Bossi Jr.: “Nessuna laurea in Albania”. Trovata sua lettera a Belsito con spese per auto e multe

Pubblicato il 10 maggio 2012 da redazione

MILANO – Per una settimana intera, la riproduzione di quel diploma di laurea albanese in gestione aziendale ha alimentato lo scandalo in casa leghista. Ieri sera Renzo Bossi ha deciso di parlare, per giurare che lui, con quella vicenda, non c’entra nulla. Anzi, ne sarebbe “venuto a conoscenza solo ora”, nel mezzo di quello che lui stesso è convinto sia un “massacro mediatico continuativo” nei suoi confronti ma con l’obiettivo politico di “impaurire” il padre Umberto per la ricandidatura alla segreteria federale della Lega.

– Mi dissocio completamente da quel diploma universitario – ha detto Renzo all’Ansa -. Non sono mai stato in Albania, non parlo l’albanese, non ho mai vantato titoli accademici e non sono mai stato a conoscenza di quel documento datato 2010.

L’ex consigliere regionale lombardo, dimessosi proprio al montare delle inchieste giudiziarie sui fondi del movimento, che sarebbero stati usati per le spese personali dei membri della famiglia, offre un’indicazione più circoscritta, per smentire quella laurea trovata dai magistrati nella cartelletta ‘The Family’ dell’ex tesoriere Belsito.

– A un’analisi critica chiunque può constatare che la data di nascita è oltretutto errata – ha sostenuto evidenziando che nelle foto il documento indica ottobre al posto di settembre -. Quanto riferisco è avvalorato dal fatto che siamo nel 2012 e solo oggi ne vengo a conoscenza: non ho mai detto di essere laureato e questo avrà un senso…

Sottolineatura, questa, che evoca gli accenni agli studi universitari del figlio cui spesso Umberto Bossi non ha rinunciato anche in recenti comizi. Benché in una intervista abbia cullato l’idea di lavorare in futuro come contadino, c’è chi giura, fra chi conosce bene la famiglia, che Renzo stia effettivamente studiando per laurearsi, a Londra. Ma questo è sempre stato un particolare mantenuto al limite del mistero. Di certo c’è che la sua carriera di studi è diventata motivo di imbarazzi nella Lega. Prima la maturità mancata tre volte, poi la presunta laurea. “In campagna elettorale abbiamo dovuto occuparci di diamanti e di lauree in Albania”, commentava amaro l’europarlamentare Matteo Salvini.

La lettera di Bossi jr a Belsito
Un lungo elenco della spesa di costi da sostenere tra noleggio auto e riparazioni in officina, oltre a ringraziamenti. E’ il contenuto di una lettera trovata nella cassaforte dell’ex tesoriere della Lega Nord, Francesco Belsito scritta nel gennaio del 2011 da un Riccardo che gli inquirenti individuano nel primogenito di Umberto Bossi.

Nella lettera che inizia con un ‘Caro Francesco’, Riccardo elenca “i pagamenti cui devo far fronte al 31 gennaio 2011”. Prima di tutto “l’ultimo pagamento per il noleggio della Clio” pari a 981 euro, poi l’indicazione di “saldare in contanti le multe arrivate ad oggi” per 1.857 euro. Quindi vi è il “noleggio di altra auto” non specificata per 5.175 euro più 7.450 euro, per un totale di 12.625 euro. Segue la necessità di “saldare il lavoro di carrozzeria” per 3.900 euro e altre spese relative a rate di leasing e assicurazione per 2.589 euro.

La lettera si chiude con un “grazie mille per tutto quello che stai facendo e sarò a tua completa disposizione per ogni approfondimento che ritieni necessario”.

Ultima ora

12:37M5S: sindaca Dorgali annuncia su Fb, sono indagata

(ANSA) - NUORO, 15 DIC - La sindaca di Dorgali (Nuoro) Maria Itria Fancello, del Movimento 5 stelle, è indagata dalla Procura di Nuoro per turbativa d'asta. Lo ha annunciato lei stessa su Facebook, in nome di quella trasparenza richiesta dal suo partito. "Volevo informare i cittadini di Dorgali che mi è stata notificata una richiesta di proroga delle indagini da parte della procura di Nuoro - spiega - a quanto pare, insieme a mio marito, ex dipendente della cooperativa Ghivine, e all'assessore Fabrizio Corrias sono indagata per turbativa d'asta. Per quanto sono riuscita a ricostruire, non ho ricevuto avvisi di garanzia, né ero a conoscenza dell'attività, si tratterebbe della gara di aggiudicazione della gestione dei siti archeologici. Un bando che è stato pubblicato il giorno successivo all'insediamento del nuovo consiglio comunale. Per cui né io, né altri componenti della giunta abbiamo avuto nulla a che fare con la gara, assegnata da un'apposita commissione". "Ho fiducia nella giustizia - prosegue la prima cittadina di Dorgali - e mi sento confortata dal fatto di aver sempre agito per il bene dei cittadini. Ve lo dovevo per quella trasparenza che contraddistingue il MoVimento 5 Stelle. Vi terrò aggiornati." (ANSA).

12:32Brexit: Gentiloni, seconda fase non più facile della prima

(ANSA) - BRUXELLES, 15 DIC - "La seconda fase (dei negoziati sulla Brexit, ndr) non sarà più facile della prima": lo ha detto il premier Paolo Gentiloni, spiegando che ieri il Consiglio Ue ha "accolto con grande cortesia" la disponibilità espressa dalla premier britannica Theresa May nel suo intervento. Il summit Ue discuterà di Brexit questa mattina, senza la May. Ieri la premier ha "rivendicato la linea con la quale siamo riusciti ad arrivare all'intesa con la Commissione qualche giorno fa", ha spiegato Gentiloni, ribadendo che i leader Ue restano "consapevoli" delle difficoltà della seconda fase.

12:30Francia: scontro treno-scuolabus, bilancio sale 6 morti

(ANSA) - PARIGI, 15 DIC - Il bilancio della collisione tra un treno regionale e uno scuolabus a Milau, nel sud-ovest della Francia, sale a 6 morti. E' quanto rivela France Info precisando che altri due ragazzi oltre ai quattro annunciati ieri non ce l'hanno fatta. Entrambi avevano 11 anni.

12:06Terrorismo: espulso francese, ha mimato spari contro Cc

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - Con un provvedimento firmato dal ministro dell'interno, Marco Minniti, è stato espulso un cittadino francese 23enne, convertito all'Islam radicale, che era stato arrestato per reati comuni il 29 agosto scorso dai Carabinieri in provincia di Cuneo. Già segnalato dalle autorità transalpine quale simpatizzante jihadista, informa il Viminale, durante le procedure di identificazione aveva mimato il gesto di "sparare" contro i Carabinieri e di "far detonare" un ordigno esplosivo, citando Allah. Con quella di oggi sono 101 le espulsioni eseguite con accompagnamento nel proprio Paese, nel corso del 2017 e 233 quelle eseguite dall'1 gennaio 2015 ad oggi, riguardanti soggetti gravitanti in ambienti dell'estremismo religioso.

11:36Litiga per 2 euro con gestore pompa benzina e appicca fuoco

(ANSA) - VITTORIA (RAGUSA), 15 DIC - Un 40enne di Vittoria ha appiccato le fiamme alla colonnina di un distributore di carburanti nella periferia della cittadina, non lontano dall'ospedale. L'allarme è stato dato al commissariato dai vigili del fuoco. Dietro al gesto ci sarebbe la lite avuta la sera prima col gestore del rifornimento per due euro. L'uomo, che è stato arrestato, aveva inserito soldi per comprare le sigarette, ma parte del denaro era rimasta bloccata e, nonostante il proprietario volesse ridargli i soldi, se ne era andato furibondo meditando la vendetta. Gli agenti sono risaliti all'autore dell'incendio esaminando le immagini registrate dall'impianto interno di videosorveglianza. Nelle riprese si vede il 40enne introdurre una banconota nel distributore, selezionare la pompa da utilizzare, estrarre la pistola e "irrorare" l'area circostante con la benzina, poi allontanarsi e appiccare il fuoco. Nella casa dell'arrestato, in lavatrice, sono stati trovati gli indumenti indossati dall'uomo nelle immagini. (ANSA).

11:28Sci: cdm, cancellata anche 2/a prova libera val d’Isere

(ANSA) - Val d'Isère (Francia), 15 dic - Come previsto anche la seconda prova cronometrata per la discesa di cdm donne di val D'Isere e' stata annullata per le abbondanti nevicate. Nella localita' francese domani e domenica erano in programma una discesa e un superG. Dopo l'annullamento delle due prove il programma prevede per domani un superG valido come recupero di quello non disputato per il maltempo una settimana a fa a St. Morizt. Poi la giuria decidera' le mosse successive. Tenendo conto che non si puo' disputare una discesa senza aver prima fatto almeno una prova cronometrata, e' probabile cosi' che domenica venga disputato almeno il superg originariamente previsto in Val d'Isère.

11:25Pedofilia: premier Australia,emersa tragedia nazionale

(ANSA) - CANBERRA, 15 DIC - Il rapporto della Commissione australiana d'inchiesta sulle risposte istituzionali sulla pedofilia "ha rivelato una tragedia nazionale. Ringrazio i membri della commissione e coloro che hanno avuto il coraggio di raccontare le loro storie". Così il premier australiano, Malcolm Turnbull, ha commentato i risultati dell'inchiesta che ha raccolto le deposizioni di oltre 15 mila persone e udito a porte chiuse oltre 8.000 vittime di abusi sessuali, in gran parte subiti in istituzioni religiose.

Archivio Ultima ora