“Italia responsabile per la morte di 63 migranti”

Pubblicato il 24 aprile 2012 da redazione

STRASBURGO – L’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa ha approvato con 108 voti favorevoli, 36 contrari e 8 astenuti il rapporto in cui si indicano Spagna e Italia, ma anche la Nato che presiedeva le operazioni di ricerca nel Mediterraneo – come responsabili del mancato soccorso del gommone alla deriva con 72 rifugiati eritrei a bordo. Solo i 9 uomini più forti sopravvissero, gli altri 63, molte donne e bambini, morirono di fame e di sete. Nel 2011 oltre mille persone perdettero la vita tentando la traversata verso l’Europa, ricorda il Consiglio d’Europa nel comunicato in cui dà notizia del voto.
Il rapporto è firmato dalla senatrice olandese Tineke Styrik che ha condotto l’inchiesta sull’incidente, accaduto nel mese di marzo dello scorso anno. Sono stati bocciati tutti gli emendamenti proposti da Italia e Spagna, che cercavano di scagionare le unità navali nazionali dalle responsabilità, che, però, non sono state chiaramente individuate dall’inchiesta.
Nel rapporto della parlamentare socialista si parla di ‘’un insieme di negligenze e mancate risposte agli appelli dei naufraghi, che fuggivano dalla guerra civile in Libia’’.
– Durante l’inchiesta condotta in Italia, Spagna e Malta, la senatrice Strik ha stabilito il tragico percorso dell’imbarcazione alla deriva. Finché i telefoni cellulari erano in funzione – si legge – i naufraghi poterono indicare la loro posizione e mettersi in contatto con un sacerdote in Italia che segnalò l’incidente alle autorità costiere italiane. In effetti un elicottero avvistò il barcone in balia delle onde e lanciò ai naufraghi bottiglie d’acqua e scatole di biscotti. Ma nessuno venne mai in loro soccorso. Il battello si arenava, infine, sulle coste libiche, da dove era partito, pieno di cadaveri e qualche sopravvissuto svenuto e disidradato.
Con l’approvazione a larga maggioranza del rapport Strik, si legge nel comunicato, l’Assemblea di Strasburgo ha ritenuto attendibili le testimoniaze dei sopravvissuti. Oltre all’elicottero di cui non si è potuta sabilire la nazionalità, anche una grande nave militare passo vicino al gommone. Gli occupanti, già decimati, videro alcuni membri dell’equipaggio scrutare il tratto di mare. L’imbarcazione, però, non si fermò a soccorrerli.
– Nei mesi scorsi – dice in polemica con la decisione dell’Assemblea di Strasburgo l’On. Luigi Vitali, presidente della delegazione parlamentare italiana al Consiglio d’Europa – l’Italia ha salvato oltre 4mila naufraghi. Perché non avremmo dovuto soccorrere proprio quel gommone. Per di più i sopravvissuti dicono di aver notato sull’elicottero la sigla Army. Quindi non era italiano perché sui nostri c’è la scritta Marina militare. I nostri emendamenti, bocciati dall’Assemblea assieme a quelli degli spagnoli, miravano a imporre ai 47 paesi del Consiglio d’Europa delle regole ferree perché un simile tragico incidente non si ripeta in futuro.
L’Assemblea di Strasburgo invita la NATO, il Parlamento Europeo e gli stati coinvolti nel tragico incidente a condurre proprie inchieste per cercare di dare risposta ai tanti quesiti che la senatrice olandese non è riuscita a risolvere.

Ultima ora

09:52Riciclaggio e frodi, Dia sequestra beni per 20 mln euro

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - Dalle prime ore di questa mattina, la Sezione operativa Dia di Bologna, coadiuvata dai Centri operativi di Bari, Firenze e Napoli, dalle Sezioni operative di Lecce e Salerno e dai Nuclei di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Ravenna e Foggia, sta dando esecuzione, nelle province di Ravenna, Foggia e Taranto, a 7 provvedimenti di cattura e contestuali decreti di sequestro per un patrimonio complessivo di 20 milioni di euro, emessi dal gip di Ravenna, nonché a numerosi decreti di perquisizione disposti dalla Procura di Ravenna. L'operazione, denominata 'Malavigna', ha permesso di ricostruire l'operato di un sodalizio criminale, specializzato nel riciclaggio di ingenti capitali di provenienza illecita e nelle frodi fiscali perpetrate mediante l'utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, capeggiato da un imprenditore ravennate e da pregiudicati contigui alla criminalità organizzata operante nella provincia di Foggia.

09:34Ex calciatore ucciso: fermati un uomo e una donna

(ANSA) - MILANO, 15 DIC - Due persone, un uomo e una donna, sono state sottoposte a fermo per l'omicidio e la soppressione del cadavere di Andrea La Rosa, 35enne milanese ex calciatore di serie C e neo direttore sportivo del Brugherio calcio (Monza), scomparso il 14 novembre scorso. I due sono stati interrogati a lungo dai carabinieri dopo che nel bagagliaio dell'auto di cui la donna era alla guida era stato rinvenuto, ieri, il cadavere dell'ex calciatore Andrea La Rosa. La vettura era stata notata dai militari lungo la Milano-Meda, all'altezza del Comune di Varedo. L'auto era ferma, la donna stava tentando di liberarsi del cadavere.(ANSA).

09:00Molestie: Usa, Dustin Hoffman accusato da altre due donne

(ANSA) - NEW YORK, 15 DIC - Dustin Hoffman sempre piu' nella bufera, con nuove accuse di molestie sessuali rivolte da diverse donne. Una di queste racconta di essere stata abusata quando aveva solo 16 anni in un hotel di New York. Cori Thomas, questo il nome della ragazza, era allora una compagna di classe della sorella dell'attore che invito' le due ragazze nella sua stanza d'albergo per una cena. Quando la sorella di Hoffman ando' via - racconta Thomas - l'attore si ando' a fare una doccia e ritorno' con indosso solo un asciugamano che all'improvviso si tolse facendosi vede nudo. Hoffman chiese poi alla ragazza di massaggiargli i piedi. Un'altra donna, Melissa Kester, racconta invece come l'attore prese la sua mano e la infilo' nei suoi pantaloni mentre erano nello studio di registrazione. Hoffman, 80 anni, vincitore del premio Oscar, e' stato gia' accusato di molestie nelle settimane scorse dall'attrice Anna Graham Hunter che all'epoca dei fati, nel 1985, aveva 17 anni.

08:55Casa Bianca, Trump ha parlato al telefono con Putin

(ANSA) - NEW YORK, 14 DIC - Il presidente americano Donald Trump ha parlato al telefono nelle ultime ore col presidente russo Vladimir Putin. Lo rende noto la Casa Bianca, che per il momento non informa sui contenuti del colloquio telefonico.

00:48Calcio: 4-1 al Cittadella, Lazio nei quarti di Coppa Italia

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - La Lazio ha battuto il Cittadella 4-1 negli ottavi di Coppa Italia. Nei quarti i biancocelesti affronteranno la Fiorentina, il 26 dicembre alla stadio Olimpico. Incontro indirizzato a favore dei padroni di casa già nel primo tempo grazie alle reti di Immobile (11'), Felipe Anderson (24', con il brasiliano a segno dopo 221 giorni) e l'autorete di Camigliano (36'). Il Cittadella però non si è rassegnato ed al 41' ha accorciato le distanze con una gran punizione da 25 metri di Bartolomei. Nella ripresa, piuttosto povera di emozioni, ha chiuso i conti ancora Immobile, al 42', superando Paleari con un preciso pallonetto.

23:45Raiola, Mirabelli usa Donnarumma per attaccare me

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - "Mirabelli ha un problema personale contro di me e usa Donnarumma per attaccarmi. Gli fanno comodo queste polemiche perché tolgono l'attenzione dal vero problema del Milan: il suo progetto tecnico". Così Mino Raiola in una nota a Gazzetta.it, ricordando che il portiere aveva "offerte che nessuno avrebbe mai rifiutato. Ma Gigio e la sua famiglia hanno fatto una scelta col cuore. E l'ho rispettata. Oggi mi interessa solo che Gigio venga lasciato tranquillo, solo così potrà fare il suo meglio. Dovrebbe essere anche la priorità del ds del Milan".

22:51Donnarumma, mai detto di aver subito violenza morale

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - "Non ho mai detto né scritto di aver subito violenza morale quando ho firmato il contratto". E' quanto afferma Gianluigi Donnarumma su Instagram, all'indomani della contestazione subita dai tifosi del Milan a San Siro. "E' stata una brutta serata e non me l'aspettavo! Nonostante tutto guardo avanti e testa alla prossima partita... forza Milan!", ha scritto a corredo di una foto che lo ritrae in mezzo al campo mentre saluta il pubblico, con Rino Gattuso che gli batte una mano sul petto.

Archivio Ultima ora