PALERMO-PARMA 1-2: Giovinco si accende e gli emiliani espugnano il Barbera

Pubblicato il 25 aprile 2012 da redazione

PALERMO – La sfida contro il Parma, che si colloca in un momento di crisi di rapporti all’interno del club rosanero, e coincide con una poco tranquilla posizione di classifica, finisce tra i fischi. Sono tutti per i giocatori del Palermo che, uscendo dal campo accompagnati dal coro ‘andate a lavorare’, ma soprattutto con la 15ª sconfitta in campionato della stagione, si avvicinano nel peggiore dei modi al derby con il Catania.

Appuntamento sabato pomeriggio al Barbera, con il confronto che vale una stagione. Almeno per i tifosi di fede rosanero. Eppure, malgrado le assenze, il Palermo sembra in buona forma, come confermano le sette occasioni (gol compreso) costruite nel primo tempo, contro una sola conclusione (pericolosa solo fino a un certo punto) del Parma: punizione centrale di Giovinco bloccata da Viviano, poco dopo la mezz’ora. E’ vero che il gol di Hernandez, dopo soli6’, sposta l’inerzia di una partita tutto sommato anche divertente, ma è altrettanto lampante la differenza di passo fra le due squadre.

Il Palermo parte a tutto gas e con un Hernandez in condizione smagliante. L’uruguagio al2’riceve da Vasquez e impegna Mirante da pochi metri, mentre4’dopo firma di testa il vantaggio, dopo un assist aereo di Munoz, che aveva indirizzato il pallone verso Silvestre, raccogliendo una parabola con il contagiri di Donati.

Il Palermo controlla la partita e limita al massimo le iniziative di un Parma evanescente, con Okaka e Giovinco poco incisivi. Dopo una punizione di Giovinco senza esito, il Palermo cerca di chiudere il match con Budan, che calcia su Mirante in uscita (34′), quindi ancora con la punta croata che conclude dalla media distanza e – complice la deviazione di un difensore emiliano – non centra la porta per un questione di centimetri.

Nella ripresa il Palermo cerca il gol ancora al6’, ma al colpo di testa di Silvestre risponde la traversa, con Mirante battuto. Il gol lo trova invece il Parma, grazie a Giovinco, che si accende improvvisamente, forse pensando anche all’Europeo che avvicina, ubriaca la difesa, conclude verso Viviano che respinge, riprende di testa Okaka (anticipando l’imbambolato Mantovani) e il pareggio è servito. Il 2-1 spegne il Palermo che si rianima solo quando Miccoli entra in campo più motivato di molti suoi compagni. Non basta, soprattutto quandola Deabendata gli volta le spalle (40′), in occasione di un fendente che supera Mirante, il pallone rimbalza sul palo e, anziché carambolare in rete, viene ‘sputato’ fuori. Crollano in quel momento i sogni di gloria del Palermo e cominciano i fischi.

Ultima ora

18:32Incidenti lavoro, operaio morto a Napoli

(ANSA) - NAPOLI, 12 DIC - Un operaio è deceduto in un incidente sul lavoro, avvenuto in salita Tarsia, nel centro cittadino di Napoli. L'uomo stava lavorando su un terrazzo di uno stabile in Salita Tarsia quando probabilmente ha perso l'equilibrio ed è caduto. La dinamica è in fase di ricostruzione da parte della Polizia di Stato. L'operaio stava ricoprendo il terrazzo con una guaina impermeabile; nella caduta, terminata su un'automobile in sosta, ha trascinato con sé anche la bombola del gas e il cannello bruciatore che stava utilizzando. Forse sul posto c'era anche un collega.

18:25Calcio: Giampaolo, pronti a battaglia in Coppa

(ANSA) - GENOVA, 12 DIC - "Non ci sono partite semplici e gli avversari forti ti stimolano. Ce la giocheremo alla pari". Marco Giampaolo si affida a SampTv per presentare l'ottavo di Coppa Italia contro la Fiorentina di domani. "Alla Coppa ci teniamo anche se - ha spiegato - la formula così concepita è difficile, perché devi vincere fuori casa a Firenze per passare il turno. In ogni caso la rispettiamo come sempre e farò giocare la miglior formazione possibile. Abbiamo recuperato bene rispetto alla partita di sabato alcuni elementi non sono al meglio della condizione. Dovremo farei i conti con alcune assenze. In ogni caso chi scenderà in campo darà battaglia". A Genova sono rimasti Viviano, Quagliarella e Linetty, tutti per motivi fisici "Domattina - aggiunge Giampaolo - farò la valutazione di chi è disponibile. A oggi non ho la minima idea di chi far giocare. La Fiorentina? E' una squadra forte che è cresciuta e arriva a questa sfida dopo i risultati positivi con Lazio e Napoli".

18:23Tetraplegico per tre mesi in autobus a scuola nel milanese

(ANSA) - MILANO, 12 DIC - Tre mesi di tempo perché uno studente tetraplegico di 16 anni, milanese, ottenesse un trasporto adeguato alla scuola che frequenta fuori città, a Corsico. Nel frattempo è stato costretto ad andare sull'autobus accompagnato dalla madre o in auto col padre, perché "il Comune di Milano non ha fornito il mezzo adeguato poiché l'istituto era fuori dal capoluogo lombardo". La denuncia è di Angelo Ciocca, europarlamentare della Lega: "è un episodio davvero spiacevole, sono imbarazzato nel dire che sono dovuto intervenire su un'assenza del Comune chiedendo un intervento della Regione e non mi sembra giusto che un disabile non abbia il trattamento di cui ha diritto". "La Regione nel cuore dell'estate ha trasferito le competenze per i trasporti degli studenti superiori disabili ai Comuni, - ha replicato il Comune -. Purtroppo per la decina di studenti che vanno fuori città il contributo di Regione Lombardia è molto al di sotto del costo del servizio. Quindi il Comune ha avuto bisogno di reperire le risorse".

18:19Serena Grandi a giudizio per fallimento ristorante

(ANSA) - RIMINI, 12 DIC - Serena Grandi è stata rinviata a giudizio per il fallimento, dichiarato nel 2015, della società 'Donna serena srl' che ha gestito il ristorante la 'Locanda di Miranda', nel borgo San Giuliano di Rimini. L'attrice bolognese, 59 anni, all'anagrafe Serena Faggioli, difesa dall'avvocato Christian Guidi, sarà giudicata a partire dal prossimo 12 giugno davanti al Tribunale collegiale. Stando alle accuse, Serena Grandi, in qualità di legale rappresentante della società 'Donna serena' avrebbe distratto parte dei beni strumentali, impiegati presso il ristorante, e sottratto i libri contabili e altra documentazione obbligatoria per legge relativi alla gestione della 'Locanda di Miranda'. La procedura fallimentare della società è ancora in corso davanti al Tribunale fallimentare di Rimini.(ANSA).

18:13Il Rally del Salento ‘corre’ con la Pizzica

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - Il Rally del Salento e la Pizzica, perfetto connubio in un territorio davvero unico per le sue eccellenze. Parte da queste basi l'accordo tra Aci Lecce e la Fondazione la Notte Della Taranta presentato durante la serata dal titolo "La danza del volante" svoltasi presso la Sala Angioina del Castello di Copertino. Un'importante sinergia, quella tra il Rally del Salento gara di rilievo internazionale, e la Pizzica, danza popolare salentina famosa in tutto il mondo, che si presenta come un nuovo ed inedito canale di promozione del Salento. "Unire due manifestazioni che pur nella diversità delle loro esperienza sono la massima espressione del territorio nei loro rispettivi campi è stato un risultato particolarmente importante" ha affermato il Presidente dell'Aci Lecce Aurelio Filippi Filippi. Per il n.1 dell'Aci Sticchi Damiani "Il Rally del Salento ha contribuito a far si che il territorio salentino fosse conosciuto non solo per il mare ma per tutta una serie di attrattive''

18:12Calcio: Napoli, De Laurentiis allontana crisi

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - Alla presentazione del film 'Super vacanze di Natale' di Paolo Ruffini, in sala dal 14 dicembre, Aurelio De Laurentiis non raccoglie la provocazione di chi gli chiede della presunta crisi del Napoli di cui è presidente. "Una cosa va detta - ha replicato - siamo l'unica società che ha i conti a posto. Certo, essere primi è importante, ma i primi, come si sa, si vedono solo alla fine".

18:10Calcio: Coppa Italia, Giampaolo “pronti a dare battaglia”

(ANSA) - GENOVA, 12 DIC - "Non ci sono partite semplici e gli avversari forti ti stimolano. Ce la giocheremo alla pari". Marco Giampaolo si affida a SampTv per presentare l'ottavo di Coppa Italia contro la Fiorentina domani al Franchi e sottolinea. "Alla Coppa ci teniamo anche se - ha spiegato - la formula così concepita è difficile, perché devi vincere fuori casa a Firenze per passare il turno. In ogni caso la rispettiamo come sempre e farò giocare la miglior formazione possibile". Probabilmente scenderà in campo una Sampdoria diversa rispetto a quella che ha giocato a Cagliari ma, più che di turn-over tecnico, si deve parlare di turn-over fisico. "Abbiamo recuperato bene rispetto alla partita di sabato, ma alcuni elementi non sono al meglio della condizione. Dovremo farei i conti con alcune assenze. In ogni caso chi scenderà in campo darà battaglia". A Genova sono rimasti Viviano, Quagliarella e Linetty, tutti per motivi fisici, mentre le ultime scelte Giampaolo le farà domattina.

Archivio Ultima ora