Il Cav. da Mosca: «Confederare i moderati»

Pubblicato il 07 maggio 2012 da redazione

ROMA – Angelino Alfano non ci gira intorno e parla di sconfitta. Silvio Berlusconi, da Mosca, prova a minimizzare gettando acqua sul fuoco:
– Il risultato è ben al di sopra delle aspettative.

Parole usate soprattutto per archiviare in fretta l’esito delle urne e guardare già al dopo: un dopo che prevede una confederazione dei moderati. Operazione che ha comunque bisogno di tempo. Un dato che dovrebbe, almeno al momento, garantire il governo Monti.

Ma l’umore dei dirigenti del partito è pessimo: tranne il successo di Lecce, il Popolo della Libertà perde città simbolo come Palermo ed al Nord in molte realtà è scavalcato dai grillini. Ad informare il Cavaliere della debacle è l’ex Guardasigilli. La fotografia fornita è dura, l’ex capo del governo ascolta in silenzio dicendosi però convinto che il suo partito sia stato penalizzato innanzitutto dall’antipolitica, dall’aver rotto l’alleanza con la Lega, ma soprattutto a ‘pesare’ nel voto dell’elettorato è stato l’appoggio al governo di Mario Monti.

– Paghiamo un prezzo nella consapevolezza che lo stiamo pagando per il bene dell’Italia – è il messaggio che manda Alfano per mettere in chiaro che la sconfitta non avra’ ripercussioni sulla tenuta del governo. Già ma fino a quando, si domandano ormai nel Pdl e sopratutto se lo chiede l’ala più critica convinta che l’unica alternativa per evitare di ‘’scomparire’’ sia quella di staccare la spina al governo. Alfano e il Cavaliere sanno bene che il malumore è tanto, così come il rischio di un’implosione, ma alternative al momento non ce ne sono. Certo è, spiegano da via dell’Umiltà, che la musica deve cambiare. Ed il primo segnale di una presa di distanza dall’esecutivo è la richiesta avanzata dall’ex Guardasigilli stoppare i cosiddetti vertici ‘Abc’ con il premier. Riunioni, accusa Alfano, che ‘’non hanno portato a nulla’’. A questo si accompagnerà un pressing costante sull’esecutivo con la ‘minaccia’ di votare solo i provvedimenti che ricevono l’ok del partito.

Toni muscolari per tenere a freno l’ala più critica che giorno dopo giorno aumenta il consenso interno. La debacle delle amministrative di fatto ha ripercussioni anche sulla figura del segretario. Ed anche se nessuno ne chiede ufficialmente le dimissioni, in molti pretendo una ‘svolta’ come ad esempio il sindaco di Roma Gianni Alemanno che chiede ‘’la convocazione urgente del congresso’’. Togliere il sostegno a Monti ora sarebbe una mossa folle, è l’opinione invece di chi consiglia al Cavaliere di usare la prudenza e di non perdere tempo nel dare una nuova veste al Pdl. Già perchè è quello il progetto nella mente dell’ex premier che anche ai suoi ha ripetuto la necessità di accelerare con il rinnovamento:
– Dobbiamo presentare agli elettori – ha detto anche ieri – qualcosa di nuovo se vogliamo riconquistare i voti.

Ultima ora

08:46Agguato all’alba in un pub a Napoli, ucciso 29enne

(ANSA) - NAPOLI, 27 MAG - Agguato all'alba in un pub di via Riviera di Chiaia a Napoli dove un uomo con il viso nascosto da un passamontagna è entrato nel locale e ha esploso alcuni colpi d'arma da fuoco contro Carmine Picale, 29 anni, già noto alle forze dell'ordine, ferendolo gravemente. L'uomo, di San Giorgio a Cremano (Napoli), è stato accompagnato da alcuni amici nell'ospedale Loreto Mare della città, dove è deceduto. Sull'accaduto sono in corso indagini dei carabinieri. (ANSA).

08:35Libia: assalto carcere Tripoli, giallo su prigionieri

(ANSA) - ROMA, 27 MAG - Una milizia armata fedele al governo di unione nazionale del premier Fayez al Sarraj (le brigate rivoluzionarie di Tripoli di Haitem Tajouri) ha assaltato ieri sera e preso il controllo del carcere di Al Hadaba, a Tripoli. Lo riferiscono i media libici. Nella struttura sono reclusi diversi esponenti dell'ex regime, compresi Saadi Gheddafi - figlio del defunto rais Muammar - e l'ex capo degli 007 Abdallah al Senoussi. Secondo diverse fonti, i prigionieri sono stati trasferiti in un "luogo sicuro".

08:32Mo: finito sciopero fame detenuti palestinesi

(ANSAmed) - TEL AVIV, 27 MAG - Dopo oltre 40 giorni e' terminato oggi lo sciopero della fame dei membri di al-Fatah detenuti in Israele indetto dal loro dirigente Marwan Barghouti. Lo rende noto il servizio carcerario israeliano. Secondo i media nella notte e' stato raggiunto un accordo fra Israele, Anp e la Croce rossa che prevede ''benefici di carattere umanitario'' per i palestinesi detenuti in Israele. Questo sviluppo e' giunto in concomitanza con l'inizio del digiuno del Ramadan.

06:53Usa: morto Brezinski, consigliere sicurezza di Jimmy Carter

WASHINGTON - E' morto Zbigniew Brzezinski, consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti durante la presidenza di Jimmy Carter. La notizia e' stata data dalla figlia Mika, conduttrice televisiva nel programma mattutino 'Morning Joe' dell'emittente MsNbc. Brzezinski aveva 89 anni.

04:29Usa: retromarcia Casa Bianca, pubblichera’ permessi lobbisti

NEW YORK - La Casa Bianca fa un passo indietro e decide che pubblichera' le dispense e i permessi concessi ad alcuni ex lobbisti per lavorare nell'amministrazione. Le esenzioni e i permessi sono necessari per coloro che vogliono lavorare a politiche governative che li vedevano direttamente coinvolti nel settore privato come lobbisti o legali di settore. Le deroghe sono emesse da ogni singola agenzia governativa e dalla Casa Bianca caso per caso, e consentono a chi le ottiene di ignorare le politiche etiche.

04:26Russiagate: Reuters, spuntano 3 nuove telefonate Kushner

NEW YORK - Jared Kushner, uno dei piu' stretti consiglieri di Donald Trump e marito di Ivanka, avrebbe avuto piu' contatti di quanto finora noto con l'ambasciatore russo negli Stati Uniti, Sergei Kislyak. Lo riporta la Reuters citando alcune fonti, secondo le quali Kushner avrebbe avuto almeno tre telefonate, finora non note, con Kislyak fra l'aprile e il novembre 2016. Kushner, afferma il suo legale Jamie Gorelick, non ricorda le telefonate.

04:23G7: nessuna conferenza stampa in programma per Trump

NEW YORK - Nessuna conferenza stampa in programma per il presidente Donald Trump al termine del G7. Secondo le indicazioni offerte dalla Casa Bianca, il presidente americano partecipa ai lavori del G7, con il primo appuntamento alle 9,15 del mattino italiane di sabato. Alle 11,45 Trump partecipa al pranzo del G7 e alla sessione di lavoro. Poi il programma presidenziale passa subito all'appuntamento delle 17,15 a Sigonella, dove Trump rilascera' una dichiarazione davanti alle forze militari americane. Alle 17,54 e' prevista la partenza con direzione Washington.

Archivio Ultima ora