Allarme antipolitica, Bersani: «Disagio segnerà il voto» Maggioranza pensa già al ‘dopo-elezioni’

Pubblicato il 06 maggio 2012 da redazione

ROMA – La politica attende con il fiato sospeso i risultati delle amministrative. Le urne chiuderanno solo oggi pomeriggio, ma sulla base dei dati sull’affluenza diffusi alle 19 dal Viminale non si registra un calo vistoso nel numero di votanti: appena l’uno per cento sulla media nazionale rispetto alle passate elezioni. Una tendenza che se confermata farebbe ben sperare per i partiti che continuano a guardare con apprensione all’esito delle urne. In particolare quelli che sostengono il governo timorosi di dover pagare a caro prezzo per i ‘’sacrifici’ chiesti da Mario Monti a fronte di un rafforzamento dell’antipolitica rappresentata nel movimento di Beppe Grillo.

– C’è rabbia in giro, la si può capire, c’è disagio. E questo lascerà un segno su questo appuntamento elettorale – pronostica un preoccupato Pier Luigi Bersani -. Durante la campagna elettorale – ha aggiunto prima di recarsi al seggio nella scuola Pezzani con la moglie Daniela e la figlia Margherita – ho registrato anche una volontà positiva. C’è voglia di tornare ai fondamentali: il lavoro, l’onestà, la correttezza e una buona politica.

Il comico genovese, anche ieri, è tornato a scagliarsi contro la politica ‘tradizionale’, chiedendo ai partiti di ‘’posare il maltolto’’ e togliersi di mezzo; e nel preannunciare l’arrivo di un ‘’terremoto sociale’’ dà a tutti appuntamento in Parlamento. E proprio il comico genovese trova l’inaspettato sostegno di Mina che in una lettera pubblicata sul blog di Grillo invita il leader del movimento 5 Stelle a proseguire la sua battaglia contro gli ‘’uomini della prima, della seconda, della terza, della quarta, della ennesima Repubblica’’ che stanno facendo di tutto pur di ‘’ritrovare la verginità’’.

Personaggi, ironizza la cantante, ‘’leggermente sputtanati e disfatti in decenni di infernale e volgare promiscuità e sfrenato onanismo, senza controllo e con autoreferenzialità, stanno rivalutando all’improvviso il concetto di purezza’’.
Non è un caso che proprio l’antipolitica sia oggetto di attenzione anche da parte del mondo cattolico.

– Oltre ad essere particolarmente attaccati e dipendenti dalle cose materiali, ad allontanare sempre più i giovani dalle istituzioni è la cosiddetta antipolitica, aspetto questo negativo e diseducativo. Ci vuole quindi una netta inversione di tendenza – ammonisce il cardinal Angelo Bagnasco, presidente della Cei. Timori che contagiano anche il governo.

– Quello dell’antipolitica è un vento molto forte. C’è un problema – riconosce Andrea Riccardi, ai microfoni di Tgcom24. Il ministro della Cooperazione internazionale punta il dito contro i partiti della seconda Repubblica che a suo giudizio ‘’sono stati molto mediatici e i loro leader sembravano molto vicini alla gente, ma di fatto erano molto lontani’’.

Anche Mario Monti, in queste settimane, ha tenuto d’occhio gli umori degli elettori. Prima li ha incalzati sottolineando, come fece dall’Asia, che il governo a differenza dei partiti aveva il consenso della gente. Poi, col passare dei giorni, ha compreso che se i partiti non avessero reagito al vento dell’antipolitica anche il governo avrebbe rischiato di essere travolto. Ecco perchè, nel solco tracciato dal Quirinale, ha battuto ripetutamente il tasto delle riforme (elettorale, ma anche del finanziamento dei partiti) nella speranza che rinnovandosi le forze politiche possano contrastare una tendenza pericolosa per tutti. Un richiamo che i partiti hanno raccolto a parole, ma non con azioni concrete, come dimostrano le esitazioni sul fronte della riduzione dei rimborsi elettorali. Resta il fatto che da palazzo Chigi continua a filtrare fiducia nel fatto che, passate le urne, le fibrillazioni si ridurranno. Eppure, soprattutto nel Pdl, l’ansia per i risultati è palpabile. Forse anche per questo Silvio Berlusconi, qualche giorno fa, le ha ridimensionate:

– Le elezioni amministrative non hanno un valore politico per il Paese. C’è una grandissima percentuale di cittadini confusa, che non sa per chi o cosa votare – aveva detto il Cavalieri -.Un festival dell’antipolitica di cui siamo tutti quanti consapevoli.

Ultima ora

15:32Germania: Schulz chiede ministero finanze, Merkel frena

(ANSA) - BERLINO, 18 DIC - I media tedeschi affermano che Martin Schulz rivendicherebbe il ministero delle finanze per l'Spd, nel caso in cui si arrivasse a un governo di Grosse Koalition. Ma Angela Merkel, sollecitata in materia, frena. "Parlare di una distribuzione dei ministeri, non avendo ancora neppure la certezza di costruire insieme un governo, non mi sembra la sequenza giusta", ha affermato, rispondendo alle domande dei giornalisti, in conferenza stampa, rispetto a possibili desiderata dei socialdemocratici. È stato il giornale economico Handelsblatt a scrivere oggi, in prima pagina, che il leader dei socialdemocratici vorrebbe per il suo partito il ministero delle finanze.

15:25Calcio: Coppa Italia, Pasqua arbitra Napoli-Udinese

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - Questi gli arbitri, gli assistenti, i IV Ufficiali, i Var e gli assistenti Var per le partite valide per gli ottavi di finale di Coppa Italia in programma da domani: Napoli-Udinese (19/12 ore 21): Pasqua di Tivoli Mondin-Bellutti/Di Paolo/Pairetto-Fiorito); Atalanta-Sassuolo (20/12 h.15): Ghersini di Genova (Rocca-La Notte/Minelli/Giacomelli-Ranghetti); Roma-Torino (20/12 ore 17.30): Calvarese di Teramo(Paganessi-Prenna/Abbattista/Banti-Di Vuolo); Juventus-Genoa (20/12 ore 20.45): Maresca di Napoli (La Rocca-Bindoni/Marini/Mariani-Alassio).

15:20Migranti: ok a progetto per impiego in Scavi Pompei e Reggia

(ANSA) - NAPOLI, 18 DIC - Una migliore distribuzione dei migranti sul territorio attraverso anche l'impiego sperimentale nei servizi sociali, in particolare in alcune realtà turistiche di grande pregio come gli Scavi di Pompei e la Reggia di Caserta. É il senso del protocollo d'intesa siglato oggi a Napoli con il ministro degli Interni Marco Minniti da 265 sindaci della Campania (il 70% del territorio) per l'accoglienza dei richiedenti asilo. "Un progetto bello e straordinario - ha sottolineato il ministro - che mette in campo una visione comune basata su accoglienza, umanità, integrazione e sicurezza e che se dovesse avere successo renderà migliore non solo la Campania ma l'Italia intera".

15:16Assad, 400 mld dollari di danni materiali dalla guerra

(ANSA) - MOSCA, 18 DIC - I danni materiali del conflitto in Siria ammontano a circa 400 miliardi di dollari: è la stima fatta dal controverso presidente siriano Bashar al Assad e riportata oggi dal vice premier russo Dmitri Rogozin. "Secondo le stime del presidente siriano - ha detto Rogozin - i danni provocati da questa aggressione contro la Siria ammontano a circa 400 miliardi di dollari".

15:16Calcio: Torino, Ansaldi operato a Monaco,intervento riuscito

(ANSA) - TORINO, 18 DIC - E' "perfettamente riuscito" l'intervento di sports Hernia, l'ernia dello sportivo, a cui è stato sottoposto Cristian Ansaldi. Il difensore del Torino, che ha anticipato l'intervento già previsto per giugno approfittando dalla lesione muscolare alla lesione destra che comunque l'avrebbe tenuto fuori fino al 2018, è stato operato dalla professoressa Ulrike Mushawech alla Atos Klinik di Monaco di Baviera. Era presente anche il responsabile sanitari del club granata, Rodolfo Tavana. Nei prossimi giorni, informa il club, Ansaldi verrà dimesso e tornerà a Torino dove lavorerà con lo staff medico granata per riprendere l'attività sportiva. I tempi per il recupero all'attività agonistica non sono stati resi noti.

15:15Calcio: Udinese, Oddo “a Napoli per passare il turno”

(ANSA) - UDINE, 18 DIC - "Non sottovalutiamo l'impegno di Coppa, andiamo a Napoli per vincere, per passare il turno. Se poi saranno più bravi di noi...". Il proclama arriva dal tecnico dell'Udinese Massimo Oddo, nella conferenza stampa della vigilia in vista della gara degli ottavi di coppa Italia a Napoli, che riporta i bianconeri di fronte alla capolista, dopo il successo di sabato con l'Inter. Una gara preparata "questa mattina", con un occhio al prossimo impegno di campionato sabato con l'Hellas Verona che porterà un inevitabile turnover: "Ci sono due partite in una settimana, quindi è normale provare a gestirle, con i pro e i contro, a prescindere contro chi giochi. Qualcuno ha bisogno a livello fisico di recuperare, chi va in campo va a cogliere una opportunità importante", ha aggiunto annunciando che in porta giocherà Scuffet e con gli uomini contati in difesa ne confermerà "due su tre".

15:13Romania: migliaia in piazza contro riforma giustizia

(ANSAmed) - BELGRADO, 18 DIC - In Romania migliaia di persone hanno nuovamente manifestato ieri sera in varie città del Paese contro la riforma del sistema giudiziario varata dal governo del premier socialdemocratico Mihai Tudose, accusata di minare lo stato di diritto e vanificare la lotta alla corruzione dilagante. Nella capitale Bucarest circa 5 mila persone hanno percorso in corteo il centro della città partendo dalla sede del governo e raggiungendo il parlamento, dove oggi è in programma una seduta dedicata all'esame della legge contestata. "Vogliamo giustizia, non corruzione", "Governo covo di ladri", hanno scandito i manifestanti che hanno sfidato il maltempo e il freddo intenso. Proteste popolari si sono registrare in diverse altre città quali Timisoara, Cluj, Brasov.

Archivio Ultima ora