Un monitoraggio socio sanitario per conoscere le nostre necessità

ROMA – C’è tempo sino al 30 giugno 2012 per partecipare al monitoraggio sulla situazione socio-sanitaria dei cittadini italiani residenti all’estero, iniziativa promossa dal CGIE per conoscere meglio necessità e condizioni dei connazionali emigrati nel settore assistenziale e sanitario.
In questi mesi Comites, associazioni e realtà a contatto con i connazionali nel mondo sono stati coinvolti nella diffusione di un questionario preparato allo scopo dal CGIE, che dovrà essere compilato in forma anonima dagli interessati e riconsegnato ai Comites entro il 30 giugno 2012.
Tra le informazioni richieste nel modulo quelle di carattere più generale, come il Paese di residenza, l’anno di nascita, lo stato civile, il titolo di studio, la professione svolta, il tipo di abitazione in cui si risiede (in affitto, in comodato d’uso, di proprietà) e la consistenza del nucleo familiare, seguite da domande sul grado di autosufficienza posseduto, sulle patologie sofferte e su quale contributo economico si riterrebbe necessario a garantire le necessità di base per l’assistenza sanitaria (medicinali, protesi, sedie a rotelle, occhiali, trasporto, emergenze etc.).
Entro il 31 luglio 2012 i Comites dovranno rispedire i questionari compilati alla Segreteria del Cgie, Piazzale della Farnesina, 1 – 00194 Roma.

Condividi: