Giordani: “Frena l’inflazione, ad aprile +0,8%”

CARACAS – La Banca Centrale del Venezuela ha annunciato che l’inflazione relativa al mese di aprile ha subito una variazione dello 0,8%. L’indice nazionale dei prezzi per quanto concerne i primi 4 mesi del 2012 ha fatto registrare un aumento del 4,4 %. Il ministro dell’economia Jorge Giordani ha precisato che l’inflazione annualizzata è scesa al 23,8%.

“Un avvicinamento alla meta prefissata del 20-22%, anche grazie al regolamento dei prezzi degli articoli di pulizia e igiene personale, dei succhi di frutta e dell’acqua minerale che hanno influito per circa un punto percentuale”, secondo il ministro.

Il presidente della BCV, Nelson Merentes, ha ricordato come siano ormai 26 anni che il Venezuela abbia un’inflazione a doppia cifra, precisamente dal 1986 in cui si calcolò un’inflazione dello 0,6%.

Altri tempi, bisognerebbe aggiungere.

“Se si vuole arrivare ad un tasso d’inflazione ad una sola cifra rapidamente non possiamo cantare vittoria, bisogna continuare a lottare. Bisogna aumentare l’offerta per equilibrarla alla domanda”, la ricetta suggerita da Merentes.

Riguardo al settore economico il ‘jefe’ della BCV ha sottolineato i dati positivi sottolineando ancora una volta il primato del settore “più importante del paese”, quello edile, seguito a ruota dal commercio e dal settore manufatturiero.

Il 15 maggio verranno comunicati i dati ufficiali relativi al pil in crescita nel primo trimestre del 2012.