Eurispes, per una vita dignitosa necessari 2.500 euro al mese

ROMA – Una famiglia di quattro persone, ovvero una coppia con due figli, ha bisogno di oltre 2.500 euro al mese, per andare avanti in modo dignitoso, cercando di risparmiare su tutto, ma non facendo mancare nulla ai bambini. Sono questi i calcoli che fa l’Eurispes, sottolineando che in media solo per mangiare la spesa ammonta a 825 euro mensili. Visti le cifre, spiega l’Istituto, è difficile arrivare alla quarta settimana con i soli redditi da lavoro e il rischio di povertà si fa sempre più reale. Ecco che non stupisce se in Italia oltre un lavoratore dipendente su tre ha un doppio lavoro, che spesso è in nero.
Le stime dell’Eurispes relative ai bilanci familiari, sono, infatti contenuti nel rapporto sull’economia sommersa ‘L’Italia in nero’ messo a punto insieme all’Istituto di studi politici San Pio V. Dal dossier appare evidente come il sommerso sia diventato ‘’un ammortizzatore della crisi’’, uno dei principali mezzi usati per affrontare i tempi di recessione, in cui il caro vita non accenna ad arrestarsi. Stando ai calcoli dell’Istituto di ricerca presieduto da Gian Maria Fara, alla spesa alimentare (che varia da un minimo di 748 euro nel Sud a un massimo di 940 euro nel Nord Est), si aggiungono gli esborsi per la casa, pari in media a 890 euro mensili, quelli per trasporto e assicurazioni (339 euro) e quelli per l’abbigliamento (240 euro). Ci sono poi le bollette e i costi della mensa scolastica dei bambini, che per la famiglia tipo considerata dall’Eurispes si traducono in altri 150 euro mensili.
Tra le spese considerate basilari ci sono, inoltre, i pagamenti medico-sanitari che all’anno assorbono ben 950 euro. Sommando tutte le voci risulta che nella media nazionale un nucleo di quattro persone si ritrova a spendere circa 2.523 euro al mese. Se a questo budget fatto di beni essenziali si affiancano ulteriori capitoli di spesa, che comunemente rientrano nel portafoglio di una famiglia, dall’arredamento allo sport, la soglia arriva a superare i 3 mila euro. Si spiega così come, rileva il rapporto, ‘’solo un terzo delle famiglie italiane riesce ad arrivare tranquillamente a fine mese’’ e come ‘’almeno 500 mila famiglie hanno difficoltà a onorare i mutui per la casa’’, mentre ‘’ aumenta il credito al consumo (+100% tra il 2002 e il 2011) e cresce la povertà in ‘giacca e cravatta’’’.

Condividi: