Obama si schiera: sì ai matrimoni gay

NEW YORK – Barack Obama si schiera a favore dei matrimoni gay, diventando il primo presidente della storia americana ad assumere una tale posizione. L’annuncio è affidato a un’intervista della Abc, nella quale Obama spiega di aver maturato la propria convinzione negli anni, parlando ‘’con amici, con la famiglia e con i vicini’’. Mettendo in evidenza – secondo gli estratti della Abc – come la sua posizione sia personale, Obama sottolinea di sostenere l’idea che siano i singoli stati a dover decidere.

Le figlie dietro l’annuncio
“Le coppie dello stesso sesso dovrebbero potersi sposare” annuncia Obama, citando Malia e Sasha, e il fatto che proprie le figlie, anche per motivi generazionali, siano a proprio agio con le coppie dello stesso sesso: “Malia e Sasha hanno amici i cui genitori sono dello stesso sesso. Alcune volte io e Michelle ci sediamo a tavola e parliamo con Malia e Sasha dei loro amici e dei loro genitori e a loro non viene neanche in mente che dovrebbero essere trattati diversamente. Per loro non ha senso e francamente questo è qualcosa che cambia la prospettiva’’.

Obama ammette anche che la First lady ha avuto un ruolo nella sua decisione. “E’ qualcosa di cui abbiamo parlato negli anni e lei condivide. Siamo ambedue cristiani e ovviamente questa posizione potrebbe sembrare strana agli occhi degli altri. Ma quando pensiamo alla nostra fede, la base è che non solo Gesù si è sacrificato per noi ma che gli altri vanno trattati come noi vorremmo essere trattati’’. “A un certo punto – ha aggiunto – ho semplicemente concluso che per me personalmente è importante andare avanti ed affermare che credo che le persone dello stesso sesso dovrebbero potersi sposare”.

In Carolina Nord passa referendum
contro nozze gay
Gli elettori della Carolina del Nord hanno votato in larga maggioranza in favore di un emendamento costituzionale che vieta i matrimoni gay. E’ infatti passato con il 60% dei voti il referendum che si è svolto martedì, facendo così segnare un’importante vittoria ai conservatori repubblicani ed ai gruppi religiosi proprio in un momento in cui da più parti in casa democratica si chiede a Obama di prendere una posizione esplicitamente in favore dei matrimoni gay durante la prossima campagna elettorale.

Condividi: