FIORENTINA-NOVARA 2-2: Montolivo tiene vivi i viola, rissa tra Rossi e Ljajic

FIRENZE – Un pari che vale ma che non mette ancora del tutto al riparo la Fiorentina. I viola rimontano il doppio svantaggio e, con una doppietta del suo uomo più discusso, Montolivo, chiudono sul 2-2 l’ultima gara al ‘Franchi’ della stagione con un volitivo Novara, che però deve lo stesso salutare la massima serie.

I piemontesi ci hanno provato ma, nella ripresa, non sono stati capaci di respingere gli assalti mai impetuosi dei padroni di casa, che evitano la sconfitta ma non acciuffano la salvezza matematica. I viola, privi di Vargas, Behrami, Amauri e Jovetic, si presentano con un centrocampo folto e una coppia di attaccanti formata da Cerci e Ljajic. I piemontesi, senza Caracciolo, non rinunciano ad offendere e propongono davanti Jeda e Rubino. La Fiorentina ha un buon inizio, con Lazzari che al 10’ trova attento Coser e Pasqual che, all’11’, manda largo in diagonale.

Al 14’, però, sono gli ospiti ad andare in vantaggio: cross di Gemiti, Jeda stacca tutto solo e per Boruc non c’è nulla da fare. I toscani provano a reagire con Salifu e Lazzari ma gli ospiti fanno sempre buona guardia, il ritmo cala ed il ‘Franchi’ inizia a fischiare. Alla mezz’ora il Novara addirittura raddoppia: Lazzari spintona Porcari nella sua area, Giannoccaro indica il dischetto senza pensarci troppo e Rigoni infila lo 0-2.

Episodio incredibile al 32’: Rossi decide di togliere Ljajic per Olivera, il giovane attaccante viola si siede in panchina e con un applauso ironico scatena la reazione del tecnico, che gli si scaglia contro scatenando una piccola rissa per fortuna subito sedata. Proprio il neo entrato, al 34’, si fa vedere con un destro di controbalzo ma, al 43’, è Rubino a perdere l’attimo per il 3-0.

Nella ripresa i padroni di casa partono più convinti e al 3’ accorciano le distanze. Dopo un salvataggio di Garcia su Montolivo, al 2’ Gemiti spinge Cassani, rigore che proprio il capitano viola trasforma. La Fiorentina ci crede ma il Novara non si fa intimidire, costruendo al 10’ una ghiotta chance con Jeda e rendendosi minacciosa all’11’ con un’incursione di Morganella.

Il Novara insiste, Montolivo però prende per mano i suoi e, dopo aver impegnato Coser dal limite, firma anche il pari al 26’, con una conclusione violenta dopo uno scambio con Cerci. Le due squadre però hanno speso molto e si vede, si diffonde anche la notizia del pari del Lecce con la Juve e la Fiorentina un po’ si deprime, anche se al 42’ ancora Montolivo, al termine di un’azione personale, chiama Coser al mezzo miracolo che fissa lo score sul 2-2. Nel recupero Rigoni fallisce il match-ball: la Fiorentina la spunta ma domenica, con il Lecce, sarà uno spareggio vero e proprio per la permanenza nel calcio che conta.

Condividi: