Balene si spiaggiano, cinesi le mangiano

SHANGHAI – Quattro grandi balene arenatasi sulla spiaggia sono morte nella città costiera di Yancheng, nella provincia orientale cinese del Jiangsu, e la loro carne è stata in parte tagliata e portata via dalla popolazione locale.
Secondo quanto riferisce il China Daily, le balene giacevano a terra con la maggior parte del corpo fuori dall’acqua. Tentativi di salvataggio per rimandarle verso il largo erano stati effettuati nelle ultime 24 ore, ma senza successo. I quattro animali, di lunghezza variabile fino a 18 metri di lunghezza e del peso da 22 a 44 tonnellate, erano state trovate, ancora vive, dalla gente del posto venerdì scorso. Da allora, con la collaborazione del dipartimento per la pesca, sono stati predisposti cinque diversi piani di salvataggio, utilizzando anche elicotteri e navi di grandi dimensioni per cercare di riportare le balene verso il mare aperto.
– A causa delle loro dimensioni e dello stato fisico delle balene – ha spiegato Xu Xinrong, ricercatore dell’Università di Nanchino, specializzato nello studio dei cetacei – non c’è stato nulla da fare.
Xu ha infatti spiegato che le balene di piccole dimensioni possono essere più facilmente salvate mentre lo spiaggiamento è fatale per le balene di grosse dimensioni. Questo del Jiangsu è stato il primo spiaggiamento di massa di balene verificatosi in Cina dal 1985, quando sei balene morirono nella provincia di Fujian. Centinaia di persone si sono radunate sulla spiaggia per assistere allo spettacolo e scattare foto. Alcune persone, forse durante la notte per non essere viste, hanno tagliato una delle balene rubando pezzi di carne, probabilmente per uso alimentare.