Ritardi nelle trascrizioni, l’interrogazione dell’On. Fedi

Pubblicato il 03 aprile 2012 da redazione

ROMA – I ritardi dei comuni italiani nel rispondere ai Consolati provocano disagi ai connazionali all’estero. Per questo, l’onorevole Marco Fedi (Pd) è tornato ad interrogare i Ministri dell’interno, degli esteri e per la pubblica amministrazione, Cancellieri, Terzi e Patroni Griffi evidenziando, in particolare, il caso del comune di Lipari, oberato di lavoro tanto da non poter evadere quanto richiesto dai consolati di Sydney e Melbourne.
“Gli uffici consolari, per gli italiani residenti all’estero e anche per gli italiani che vi soggiornano temporaneamente, – ricorda Fedi nella premessa – hanno le competenze che altri organi della pubblica amministrazione esercitano sul territorio nazionale; tra i servizi erogati dai consolati vi sono anche quelli di anagrafe, di stato civile (nascita, matrimonio, divorzio, morte), di rilascio e rinnovo di passaporto e carta d’identità; numerose richieste inoltrate ai consolati da parte di cittadini italiani residenti all’estero, come ad esempio quelle relative allo status civitatis, si concretizzano soltanto a partire dalla trascrizione in Italia di atti relativi al soggetto interessato (nascita, matrimonio, e altro) presso lo stato civile del comune di ultima residenza o di provenienza o, come nel caso di rilascio e rinnovo del passaporto, dal benestare della questura competente per territorio, esperite le necessarie verifiche presso il comune di registrazione”.
“Il depotenziamento delle strutture consolari causato dal piano di razionalizzazione – annota il parlamentare – ha portato alla diminuzione delle risorse e del personale in esse impegnato e conseguentemente a una crisi del sistema dei servizi offerti alle comunità italiane con insufficienze operative e disagi per gli utenti; i disagi e i ritardi nel disbrigo di questo genere di pratiche, quotidianamente denunciati dai nostri cittadini all’estero, sono dovuti anche alle disfunzioni che si registrano nell’operato degli uffici anagrafe e stato civile dei comuni italiani che rispondono alle richieste dei consolati con mesi, e anche anni, di ritardo”.
“Tra le numerose segnalazioni, – evidenzia Fedi – ultima in ordine di tempo, quelle riferite da alcuni cittadini residenti in Australia sui ritardi del comune di Lipari. Secondo le comunicazioni degli interessati, infatti, i consolati di Sydney e di Melbourne non potrebbero finalizzare le loro pratiche di cittadinanza e di rilascio di passaporto in quanto il comune di Lipari, destinatario di precise richieste di trascrizioni di atti e copie di certificati, non ha provveduto a fornire riscontri; funzionari del comune di Lipari, da parte loro, hanno dichiarato che i ritardi sono dovuti ad una carenza di organico e che l’unico ufficiale di stato civile, coadiuvato da un collaboratore a progetto, oltre a dover svolgere l’attività ordinaria, ha in carico oltre 2500 trascrizioni cartacee da evadere; questa situazione, comunque, risulta diffusa sull’intero territorio nazionale e più rilevante per i comuni di piccole dimensioni interessati storicamente da fenomeni migratori”.
Il deputato chiede quindi di sapere “se non si ritenga di individuare per quanto di competenza idonee soluzioni per assicurare al comune di Lipari un adeguato livello di efficacia amministrativa, migliorando i tempi di completamento delle pratiche provenienti dall’estero e favorire il pieno rispetto delle leggi sulla trasparenza amministrativa e nei rapporti tra cittadini e pubbliche amministrazioni; se non si intendano adottare iniziative atte a garantire che gli uffici preposti al disbrigo di pratiche relative ad anagrafe e stato civile siano dotati di mezzi tecnici e personale adeguati alle necessità sulla base di una verifica anche quantitativa degli atti e delle richieste provenienti dai consolati, anche per non vanificare gli investimenti fatti su queste strutture per migliorarne l’efficienza” e infine “se non si ritenga urgente, infine, anche tenendo conto dei richiami all’efficienza e innovazione nella pubblica amministrazione pervenire da parte del Ministero dell’interno mediante il Ministero degli affari esteri a tutte le rappresentanze diplomatiche e consolari, un indirizzario aggiornato PEC o almeno di un indirizzo email convenzionale per ognuno degli innumerevoli comuni italiani che, ancora oggi, non usano la posta elettronica certificata”.

Ultima ora

08:40Argentina: frontale tra bus, 13 morti e 34 feriti

(ANSA) - ROMA, 25 FEB - Tredici morti e 34 feriti di cui due donne in gravi condizioni, è il bilancio di un tragico incidente stradale avvenuto ieri in Argentina vicino alla città di Rosario, a circa 300 chilometri dalla capitale Buenos Aires. Lo riferiscono i media argentini. Lo schianto frontale è avvenuto intorno a mezzogiorno sulla Nazionale 33, in circostanze ancora da chiarire. Entrambi i veicoli trasportavano un gran numero di passeggeri. Sul posto una ventina di ambulanze. Alcuni sopravvissuti hanno riferito di avere udito un forte rumore prima che uno dei due autobus invadesse la corsia opposta. Non è escluso che a causare l' incidente sia stato lo scoppio di uno pneumatico. Tra le vittime, entrambi gli autisti dei due mezzi.

08:31Cina: incendio in hotel, persone intrappolate

(ANSA) - PECHINO, 25 FEB - Un incendio è scoppiato oggi in un hotel a Nanchang, capitale della provincia orientale di Jiangxi, intrappolando un numero imprecisato di persone. Le fiamme, riporta l'agenzia Nuova Cina in base ai primi elementi forniti dai vigili del fuoco, si sono sviluppate al secondo piano dell'albergo HNA Platinum Mix Hotel, nel Honggutan New District della città, intorno alle 8 del mattino (1:00 di notte in Italia), dove una decina di operai stava svolgendo dei lavori. Un uomo ha rotto il vetro di una finestra lanciandosi dal secondo piano dell'hotel ed è stato portato d'urgenza in ospedale per le ferite riportate.L'albergo ha quattro piani ed è collegato a un altro palazzo di appartamenti di 24 piani, dove altre persone risultano intrappolate. Sul posto ci sono circa 10 automezzi dei vigili del fuoco impegnati a domare le fiamme.

08:18Trump: agenzia dogane apre caccia a progetti per muro

(ANSA) - WASHINGTON, 25 FEB - Parte l'iter per la costruzione del muro al confine col Messico, che proprio oggi Donald Trump aveva promesso di accelerare. L'agenzia per le dogane e la protezione dei confini ha annunciato che nei primi giorni di marzo accetterà proposte per la progettazione della barriera. Idee che saranno valutate e selezionare entro il 20 marzo, mentre entro il 24 marzo le compagnie prescelte dovranno definire i costi dell'infrastruttura, alla quale sovrintende il dipartimento per la Homeland security. Entro metà aprile sono attese una serie di decisioni operative.

01:22Calcio: serie B, Benevento-Bari 3-4

(ANSA) - BENEVENTO, 24 FEB - Il Bari di Colantuono sfata il tabù esterno e pone fine all'imbattibilità casalinga del Benevento che durava da due anni e mezzo. Il secondo anticipo della 27/a di serie B finisce 3-4 per i pugliesi. Giallorossi avanti al 12': sugli sviluppi di un corner Falco crossa a centro, la sfera attraversa l'area e Lopez appoggia di testa sul secondo palo. Il vantaggio dura meno di un minuto. Galano raccoglie l'appoggio di Floro Flores e batte Cragno da due passi. Al 22' gli ospiti rimontano grazie al tap in di Floro Flores. Al 38' il Bari cala il tris. Chibsah stende area Floro, Salzano non sbaglia dal dischetto. Per le streghe sembra notte fonda ma al 42' Cissè accorcia di testa su cross dalla destra di Ceravolo. Il centravanti calabrese in avvio di ripresa trova il 3-3 anticipando la difesa all'altezza del primo palo. Al 9' st è 4-3 pugliese con un gran destro ad incrociare di Galano. Il Benevento resta secondo a 46 punti, in attesa della sfida tra Frosinone e Verona, il Bari è per ora quinto, con 40 punti.

00:43Cade al Bicocca Village a Milano, grave ragazza 14enne

(ANSA) - MILANO, 24 FEB - Una ragazza di 14 anni è stata trasporta in condizioni gravissime in ospedale dopo essere precipitata da un'altezza di circa sei metri al Bicocca Village in via Chiese, Milano. Secondo quanto ricostruito finora dalla polizia, la giovane sarebbe caduta poco dopo le 20.30 da una terrazza al primo piano del cinema dove si trovava in compagnia di alcuni amici. E' stata trasportata all'ospedale Niguarda. La polizia ha comunicato che, sebbene con ferite molto gravi, sarebbe fuori pericolo. Sono in corso verifiche sulla dinamica e su un dettaglio riferito da un amico: sembra che la 14enne abbia fumato poco prima uno spinello.

00:33Stadio Roma: Pallotta “comincia nuovo capitolo”

(ANSA) - ROMA, 24 FEB - "The next chapter begins ("comincia un nuovo capitolo). Forza Roma". Cosi' il presidente della Roma, James Pallotta, ha fatto sapere all'Ansa dopo l'annuncio dell'accordo sul nuovo stadio fatto dalla sindaca, Virginia Raggi. "Questa è una serata importante per la Roma. Non vediamo l'ora di costruire uno stadio che Roma possa mostrare a tutto il mondo del calcio". Comincia invece così una dichiarazione del n.1 giallorosso, diffuso sul sito della società. "È stato un percorso molto lungo, ma la prossima tappa di questo viaggio e' di fronte a noi e, per questo, vorrei ringraziare prima di tutto i nostri tifosi. Un grande ringraziamento va alla sindaca, Virginia Raggi, al vicesindaco, Luca Bergamo e a tutti gli altri membri dell'amministrazione, senza dimenticare Luca Parnasi e la sua squadra".

00:29Stadio Roma: Raggi, c’è l’accordo per la realizzazione

(ANSA) - ROMA, 24 FEB - La sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha annunciato "l'accordo" per realizzare lo stadio della Roma a Tor di valle: "via le torri" e un taglio delle cubature di circa la metà sul progetto originario. la sindaca ha annunciato l'intesa insieme al dg della Roma, Mauro Baldissoni. "Uno Stadio Fatto Bene. Tre torri eliminate; cubature dimezzate, addirittura il 60% in meno per la parte relativa al Business Park; abbiamo elevato gli standard di costruzione a classe A4, la più alta al mondo; mettiamo in sicurezza il quartiere di Decima che non sarà piu soggetto ad allagamenti; realizzeremo una stazione nuova per la ferrovia Roma-Lido". Così Virginia Raggi su Fb. "Abbiamo rivoluzionato il progetto e lo abbiamo trasformato in una opportunità".

Archivio Ultima ora