Città Sant’Angelo

L’abitato vestino-romano fu probabilmente distrutto nell’alto Medioevo e sarebbero stati i Longobardi a ricostruire il paese nell’odierna ubicazione, lasciando in eredità il culto dell’Angelo. Testimonianze di questo culto sono presenti nel toponimo e anche nello stemma comunale, che rappresenta San Michele Arcangelo mentre uccide il drago. È storicamente accertato che, l’allora Civita Sancti Angeli, fu distrutta nel 1239 da Boemondo Pissono, giustiziere di Federico II di Svevia, per aver stretto alleanza con la Chiesa. Successivamente, lo stesso Imperatore concesse la facoltà di ricostruire l’abitato in tre casali. Lo sviluppo urbano avvenne in tre momenti: dopo il 1240 la ricostruzione del nucleo fortificato a semicerchio, delimitato attualmente da Strada Castello, Strada Minerva, Via del Ghetto e Via del Grottone; la venuta degli ordini monastici nella prima metà del XIV secolo, che vide l’ampliamento delle chiese esistenti e la realizzazione di monasteri, ed infine la ricostruzione vera e propria con i palazzi gentilizi della borghesia agraria nel XVII secolo. L’attuale impianto “a fuso” si è dunque costituito grazie a successive espansioni ed aggregazioni dei nuclei abitativi precedenti andando a delineare il centro storico così com’è oggi, attraversato da un lungo corso che si interseca con una serie di stradine e vicoli chiusi, chiamati “rue”, entro la cinta muraria con le porte parzialmente conservate.

Città sant’angelo,
meraviglia da scoprire
A soli cinque minuti dall’uscita autostradale Pescara Nord scoprirete la bella Città Sant’Angelo. Il centro storico di Città Sant’Angelo è una suggestiva parentesi del tempo, dove immergersi in un’atmosfera ricca di molteplici spunti. Dalle numerose manifestazioni culturali ed enogastronomiche che si svolgono nel corso di tutto l’anno, alla scoperta di beni architettonici di grande valore, fino alla romantica passeggiata panoramica dove il mare a est e le montagne a ovest si affacciano imponenti allo sguardo, questo antico borgo accoglie il visitatore in una dimensione unica. Posta a 325 metri sul l. m. Città Sant’Angelo stupisce per la sua vivacità, le sue sentite tradizioni, i prodotti tipici, l’incantevole paesaggio e una posizione davvero invidiabile. A soli 18 chilometri dalla città di Pescara, a 30 minuti dalla montagna e con il mare che lambisce il suo territorio, questo borgo collinare è il luogo perfetto per un soggiorno rilassante e stimolante nello stesso tempo.

Il prodotto del borgo
(La culla del buon mangiare)
Il territorio di Città Sant’Angelo è sede di rigogliose colture dedicate a uliveti e vigneti. Sono infatti numerose le aziende agricole produttrici di vino e di olio extravergine d’oliva di una qualità straordinaria. Per questo, Città Sant’Angelo è riconosciuta come “Città dell’Olio”, “Città del Vino”, e “Cittaslow”. Testimonianze concrete di una qualità della vita fatta anche della genuinità dell’enogastronomia locale. La cucina angolana risente sia dell’influsso di quella teramana, che delle contaminazioni con l’entroterra pescarese, da quest’ultima prende soprattutto la diffusione degli arrosticini,amatissimi spiedini di castrato ormai famosi.

Il piatto del borgo
Tra le ricette del borgo, una delle più note è “la mugnaia”, un filo unico di pasta lavorato a mano e condito con sugo di carni. Tra i secondi tipici troviamo l’agnello “casce e ove” (agnello all’angolana), cotto al tegame e ripassato con una stracciatella di formaggio e uova, il “cif e ciaf”, un saporito spezzatino di maiale, e poi “stocche e patene”, ovvero stoccafisso cotto al tegame con le patate, vere prelibatezze per gli amanti dei sapori decisi. Tra i dolci spiccano la “pizza doce”, un pan di spagna imbevuto di caffè e liquore alchermes, con tre strati di farcitura e “li tatune “, dei biscotti realizzati a mano con miele, cannella, mosto cotto e mandorle tritate, un risultato eccezionale!

SCHEDA  DEL BORGO
Provincia di Pescara

Come si raggiunge
IN AUTO: Autostrada Adriatica A14 uscita Pescara Nord/Città Sant’Angelo, seguire indicazioni per Città Sant’Angelo.
IN TRENO: Stazione ferroviaria di Pescara Centrale (18 km circa). Proseguire in autobus. Info orari www.ferroviedellostato.it
IN AUTOBUS: Autolinee ARPA (Autolinee Regionali Pubbliche Abruzzesi). Info orari www.arpaonline.it
IN AEREO: Aeroporto di Pescara (20 km circa); Roma Ciampino (206 km circa); Roma Fiumicino (235 km circa); Napoli (196 km circa)
VIA MARE: Porto turistico di Pescara (17 km circa). Maggiori info www.marinape.com
Distanze in km
L’Aquila 97, Chieti 31, Pescara 18.
Abitanti
14.250 (988 nel centro storico)
Patrono
S. Michele Arcangelo (lunedì successivo alla terza domenica di settembre)