UDINESE-GENOA 2-0: Friulani vicini al sogno europeo

Pubblicato il 06 maggio 2012 da redazione

UDINE – Non chiamatela miracolo, sorpresa, prodigio. Oramai l’’Udinese è una delle più belle e concrete certezze del nostro campionato. Il capolavoro di Francesco Guidolin, che alla sua presenza numero 478 in Serie A è entrato nella top ten degli allenatori con più panchine nella storia del nostro torneo, è sotto gli occhi di tutti. Il 2-0 con il quale i friulani hanno battuto il Genoa è tipico della grande squadra, cinica e decisa, anche se l’arbitro Tagliavento è sembrato abbastanza fiscale nell’espellere prima Kucka e poi Palacio, lasciando i liguri in 9 per circa un’ora. Adesso i friulani ci credono: sono terzi da soli e la Champions è distante solo 90 minuti. Sarebbe un clamoroso bis del fantastico campionato disputato lo scorso anno.

Il tema della partita è chiaro sin dai primi minuti di gioco. Udinese riversata in avanti alla ricerca di un gol che allunghi il sogno Champions, Genoa rintanato nel 4-5-1 scelto da De Canio e concentrato nel non lasciare spazi ai friulani. I tamponamenti e i raddoppi continui del trio Kucka-Belluschi-Biondini funzionano fino alla mezzora, con l’Udinese limitata alle iniziative sulle corsie laterali di Pasquale e Basta e poco pericolosa in avanti. Al 30′, appunto, arriva però l’episodio che cambia il match, mettendo al tappeto il Genoa. Un pugile che sta incassando e provando a giocarsela ai punti, se subisce all’improvviso un 1-2, rischia di capitolare. E così fanno i rossoblu : secondo fallo di un Kucka troppo nervoso e cartellino rosso estratto da Tagliavento. Sulla punizione susseguente Di Natale pennella l’ennesima magia della sua infinita carriera e trafigge Frey, regalando il vantaggio ai friulani e realizzando la sua ventiduesima rete in campionato. Se non è un ko, poco ci manca. A complicare ulteriormente i piani di salvezza genoani ci si mette pure Palacio, o l’arbitro Tagliavento, dipende dalle versioni. L’argentino sembra protestare con un suo compagno, ma il direttore di gara sente un’offesa nei suoi confronti ed estrae il rosso diretto. Inutili le veementi proteste dei rossoblu: la decisione è irrevocabile e negli spogliatoi il Genoa ci finisce sotto di un gol e di due uomini.

La ripresa genoana è un’agonia. L’Udinese prima addormenta la partita con un possesso palla asfissiante e poi, al 66′, la chiude con Floro Flores, bravissimo a deviare in rete un cross di Basta. Friulani che controllano agevolmente tutti i secondi 45 minuti, senza mai rischiare e provando anche ad arrotondare il punteggio. Solo un grande Frey evita il tracollo ai rossoblù, che tentano di risparmiare energie in vista della sfida decisiva con il Palermo. La squadra di De Canio dovrà conquistare almeno un punto nella gara di domenica prossima per conquistare la matematica salvezza e dovrà farlo senza il suo bomber principe Rodrigo Palacio. L’Udinese pensa in grande: il preliminare di Champions in questo momento è distante una partita, grazie al passo falso del Napoli a Bologna. Guidolin e i suoi ragazzi non vogliono sbagliare: al Massimino di Catania servirà la partita perfetta per confermare la straordinaria continuità dimostrata nelle ultime due stagioni. Parafrasando uno slogan di una nota società immobiliare, l’Udinese non è un sogno, ma una splendida realtà.

Ultima ora

15:53Nuoto: Paltrinieri in finale nei 1500 sl

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Tre pass per le semifinali, quattro per le finali e un primato personale per l'Italia nella seconda giornata dei campionati europei di nuoto in vasca da 25 metri di Copenhagen. Gregorio Paltrinieri si è qualificato per la finale di domani dei 1500 sl con il terzo crono in 14'34"81. Accede alla finale dei 200 sl Fabio Lombini con l'ottavo tempo Elena Di Liddo e Ilaria Bianchi entrano in semifinale dei 50 farfalla, rispettivamente con il 14/o e 15/o tempo. Eliminati nelle batterie dei 200 rana Nicolò Martinenghi e Luca Pizzini. Erika Ferraioli - decimo crono - e Federica Pellegrini - tredicesimo - accedono alle semifinali dei 100 sl. Nei 100 dorso Simone Sabbioni strappa il pass per la semifinale con il secondo tempo, avanza con il 16/o crono anche Lorenzo Mora. Ilaria Cusinato - già quarta nei 400 misti - si qualifica per la semifinale dei 100 misti. Federico Turrini accede alla finale dei 400 misti con il settimo tempo. Qualificazione in finale con l'ottavo tempo per la staffetta 4x50 mista mista.

15:50Evasione fiscale e truffe, eseguite 14 misure nel cosentino

(ANSA) - COSENZA, 14 DIC - Beni per oltre 33 milioni di euro sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza di Cosenza nell'ambito dell'operazione Matassa, coordinata dalla Procura di Paola, che ha smantellato un'associazione a delinquere finalizzata alla truffa ai danni dello Stato ed alla commissione dei reati fiscali. Quattordici le misure cautelari eseguite (12 in carcere e due ai domiciliari di donne con figli minori). Tra i beni sequestrati due parchi acquatici, ville, auto, società e opere d'arte. Il sistema era basato su società, tutte fittizie, operanti nei settori della pubblicità, dell'immobiliare o delle ricerche di mercato e consulenza amministrativa che creavano crediti falsi da utilizzare a compensazione per il pagamento di contributi e imposte. Diecimila i modelli F24 analizzati per ricostruire il meccanismo, molti con importi di 0,1 centesimo per evitare il blocco delle procedure di compensazione, attraverso l'utilizzo dell'home banking.(ANSA).

15:48Calcio: Mondiale Club, Fifa, Real? Var giusta

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - La Fifa non condivide le critiche del Real Madrid sulla Var entrata in azione due volte nel match vinto dai blancos 2-1 contro l'Al Jazira nella semifinale del Mondiale per club giocata ieri. La prima per annullare un gol a Benzema nel primo tempo, la seconda sulla possibile rete del 2-0 per la formazione araba non convalidata per un leggero fuorigioco. Una protesta quella delle merengues che - come riporta il quotidiano spagnolo As - il massimo organo del calcio mondiale "non condivide né capisce, perché pensa che nei due episodi siano state prese le decisioni giuste".

15:31Calcio: Donnarumma, tifosi Milan contro Raiola

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - Da San Siro ai social network, monta la contestazione dei tifosi contro Gianluigi Donnarumma per aver messo in discussione il rinnovo con il Milan firmato a luglio per presunte pressioni psicologiche. Secondo chi lo ha visto allenarsi in mattinata a Milanello, l'umore del portiere è piuttosto negativo, in linea con quanto è apparso ieri durante la partita contro il Verona, quando ha reagito ai fischi e agli insulti scuotendo la testa sconsolato, fin quasi alle lacrime. Dopo la partita il ds rossonero Massimiliano Mirabelli ha criticato ("Sappiamo da dove viene il male") l'agente del portiere, Mino Raiola, senza mai nominarlo, e c'è lo stesso obiettivo nel mirino dei tifosi, che sui social network stanno rilanciando l'hasthag #gigiomollalo, esortando il calciatore a prendere posizione e scaricare il procuratore.

15:09Migranti:sbarcati in 41 in porto Crotone, erano su veliero

(ANSA) - CROTONE, 14 DIC - Quarantuno migranti sono sbarcati stamani al porto di Crotone a bordo di una motovedetta della Guardia di Finanza che li ha intercettati ad un miglio al largo di Capo Colonna. I migranti, tutti irakeni, viaggiavano a bordo di un veliero. Sono in corso, nel porto di Crotone, le operazioni di accoglienza dei profughi come previsto dal sistema coordinato dalla Prefettura che prevede anche delle visite mediche e tutti gli accertamenti relativi alla loro provenienza. I migranti verranno ospitati nel Centro di accoglienza di Sant'Anna di Isola Capo Rizzuto.(ANSA).

15:02Calcio: Torino, Petrachi ds per altri due anni

(ANSA) - TORINO, 14 DIC - Gianluca Petrachi sarà il direttore sportivo del Torino per altri due anni, fino al 2020. Il club granata, sul proprio sito, ha infatti annunciato di avere prolungato il rapporto con il dirigente. "Dopo otto anni di proficua collaborazione - si legge - ed un importante lavoro svolto insieme, il presidente Urbano Cairo comunica di aver rinnovato il contratto" del direttore sportivo. L'accordo mette fine alle voci sull'addio di Petrachi, che ha molti estimatori, anche all'estero.

14:53Calcio: Serie A, Verona-Milan a Orsato

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Queste le altre designazioni per le partite della 17/a giornata di serie A in programma domenica 17 dicembre alle ore 15. Benevento-Spal (ore 18): Pasqua; Crotone-Chievo: Pairetto; Fiorentina-Genoa: Calvarese; Verona-Milan (ore 12.30): Orsato; Sampdoria-Sassuolo: Gavillucci.

Archivio Ultima ora