Record di presenze per Vega eguagliato Dudamel

CARACAS – Ieri sera, durante la sfida Venezuela-Argentina (al momento di andare in macchina non era ancora iniziato il match), il portiere Renny Vega è arrivato a quota 55 presenze in nazionale. Eguagliando il record per un estremo difensore che precedentemente era in posseso del già ritirato Rafel Dudamel (unico portiere vinotinto ad aver segnato un gol nelle qualificazioni).

La storia di Vega con la nazionale è iniziata quando aveva 17 anni, il 19 maggio del 1999, durante un test prima della Coppa America in Paraguay. Da quel momento è sempre stato nel giro della nazionale fino alla consacrazione che gli ha permesso di essere eletto come miglior portiere del Paese. L’esordio in una gara ufficiale avviene il 13 ottobre del 2007 contro l’Ecuador, quella gara molti la ricorderanno per il famoso gol di José Manuel Rey su punizione che servì per espugnare lo stadio di Quito. Quattro anni dopo, il portiere del Caracas eguaglierà il record di uno degli storici della vinotinto.

Questa cifra storica non ha distratto l’attenzione di Vega: “Sono contento per questa situazione. Me ne sono accorto pochi giorni fa e sono molto contento, anche se la mia priorità non è festeggiare un record, ma una vittoria”. In un primo momento, per la sfida con l’Argentina doveva partire titolare Dany Hernandez, ma un infortunio l’ha costretto ad alzare bandiera bianca.

Vega in carriera ha vestito le maglie di Aragua, Carabobo, Udinese (Italia), Bursaspor (Turchia), Denizlispor (Turchia), Deportivo Italchacao e Caracas. Con la maglia dell’Italchacao c’è una piccola curiosità in una sfida contro il Mineros in cui entrò durante il secondo tempo come attaccante e riuscì addirittura a segnare il gol della vittoria. E con la vinotinto tutti ricorderanno il famoso assist nella sfida contro il Paraguay nella Coppa America di quest’anno: Vega effettuò il passaggio della vittoria a Perozo.

Ritornando al presente quando viene interpellato sulla sfida contro l’Argentina risponde: “Sono contento di essere qui, e di giocare contro l’Argentina. So che ho tra le mie mani una bella opportunità e come sempre ho fatto darò il massimo per difendere la porta della nazionale. Il sogno sarebbe al completo se riuscissimo ad ottenere i tre punti”.


Fioravante De Simone

Condividi: