Jaua: “La Planta dev’essere chiusa”

CARACAS – Il Vicepresidente della Repubblica, Elías Jaua ha confermato che la decisione del governo di sgomberare il carcere ‘La Planta’, dove da due settimane è in corso una rivolta e ieri è stato registrato un nuovo momento di grave violenza tra i detenuti, è “irreversibile”. L’obiettivo del governo, ha spiegato Jaua, è salvaguardare l’integrità fisica degli abitanti della zona limitrofa al penitenziario e, nello stesso momento, garantire il rispetto dei diritti umani della popolazione carceraria.

– Questa prigione deve uscire dalla zona urbana – ha affermato il Vicepresidente -. Noi manterremo una posizione di rispetto dei diritti umani ma voi dovete cambiare atteggiamento, sottomettervi all’autorità e abbandonare il penitenziario.

Condividi: