Prandelli in visita a Formello e Trigoria

ROMA – Uno spettatore d’eccezione perla Laziodi Edy Reja che ieri, al centro sportivo di Formello, ha ricevuto la visita a sorpresa del ct della Nazionale azzurra Cesare Prandelli.
A fare gli onori di casa al tecnico accompagnato dal segretario Mauro Vladovich e dal suo staff – il vice Gabriele Pin, il preparatore dei portieri Vincenzo Di Palma ed il preparatore atletico Giambattista Venturati – c’ha pensato il direttore sportivo Igli Tare che ha mostrato agli ospiti l’intera struttura prima di fermarsi ad osservare l’allenamento diretto dal goriziano.
“Il centro sportivo di Formello, è risaputo, è uno dei migliori in assoluto – ha dichiarato il selezionatore azzurro a Lazio Style Television -. L’incontro è stato piacevole perché Edy è una persona di buon senso, è un grande allenatore e soprattutto emana grande umanità e quindi c’é stata subito grande empatia”.
Prandelli ha poi svelato in parte il colloquio avuto con l’allenatore biancoceleste. “Abbiamo parlato di calcio – ha ammesso -: della gestione di alcuni calciatori, della programmazione delle squadre nazionali, delle difficoltà che possono incontrare le squadre impegnate in coppa e quindi di calcio e delle dinamiche di gruppo in generale”.
Osservati speciali gli ex azzurri Federico Marchetti e Stefano Mauri. Anche se Prandelli però non si è sbilanciato su una loro possibile convocazione per gli Europei in Polonia e Ucraina di giugno. “Le scelte – ha spiegato – saranno fatte non solo in base alle qualità tecniche ma anche per la formazione di un gruppo molto consolidato”.
Qualche parola di apprezzamento il ct l’ha riservata in verità al centrocampista brianzolo, desideroso di tornare a vestire l’azzurro. “Mi fa piacere che Mauri sia tornato a giocare ad alti livelli – le sue parole -. Per quanto riguarda gli altri, stanno facendo un ottimo campeonato”
Poi dall’ora di pranzo visita al centro sportivo della Roma. Lì ha salutato i giocatori in arrivo per l’allenamento e si è poi fermato a pranzo col dg Franco Baldini, in attesa di seguire l’allenamento del pomeriggio.