Cumaná, l’8 e 9 giugno il V incontro degli Italianisti

CARACAS – Si svolgerà a Cumaná, stato Sucre, i prossimi 8 e 9 giugno il “V Incontro degli italianisti venezuelani” (IDIVE), convegno dedicato al tema: “Lingua e cultura italiana in Venezuela: presente, passato e futuro”. Secondariamente si parlerà di: Cinema, letteratura e musica nella didattica dell’Italiano; Storia dell’insegnamento dell’italiano in Venezuela; Promozione della lingua e cultura italiana in Venezuela; L’Italiano nelle scuole; L’Italiano nelle università; Ricerca in Italiano come L2 in Venezuela.
Venerdì 8 l’incontro si svolgerà dalle ore 9 alle 16, sabato 9 dalle 9 alle 14. L’appuntamento è all’Hotel Nueva Toledo e per poter partecipare è obbligatorio iscriversi scaricando l’apposito modulo sul sito www.idice.com.ve e versando una quota di BsF 100.
L’Associazione degli Italianisti Venezuelani nasce nel 2003 come risposta a molteplici e complesse esigenze connesse all’importanza della comunità italiana in Venezuela ed alla promulgazione della risoluzione venezuelana n. 235 del 31 maggio 2001 che sancise la curricularità dell’italiano come lingua straniera in ventisei scuole.
La costituzione dell’ADIVE e l’organizzazione del “Primo Incontro Degli Italianisti Venezuelani”, furono due delle mete che il “Progetto di Cooperazione Interuniversitaria”, al quale avevano aderito l’UCV e la USB, si era prefisso di raggiungere.
Il “Primo Incontro degli Italianisti Venezuelani (PIDIVE): Insegnamento Apprendimento e Formazione degli Insegnanti d’italiano Lingua Straniera”, ebbe luogo il 17 e 18 di luglio 2003 nel campus della Universidad Simón Bolívar di Sartenejas. In quella occasione si fondó l’Associazione Degli Italianisti Venezuelani (ADIVE) e furono eletti il Presidente e la Giunta Direttiva della stessa (Giancarla Marchi, Alessandro Baldi, Carlos Leañez, Michele Castelli, Stefania Ajó e Giovanna Caimi).
Quell’evento fu importante perché per la prima volta in Venezuela, chi si occupava della lingua e della cultura italiana, professionalmente o amatorialmente, gli italianisti appunto, si autorganizzarono e si riunirono. Dopo molti interventi formativi giunti dall’Italia quello fu l’episodio che dimostrò come la raggiunta maturità degli italianisti venezuelani si sapeva esprimere attraverso iniziative autonome di formazione e scambio.
L’idea dell’ADIVE di celebrare gli incontri in giro per il paese, considerando l’interesse diffuso per la lingua e la cultura italiana e la voglia di lavorare insieme, si concretò nella proposta da parte di un gruppo di docenti provenienti dalla regione di Mérida (Fundación Andina de Italianistas FADI) che nel 2008 organizzarono nella città andina il Terzo Incontro, sponsorizzato dalla ULA (Universidad de Los Andes).
Continuando l’itinerario per il paese, nel 2010 ebbe luogo il Quarto Incontro degli Italianisti “Parlare, Cantare e Scrivere in Italiano”, convegno portato avanti da un gruppo di docenti di spicco dello Zulia provenienti dalla scuola italovenezuelana di Maracaibo e dalla LUZ (Universidad del Zulia). Questo incontro che si tenne nel Centro Italiano Venezuelano di Maracaibo e tra gli invitati speciali ci fu anche l’attuale Direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura in Venezuela, Luigina Peddi.

Condividi: