Borges afirma que el Gobierno es el peor patrono

Pubblicato il 29 aprile 2012 da redazione

CARACAS- El coordinador nacional de Primero Justicia y diputado a la Asamblea Nacional, Julio Borges inició su declaración recordando la promesa presidencial de construir este año 200 mil viviendas y destacó que hasta esta fecha deberían de haber 65.574 entregadas. Sin embargo, de acuerdo a la Operación Lupa se han registrado anuncios de entrega de apenas 22.325 viviendas.

El coordinador de la tolda amarilla señaló que a pocas horas del 1º de Mayo, Día del Trabajador, fecha anunciada por el Ejecutivo para la promulgación de esa nueva LOT “el Presidente se ha convertido en el peor patrono del país” pues pretende aplicar una reforma a la Ley Orgánica del Trabajo que a su juicio  será aprobada de espaldas del país y que no generará nuevos empleos.

“Traemos nuevas evidencias de la desidia que ha caracterizado la relación con los trabajadores del sector público, que además de mantener más de 300 contratos colectivos vencidos ha criminalizado la protesta laboral y a los sindicatos, echando por tierra la pretensión del Presidente de llamarse “obrerista”.

Manifestó que en el primer trimestre de este año  2012 se han registrado unas 450 protestas laborales en todo el país. “Estamos hablando de 5 protestas diarias que reflejan el amplio descontento de los trabajadores venezolanos con la precaria situación de sus empleos”

Borges mencionó las recientes protestas de Corpoelec, donde sus trabajadores tomaron la entrada de la Central Hidroeléctrica Macagua para exigir nuevo contrato colectivo.

Según Borges, otros ejemplos de empresas del Estado donde se han presentado protestas laborales son Vivex, Abasto Bicentenario y Mercal. “Lo más grave de esta situación ha sido la criminalización de las protestas laborales”, dijo.

Resaltó que los sindicatos del sector público son los más afectados por las constantes violaciones de sus derechos laborales.

El coordinador nacional de Primero Justicia, apuntó que “insistimos en las propuestas que Henrique Capriles Radonski ha consolidado en su Plan Empleo para Todos, como el “Primer Empleo” para otorgarle oportunidades a los jóvenes y “Segunda Oportunidad” para los adultos mayores que han sido relegados. O el impulso a los emprendedores para reducir de forma drástica el trabajo informal que no tiene ninguna estabilidad.”

Ultima ora

18:11Sicilia: Micciché, mai fatti accordi con Lotti

(ANSA) - PALERMO, 17 DIC - Il neo-eletto presidente dell'Ars, Gianfranco Miccichè in una nota dichiara "che con il ministro dello Sport, Luca Lotti, non c'è stato alcun accordo sulla eventualità di far confluire i voti dei deputati del Pd sulla sua candidatura alla presidenza del Parlamento siciliano". "Il ministro Lotti - sottolinea Miccichè - mi ha telefonato dopo la mia elezione per augurarmi buon lavoro".

18:04Savoia: Vittorio Emanuele, domani a Vicoforte per omaggio

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "Domani, alle ore 15.00, insieme a mia moglie Marina, a mio figlio Emanuele Filiberto, a mia sorella Maria Pia ed a mio nipote Serge di Jugoslavia, mi recherò al Santuario di Vicoforte per rendere omaggio alle sepolture provvisorie dei miei nonni, il Re Vittorio Emanuele III e la Regina Elena". Lo scrive, in una nota, Vittorio Emanuele di Savoia.

18:03Savoia: Comunità ebraiche, profonda inquietudine

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "In un'epoca segnata dal progressivo smarrimento di Memoria e valori fondamentali il rientro della salma del re Vittorio Emanuele III in Italia non può che generare profonda inquietudine, anche perché giunge alla vigilia di un anno segnato da molti anniversari", tra cui "gli 80 anni dalla firma delle Leggi Razziste". Lo sottolinea la Presidente dell'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane Noemi Di Segni, ricordando che "Vittorio Emanuele III fu complice di quel regime fascista di cui non ostacolò mai l'ascesa".

18:02Igor: accetta estradizione, ma dopo inchiesta Spagna

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - Norbert Feher, noto come 'Igor il russo' ha risposto in italiano alle domande del giudice spagnolo, Carmen Lamela - durante l'interrogatorio tenuto in videoconferenza - e ha accettato, non opponendosi al mandato di arresto europeo, di essere consegnato in Italia per essere processato per gli omicidi commessi ad aprile tra Bolognese e Ferrarese. Secondo quanto filtra da ambienti investigativi italiani l'eventuale consegna - come è emerso dall'interrogatorio durante l'udienza di convalida in Aragona - avverrà dopo i processi per i tre omicidi - di due agenti della Guardia Civil e di un allevatore - avvenuti in Spagna lo scorso 14 dicembre. Nell'interrogatorio il latitante, fuggito dall'Italia otto mesi fa, ha detto di essere in Spagna da settembre. Sull'affermazione verranno fatti accertamenti.(ANSA).

17:54Papa: Gentiloni, grazie per esortarci a fare mondo migliore

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "Desidero ancora una volta ringraziarla profondamente per il suo inarrestabile impegno che scuote le nostre coscienze e ci esorta a rendere migliore questo mondo". Lo dice il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni in un messaggio di auguri a Papa Francesco per il suo compleanno.

17:53Austria: Salvini, Strache? Non è un estremista

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - In Austria "io non vedo estremisti al governo. Heinz-Christian Strache non è assolutamente estremista, se controllare i confini è estremista allora sono estremista anche io. Io vedo un partito che difende l'interesse nazionale austriaco e io come Lega lo voglio fare non solo in Lombardia e Veneto dove governiamo da anni, ma anche in Puglia o in Campania". Lo afferma il segretario della Lega Matteo Salvini a "1/2 ora in più".

17:42Salvini, serve programma scritto o no alleanze con FI

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "Io chiedo un programma comune del centrodestra, senza un programma scritto" nei suoi "capisaldi non c'è alleanza". Lo afferma il segretario della Lega Matteo Salvini a "1/2 ora in più" su Raitre spiegando che l'abolizione della Fornero, un intervento su immigrazione, scuola e sulle politiche europee, sono i punti "su cui non ci può essere trattativa". "Io ritengo che Berlusconi firmerà", spiega Salvini, ritenendo necessario, in vista dell'ipotesi larghe intese anche "un patto contro gli inciuci".

Archivio Ultima ora