Venezuela, presidente Chávez: «A Cuba per la terapia contro il cancro»

CARACAS – Il presidente Chavez intende ritornare a Cuba per proseguire la terapia contro il cancro: lo ha reso noto lo stesso presidente venezuelano in una lettera nella quale chiede il via libera al parlamento, precisando che ha in programma partire per l’Avana nelle prossime ore.


Il presidente Chavez ha precisato di aver trasmesso una lettera al presidente del parlamento, Fernando Soto Rojas, proprio al fine di richiedere il via libera al viaggio a Cuba da parte della stessa ‘Asamblea Nacional’ (il parlamento venezolano ndr).


Il capo dello Stato ha spiegato che l’obiettivo del viaggio è quello sottomettersi alle cure necessarie per far fronte alla grave malattia.


– L’obiettivo – ha sottolineato – è quello di proseguire, o piuttosto di iniziare, quello che abbiamo chiamato la seconda tappa di questo lento e complesso processo di recupero, che sta andando bene


Il presidente è stato operato all’Avana il 20 giugno scorso per rimuovere un tumore nella regione pelvica, ed era rientrato a Caracas qualche giorno fa dopo quasi un mese di permanenza a Cuba. Qualche ora prima della dichiarazione di Chavez, il governo del Brasile aveva reso noto che il presidente venezuelano aveva accettato l’invito rivoltogli da Brasilia per recarsi a San Paolo al fine di sottoporsi alla chemioterapia necessaria contro il tumore. Chavez si sarebbe ricoverato presso l’Hospital Sirio-Libanes di San Paolo per sottoporsi alla chemioterapia, avevano precisato fonti locali, ricordando che tale centro viene considerato uno dei dieci migliori al mondo nel campo dell’oncologia. Nei mesi scorsi, anche la presidente brasiliana Dilma Rousseff, quando ancora non era capo dello Stato, aveva affrontato delle cure proprio presso il Sirio Libanes. Lo stesso ha fatto più recentemente il capo dello Stato del Paraguay, Fernando Lugo.

Condividi: