Napolitano: presto rifome della Legge elettorale

Pubblicato il 14 maggio 2012 da redazione

MILANO – “Riforme”, “fiducia” e no a catastrofismi per superare un “anno abbastanza brutto” da cui comunque il paese saprà venir fuori, ci sono le condizioni perché accada. E’ condensata in queste parole la ricetta del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che a Milano ha invitato il Paese a tenere i nervi saldi ed i partiti a muoversi in fretta per affrontare almeno quelle “poche” riforme possibili già delineate. “Ineludibile” una revisione della legge elettorale, il famoso ‘porcellum’, che il capo dello Stato non vorrebbe proprio più vedere a regolare il voto.

Ma c’é da fare almeno un’altra “essenziale” riforma che i cittadini vogliono, come dimostra il voto di protesta delle ultime comunali: trovare nuovi modi di finanziamento del sistema dei partiti. “Meglio fare poche riforme ma fare quelle essenziali” senza nascondersi dietro l’alibi di veti incrociati su altri temi che possono aspettare, dice Napolitano. E invita a leggere il “severo” editoriale del Costituzionalista Michele Ainis sul Corsera che si chiede come mai ogni “progetto di riforma rimanga sempre fermo al palo”.

Un interrogativo che il capo dello Stato fa suo lanciando l’ennesimo appello ai partiti affinché favoriscano un iter parlamentare non veloce, velocissimo.

Intanto Napolitano è arrivato a Milano in uno dei giorni peggiori per l’Eurozona, accolto dalla Borsa che scende e dallo spread che schizza in alto. Ascolta con attenzione la durissima relazione del presidente della Consob, Giuseppe Vegas, che di fronte al gotha dell’economia parla di “dittatura dello spread”. Tocca ancora una volta a Napolitano il compito di spandere un pizzico di ottimismo che cala con freddezza sullo stesso Vegas, l’uomo che Tremonti ha voluto alla guida della Consob.

La relazione del presidente della Consob è stata ‘catastrofista?’. “Non mi è parso”, replica laconico il capo dello Stato. “Ma Vegas ha parlato di dittatura dello spread”, insistono i giornalisti. “Solo un modo di dire…”, aggiunge secco Napolitano liquidando la vicenda in due parole.

A pochi metri di distanza anche Tremonti lasciava a piedi palazzo Mezzanotte senza degnare di uno sguardo i giornalisti che lo inseguivano per sapere cosa ne pensasse. Ben chiaro è invece il pensiero di Napolitano chiamato a commentare un’altra espressione di Vegas, l’”annus horribilis” che l’Italia sta vivendo.

– Di ‘annus horribilis’ ne ho visti più di uno nel corso della mia lunga esperienza – premette il presidente – Certo è stato abbastanza brutto, quest’ultimo. Però ci sono le condizioni per venirne fuori.

“Fiducia”, quindi, ripete il Capo dello Stato che forse veramente aspetta anche qualche segnale esterno che possa far uscire il Paese dalle sabbie mobili di recessione e speculazione. Proprio a questo sembra pensare quando, poco prima di lasciare Milano osserva:

– Il quadro politico europeo è in movimento, ci sono state elezioni in Germania e altrove e ne scaturiscono degli elementi di novità.

Ultima ora

16:43Gb: revival per Marx, ‘restauriamo la sua tomba’

(ANSA) - LONDRA, 15 DIC - E' tempo di 'revival' per Karl Marx nel Regno Unito. Con l'avvicinarsi di un importante anniversario, nel 2018 ricorrono i 200 anni dalla sua nascita, il cimitero di Highgate, nel nord di Londra, ha lanciato la proposta per una ambiziosa ristrutturazione della tomba che ospita le spoglie del padre del comunismo. Come ha spiegato al Times Ian Dungavell, il direttore del complesso monumentale dove sono sepolti artisti, filosofi e star dei giorni nostri, il progetto prevede l'ingrandimento della tomba di Marx con l'inserimento di piante e blocchi di granito al fine di permettere un migliore accesso dei tanti visitatori. Nell'ultimo anno sono stati 85 mila e in gran parte sono venuti per vedere dove riposa l'autore del 'Capitale'. Secondo Dungavell, al revival marxiano ha contribuito anche il leader del partito laburista, Jeremy Corbyn, col suo nuovo socialismo e i suoi apprezzamenti su Marx, da lui definito "grande economista".

16:43Truffa casa di riposo: arrestato ex assessore, sequestri

(ANSA) - BARI, 15 DIC - Avrebbero gonfiato i costi dei lavori di ristrutturazione della casa di riposo "Sant'Anna" di Noci (Bari), ente ecclesiastico con sede a Roma, ottenendo tramite la Regione Puglia fondi europei non dovuti pari a 1,5 milioni di euro. Per i reati, a vario titolo contestati, di truffa aggravata, emissione di fatture per operazioni inesistenti e auto-riciclaggio, la Guardia di Finanza ha arrestato, con concessione dei domiciliari, l'ex assessore comunale di Noci Vittorio Lippolis, "ritenuto - dicono i finanzieri - il promotore e principale artefice della frode". Nei suoi confronti è stato eseguito anche un sequestro preventivo pari a 1,7 milioni di euro. Ad altre 15 persone, due consulenti, due religiose rappresentanti dell'ente ecclesiastico e imprenditori, è stato notificato l'avviso di conclusione delle indagini preliminari. Gli accertamenti dei finanzieri della Tenenza di Putignano (Bari), coordinati dal pm Federico Perrone Capano, sono stati eseguiti fra il 2014 e il 2016.

16:43Calcio: Mihajlovic, vittoria con Lazio ha ‘stappato’ il Toro

(ANSA) - TORINO, 15 DIC - "La vittoria di Roma ci ha stappato come una bottiglia di champagne, ci voleva. Non dobbiamo montarci la testa, spero sia servita anche all'ambiente per avere più equilibrio". I tre punti con la Lazio hanno restituito entusiasmo al Toro, che ospita il Napoli. "Gli azzurri sono l'unica squadra che ci ha preso a pallonate, spero che i giocatori abbiano la mia stessa voglia di rivincita", sottolinea Mihajlovic. "Giocano il miglior calcio. E recuperano Insigne, il che non è una grande notizia per noi - osserva -. Mi fa sorridere quando leggo che si mette in discussione Sarri, ha fatto un lavoro meraviglioso. Un momento di difficoltà ci può stare, ma le grandi squadre ripartono sempre, spero tra una settimana...". Il Torino ha preparato la partita "sui loro difetti e sulle nostre qualità", spiega Mihajlovic, che ritrova Ljajic, dopo la punizione della tribuna, e Niang. Possibile che entrambi si accomodino in panchina per lasciar spazio a Iago Falque e Berenguer, mancato partenopeo la scorsa estate.

16:35Israele: premier Netanyahu interrogato dalla polizia

(ANSAmed) - TEL AVIV, 15 DIC - Per la settima volta, il premier Benyamin Netanyahu è stato interrogato dalla polizia nella sua residenza ufficiale di Gerusalemme nell'ambito di due inchieste giudiziarie su presunte corruzioni. Lo riportano i media ricordando che l'ultimo interrogatorio del premier si è svolto, per quatto ore, lo scorso 19 novembre sempre a Gerusalemme.

16:30Gerusalemme:1 milione protesta a Gaza

(ANSAmed) - GAZA, 15 DIC - Una massiccia adunata - calcolata da fonti locali in quasi un milione di persone - si è svolta in queste ore a Gaza partendo da Rafah, nel sud, fino Beit Hanoun, al nord, lungo la strada Salah Adin. Durante la dimostrazione - convocata da tutte le fazioni palestinesi contro la decisione di Trump su Gerusalemme subito dopo le preghiere del venerdì nelle Moschee - è stato chiesto di continuare la protesta ogni venerdì. Subito dopo manifestanti si sono diretti verso la barriera di demarcazione con Israele dove sono cominciati scontri con l'esercito dello Stato ebraico.

16:29Gb: Harry e Meghan si sposano il 19 maggio

(ANSA) - LONDRA, 15 DIC - Il principe Harry e la fidanzata Meghan Markle si sposeranno il prossimo 19 maggio al Castello di Windsor. L'annuncio ufficiale è stato dato da Kensington Palace.

16:28Nato: ‘grave preoccupazione’ per sistema missili russo

(ANSA) - BRUXELLES, 15 DIC - "Gli alleati hanno individuato un sistema missilistico russo che solleva seria preoccupazione". E' quanto afferma, in una nota, il Consiglio Atlantico della Nato sottolineando che il Trattato Inf (che vieta i missili intermedi), "per 30 anni cruciale per la sicurezza Euro-Atlantica", è rispettato dagli Usa mentre il non rispetto da parte russa dei patti post-guerra fredda è motivo di "di grave e urgente preoccupazione".

Archivio Ultima ora