Dal governo in arrivo

ROMA – Sarebbero in arrivo da parte del governo ritocchi alle norme della riforma del lavoro sull’articolo 18. A riferirlo il relatore, Maurizio Castro (Pdl), il quale ha precisato che si tratterebbe di “emendamenti di aggiustamento” che non toccano l’intesa politica raggiunta da “Alfano-Bersani-Casini” che è “intangibile”.

Il Pdl e il Pd, ha detto Castro, non hanno presentato proposte di modifica sull’articolo 18, coerentemente con quell’intesa. Ma qualche novità dovrebbe esserci per ridurre il potere discrezionale del giudice nel caso di licenziamenti disciplinari e per raccogliere i rilievi dei tecnici del Senato che evidenziavano rischi di minori tutele per lavoratori licenziati durante il processo d’appello.

– Su questi due punti mi aspetterei un emendamento del governo per coerenza estetica – ha affermato Castro.