchina, ma voglio tirare fuori dalle sabbie mobili questi ragazzi. La mia attenzione è rivolta a non far mollare la tenuta mentale perché so che la squadra può fare di più. C'è da trovare un risultato che ci dia fiducia".

19:11Precipita caccia:ritrovato corpo pilota

(ANSA) - ROMA, 24 SET - Il corpo del pilota dell'Eurofighter precipitato a Terracina è stato ritrovato da pochi minuti. Lo si apprende dall'Aeronautica militare. Sono "ancora sconosciute" le cause dell'incidente aereo per l'Aeronautica militare. Il caccia Eurofighter del Reparto Sperimentale di Volo é precipitato in mare "nella fase finale del suo programma di volo". L'Aeronautica Militare ha "attivato le procedure per accertare le cause", sottolinea la Forza armata, aggiungendo che "le operazioni di soccorso sono iniziate immediatamente dopo l'impatto grazie ai mezzi presenti sul posto". Il ministro della Difesa, Roberta Pinotti e il capo di Stato Maggiore della Difesa, Claudio Graziano "si uniscono al capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare, Enzo Vecciarelli nell'esprimere vicinanza e cordoglio alla famiglia ed alle persone più care e vicine al giovane pilota".

Archivio Ultima ora