Colpo grosso in Turchia, gli azzurrini volano con Destro

ROMA – Quattro vittorie in quattro gare: l’Under 21 di Ciro Ferrara continua la sua marcia verso la qualificazione ai campionati europei 2013. Anche l’ostacolo Turchia è superato. Dopo aver regolato la formazione turca un mese fa a Rieti con un secco 2-0 gli azzurrini si sono ripetuti a Istanbul.

Stesso punteggio, 2-0, con Mattia Destro protagonista della vittoria con una doppietta che lancia gli azzurrini in testa al gruppo 7 con 12 punti,che agganciano la Turchia ma con due partite in più da giocare per i ragazzi di Ferrara. Alla fine del girone mancano sei gare ma il cammino è in discesa. Prossimo appuntamento martedì a Casarano contro l’Ungheria.


La formazione mandata in campo da Ferrara ha più di una novità: in porta la scelta di Ferrara cade su Bardi, giovane portiere del Livorno, in difesa c’é Donati e Capuano preferiti a Santon (in panchina) mentre in attacco, Ferrara deve fare a meno degli squalificati Gabbiadini e Insigne e dell’infortunato Borini e si affida alla coppia Destro-Paloschi. ed in effetti le scelte del tecnico sono azzeccatissime, perché Bardi risulterà decisivo, soprattutto nel primo tempo, almeno in tre occasioni e Destro, con la sua doppietta consente agli azzurrini di proseguire la marcia verso l’Europeo.


La sfida con la Turchia però non è una passeggiata. Anzi. Il primo tempo gli azzurrini soffrono tantissimo la formazione di Cetiner. A centrocampo si perdono troppi palloni consentendo agli attaccanti di casa di presentarsi dinanzi alla porta difesa da Bardi fin con troppa facilità. Il portiere del Livorno però dà il meglio di sé sventando i tentativi di Necip e compagni. Il primo vero pericolo per gli azzurrini arriva al 17’ quando Bardi salva su Sefa Ylmaz nell’area piccola.


La Turchia ha voglia di rivincita dopo la sconfitta di Rieti e spinge mettendo in difficoltà Paloschi e compagni che soffrono soprattutto le avanzate sulla fascia sinistra. Al 24’ un errore di Rossi consente a Demir di involarsi verso la porta azzurra, provvidenziale è l’intervento di Caldirola che chiude. L’Italia prova a reagire con Destro (27’) che apre per Saponara ma il cross finisce sul fondo. Gli affondi degli azzurri però non fanno male, mentre è ancora la Turchia a fare il gioco: al 35’ i padroni di casa vedono sfumare una ghiotta occasione per andare in vantaggio. Determinante è ancora Bardi che d’istinto si oppone alla conclusione da due passi di Demir lanciato da un errore di Crescenzi. Gli azzurrini sembrano frastornati, Florenzi (37’) deve sbrogliare una mischia in area. L’Italia va in gol al 40’ ma la rete viene annullata per un fuorigioco di Paloschi.


La ripresa è tutta un’altra partita. Gli azzurrini sembrano trasformati. Il gol del vantaggio arriva al 4’ e porta la firma di Mattia Destro che servito da Paloschi, di forza entra in area e di punta beffa Kahveci. L’attaccante del Siena (già tre gol in campionato) conferma il suo stato di grazia anche con la maglia azzurra. Con il gol di vantaggio anche la manovra degli azzurri diventa più fluida, mentre fioccano le ammonizioni (alla fine se ne contano 9, sette tra gli azzurri e 2 tra i turchi). I padroni di casa provano a raddrizzare l’incontro ma la conclusione di Cek (14’) dalla distanza finisce sul fondo. Al 29’ la Turchia resta in 10 per l’espulsione di Sefa Yilmaz che reagisce ad un fallo dell’esordiente Crimi. Al 34’ Ragusa (all’esordio) prova la conclusione di sinistro dal limite dell’area.


La Turchia ci prova (38’) con un tiro dalla distanza di Necip e poi sugli sviluppi di un calcio d’angolo (40’) con Colak. Ma al 45’ arriva il bis di Destro che servito da Ragusa s’invola in area e con un pallonetto supera l’accorrente Kahveci. L’Italia espugna Istanbul e ipoteca la qualificazione.

Condividi: