Roma-Napoli, tutti scontenti Finisce 2-2: gol e rimpianti

Pubblicato il 29 aprile 2012 da redazione

ROMA – Alla fine nessuno è contento, ma per quello che si è visto sui 90’ il 2-2 tra Roma e Napoli è il risultato più giusto. Giallorossi brillanti nel primo tempo, ma il Napoli ha la forza di crederci nella ripresa e a rimontare; gli uomini di Mazzarri però non chiudono il match e nel finale i cambi di Luis Enrique riescono a raddrizzarla nuovamente. Un punto per parte, ma la zona Champions si avvicina un pochino solamente per i partenopei.
Se il primo tempo si dovesse giudicare dai primi dieci-quindici minuti di gioco, allora forse la nostra preferenza andrebbe al Napoli di Mazzarri, abile a procurarsi un paio di occasioni da gol, prima con Zuniga in ripartenza, poi con Hamsik, troppo solista quando si trova dalle parti di Lobont. Peccato che nel resto della frazione, la gara sia a senso unico, con la Roma a farla da padrona in lungo e in largo, dal possesso di palla alle occasioni da rete. Taddei testa i guantoni di De Sanctis al 26’, Gago è imperdonabile tre minuti dopo, quando appoggia a lato al posto di mettere dentro su una respinta del portierone partenopeo. Niente di male: Totti fa il direttore d’orchestra, decidendo a suo piacimento se innestare Rosi a destra ( quasi sempre vittorioso nello scontro diretto con un indisponente Zuniga, chiedere a Mazzarri) oppure Bojan e Borini dall’altra parte. Al 33’ Marquinho prende la mira di testa, al 42’ mette dentro di sinistro su un assist ghiotto di Rosi dalla destra. 1-0 e niente da dire con le squadre a riposo.
Roma in grande spolvero, Roma con le mani sulle redini del match? Dimenticatevi tutto ciò, perché nella ripresa, come spesso è capitato in questa stagione, i giallorossi praticamente non scendono in campo. Un po’ per proprio demerito, ma soprattutto perché il Napoli decide finalmente di accelerare, come vuole il suo allenatore: Zuniga si riabilita centrando con un gran destro il gol dell’1-1 al minuto 49. Marquinho prova a rispondere con un gran sinistro che fa la barba al palo di De Sanctis, ma è un fuoco di paglia. La Roma è in down, e lo dimostra nella mezz’ora che segue: nel giro di tre minuti il Napoli sfiora il gol con Zuniga e Maggio e alla fine lo trova con Cavani (al 68’), bravo ad aggirare Kjaer e a mettere sul palo lungo. Luis Enrique prova a mescolare le carte, per rivitalizzare i suoi e proprio con i panchinari trova il modo di raddrizzare un match che sembra ormai perso: all’87’ è il giovane Tallo a servire a Simplicio la palla del 2-2, che fa infuriare Mazzarri.
Il Napoli, che aveva rimontato da 0-1 a 2-1, già pregustava tre punti utilissimi per la Champions League; la Roma, dopo un primo tempo sontuoso, sperava di fare una figura migliore davanti a propri tifosi, fischianti. Alla fine il 2-2 non accontenta nessuno, ma è anche il risultato più giusto di un match fatto di luci accese e spente troppo facilmente.

Ultima ora

14:16Lavrov, Usa interferiscono regolarmente in elezioni Russia

(ANSA) - MOSCA, 15 DIC - Gli Stati Uniti interferiscono "regolarmente" nelle elezioni russe e l'ambasciata americana a Mosca lo fa in modo "particolare". Lo ha detto il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov citato dalla Tass. "Il presidente Vladimir Putin ha menzionato ripetutamente esempi concreti in questo senso, compresa la partecipazione dei diplomatici Usa alle manifestazioni dei partiti di opposizione", ha detto Lavrov intervenendo al Consiglio della Federazione. La Russia, ha sottolineato, non ha alcuna intenzione "di agire in questo modo", sia per ragioni morali che di pura pragmatica. "Non credo che avremmo beneficio a vedere grandi paesi sprofondare nell'abisso delle rivoluzioni interne".

14:15Calcio: Atletico Madrid, Simeone apre ad addio Griezmann

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - "Se un giocatore come Griezmann mi dice che vuole andarsene, non avrò problemi": il tecnico dell'Atletico Madrid, Diego Simeone, in un'intervista a L'Equipe apre all'uscita dell'attaccante francese. "Può andare via, come hanno fatto a loro tempo Diego Costa o Arda Turan. Non sono un ingrato", ha detto il 'Cholo' aggiungendo che Griezmann "ha bisogno di un gioco d'attacco. Io adoro guardare i miei giocatori crescere e se uno di loro arriva e mi dice che ha un'opportunità unica di giocare in una certa squadra, se so che lui ha fatto tutto il possibile per me, come è il caso di Griezmann, dirò che non c'è un problema. So che ha bisogno di crescere", ha concluso Simeone.

14:13Brexit:Tajani,dare atto a May degli sforzi per andare avanti

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - "Dobbiamo dare atto a Theresa May di aver compiuto tutti gli sforzi per andare avanti. La tutela dei cittadini, l'aspetto finanziario e la questione della frontiera dell'Irlanda del Nord e Repubblica d'Irlanda rappresentano un passo in avanti". Così il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, parlando a Roma, a margine dell'inaugurazione dell'Anno Accademico dell'Università di Tor Vergata. "Ora, però, si tratta di essere uniti - avverte - perché dobbiamo tutelare i nostri interessi, a cominciare da quelli degli oltre 3 milioni di cittadini europei che vivono nel Regno Unito, fra cui ci sono 600 mila italiani.

14:11Brexit: Tusk, ok da Ue ad avvio seconda fase negoziati

(ANSA) - BRUXELLES, 15 DIC - "I leader Ue hanno dato l'ok a passare alla seconda fase dei negoziati sulla Brexit. Congratulazioni al premier Theresa May": lo scrive il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk in un tweet.

14:07Calcio: Junior Tim Cup domenica al Ferraris

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - Lo stadio Luigi Ferraris di Genova apre le porte alla VI edizione della Junior TIM Cup, il torneo giovanile di calcio a 7 under 14 promosso da Lega Serie A, Tim e Csi. Domenica 17 dicembre, nel pre-gara del match Sampdoria-Sassuolo, si affronteranno le squadre della Parrocchia Caramagna di Imperia e dell'Oratorio Santa Dorotea di Genova. I ragazzi, al termine della loro gara, consegneranno la fascia da capitano della Junior TIM Cup ai giocatori delle due squadre in campo a pochi minuti dal fischio d'inizio della partita.

13:59Francia:scontro treno-minibus,’bilancio resta 4 morti’

(ANSA) - PARIGI, 15 DIC - "Per il momento il bilancio non è cambiato ed è di 4 morti dopo conferma degli ospedali": lo precisa su Twitter la prefettura dei Pirenei-Orientali, dopo che France Tv Info e numerosi altri grandi media francesi avevano annunciato - citando fonti ben informate - un nuovo bilancio di sei morti, riportando il presunto decesso di due bambine di 11 anni.

13:34Russia: Ulyukayev condannato a 8 anni di carcere duro

(ANSA) - MOSCA, 15 DIC - L'ex ministro dello Sviluppo Economico, Alexei Ulyukayev, è stato condannato a 8 anni di colonia penale con regime di carcere duro. Lo riporta la Tass. I legali di Ulyukayev hanno già fatto sapere che ricorreranno in appello.

Archivio Ultima ora