Maracaibo: sequestrati e uccisi coniugi italiani

Pubblicato il 18 maggio 2012 da redazione

MARACAIBO – Senza vita e ammanettati. Morti affogati. I corpi di Salvatore Di Pietro  (52 anni) e Teresa Del Savio Esposito Di Pietro (55 anni) sono stati trovati ad appena 5 chilometri dalla spiaggia di Caimare Chico, nella regione della Goajira, nello Stato Zulia. Distesi ad un centinaio di metri l’uno dall’altro, i connazionali, stando alle prime indagini  forensi, non mostrerebbero segni di violenza nè ferite causate da armi bianche o da fuoco.

I coniugi, secondo una prima ricostruzione dell’assurda vicenda, sarebbero stati sequestrati la sera del giovedì da alcuni individui armati a bordo di una Therios color rosso. I connazionali, dopo una giornata di lavoro, una volta chiuso il loro negozio di liquori nel centro Commerciale North Center nell’Av. Fuerzas Armadas del quartiere Isla Dorada di Maracaibo, sarebbero saliti sulla loro vettura per tornare a casa. Li segue, per alcuni chilometri,  uno dei figli, prima di prendere un’altra strada. E’ in quel momento che i delinquenti avrebbero deciso di entrare in azione. Prima affiancano l’auto dei Di Pietro e gli fanno cenno di fermarsi. Al rendersi conto che i connazionali, a bordo della loro Kia Sportage, invece di frenare pigiano l’acceleratore per fuggire, avrebbero aperto fuoco contro la vettura. Alcuni colpi s’inficcano nella porta, altri mandano in frantumi i vetri. Spaventati i Di Pietro frenano pur consapevoli che così facendo sarebbero rimasti preda facile dei malviventi. Ed infatti, così è stato. Cosa sia accaduto nelle ore successive al sequestro è un mistero. La stessa Commissario Odalis Caldera, Segretaria di Sicurezza e Ordine Pubblico dello Stato Zulia, ha ammesso che si tratta di un “crimine atipico”. Ed infatti tutto si è svolto nell’arco di pochissime ore, rendendo inutile ogni intervento dell’antisequestro del Cicpc (la ‘scientifica’ venezuelana) ed anche quello del nostro esperto antisequestro.

Le ipotesi su quanto accaduto nelle poche ore in cui i Di Pietro sono rimasti in mano dei carnefici sono tante: la barca impiegata dai malviventi per trasportare le vittime al loro covo ha fatto acqua ed affondato a causa del mare grosso; Di Pietro si è ribellato ai  sequestratori facendo capovolgere la barca sulla quale era anche la moglie; i malviventi hanno voluto sbarazzarsi delle vittime pensando che comunque non avrebbero potuto ricevere la somma di denaro alla quale ambivano.

Straziante la scena del riconoscimento delle vittime ad opera dei due figli e del fratello di Di Pietro. La figlia ed i genitori delle vittime hanno ricevuto la triste notizia in Italia, dove erano per una breve vacanza. Ora sono attesi a Maracaibo nelle prossime ore. I Di Pietro sono originari di Santa Maria Capua Vetere,un paesetto in provincia di Caserta. E’ lì dove sono nato i loro figlioli. Il nostro Consolato Generale di Maracaibo è stata vicina alla famiglia delle vittime offrendo loro l’assistenza di rigore.

  • vincenzo altieri

    Mi presento, sono il nipote carnale di una delle vittime. Vorrei sapere:

    1. Cosa ha fatto quella che voi chiamatye ‘scientifica’ venezuelana considerando che tutte le prove sono state inquinate dal momento che due ore dopo il ritrovamento dei cadaveri gli stessi erano già in sala mortuaria.

    2. In che modo questo fantomatico Consolato Generale di Maracaibo si è attivato dal momento che pochi minuti fa, a distanza di due giorni dall’accaduto, mi hanno chiesto i nomi delle vittime.

    3. Chi è il fratello del Di Pietro?

    Di fronte a notizie del genere è sconcertante leggere articoli scritti con i piedi!

    Per ogni notizia, degna di rilievo, scrivetemi qui: vinalti@gmail.com

  • EUROPE, 25-05-2012—>> STAVO LEGGENDO LA PUR TRAGICA FINE CON LA MORTE DEI COGNUGI DI PIETRO, SEQUESTRATI E TRASPORTATI FINO AL MARE PER POI COMUNQUE AMMAZZARLI LO STESSO, ANCHE SE SI PRESUME CHE NON AVESSERO “””DEL BOTTINO CON LORO”””(1)HO NOTATO CHE NESSUN CONNAZIONALE DEL VENEZUELA E ALTROVE A FATTO “”LE CONDOGLIANZE”” ALMENO QUELLI CHE VIVONO IN QUELLA ZONA O NEL SUD-AMERICA O ALTROVE.(2)IN QUASI OGNI TIPO D’ARTICOLO NON HO NOTATO NESSUN COMMENTO SIA FAVOREVOLE SIA NEGATIVO, QUESTO DIPENDE SICURAMENTE >>>DA GIORNALE LA VOCE ED IL SUO SISTEMA PER ISCRIVERSI<<<<. E' TALMETE COMPLICATO CHE CHIUNQUE CI RINUNCIA A PRIORI, SUGGERIAMO DI ADOTTARE UN SISTEMA MOLTO PIU' FACILE PER TUTTI NEL FUTURO…IO STO SCRIVENDO(COSA CHE NON FACCIO MAI E POI MAI)PRIMA PER SOLIDARIETA' SCIALE. (2)IN QUANTO IL COGNOME ""DI PIETRO"" MI DA TANTI RICORDI DELLA VITA.(3)IN QUANDO SPESSO E IN TANTI VISTO CHE LA ""VECCHIA EUROPA VA MOLTO MALE"" SI PENSA FORSE CE NE ANDREMO IN SUD-AMERICA, DOVE GLI ITALIANI ABBONDANO, MA QUANDO SI LEGGE QUESTE NOTIZIE, SEMBRA LEGGERE I NS. GIORNALI CHE ABBONDANO DI DETTE NOTIZIE E IN PIU' 2-3-SUICIDI AL GIORNO PER DISPERAZIONE DELLA CRISI, MENTRE IL GOVERNO NON FA NIENTE QUI E NIENTE LI' IN SUD-AMERICA….RIPETO E' STATO IL COGNOME ""DI PIETRO E PARENTI"" A COLPIRMI IN PARTICOLARE E QUINDI ""CONDOGLIANZE A TUTTI I FAMIGLIARI"" ED AI CONNAZIONALI AD ESSERE PIU' UNITI E SOLIDALI.<<>>>>>: ALGIORNALE MIGLIORARE INSERIMENTO DATI==MINUSCOLI-MAIUSCOLI CHE NON SI VEDONO…PER IL RESTO RIMANIAMO ANCORA QUI, ANCHE SE SIAMO AL CROLLO DELL’EX ARGENTINA CHE ADESSO STA MIGLIORANDO..EMAIL:: WORLDGLOBALBANK@MAIL.RU–….ARRIVEDERCI E DISTINTI SALUTI..

  • Antonio

    Per WORLDGLOBALBANK. Primo, non mi sembra cosí complicato iscriversi per lasciare un commento. E’ la prassi che usano piú o meno tutti i giornali. Secondo, come vedi sto scrivendo con maiuscole e minuscole, quindi forse hai lasciato la tua tastiera con le maiuscole bloccate. Terzo, dovremmo fare condoglianze tutti i giorni in quanto in Venezuela ci sono circa 19mila omicidi all’anno, quindi circa 52 al giorno e spesso ci capita qualche amico. E per finire quarto, visto che state monitorando tutto il Sudamerica, perché non controllate quello che fa la nostra ambasciata per gli italiani in Venezuela? Invece di organizzare concerti della Tosca pensassero ai tanti connazionali assassinati, sequestrati ed espropriati dei propri beni. Ciao

Ultima ora

23:57Iran: Djalali confessa in tv, sono una spia

(ANSA) - TEHERAN, 17 DIC - Ahmadreza Djalali, il medico arrestato in Iran nel 2016 con l'accusa di spionaggio e condannato a morte a ottobre, ha "confessato" in tv di aver spiato il programma nucleare di Teheran per conto di una nazione europea, senza nominare quale. Il presentatore tv, tuttavia, ha citato il Mossad, mentre scorrevano le immagini dei documenti svedesi dell'uomo e del Colosseo: Djalali, medico, ha infatti trascorso un periodo in Italia. In cambio della sua attività di spia, ha spiegato lui stesso, avrebbe ottenuto la cittadinanza di un Paese europeo.

22:57Savoia: Smuraglia (Anpi),solennità volo Stato urta coscienze

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "Quello dei Savoia lo considero un problema chiuso da molto tempo. Una vicenda finita. Smettiamo di parlarne. Ritengo che portare la salma in Italia con solennità e volo di Stato è qualcosa che urta le coscienze di chi custodisce una memoria storica. Urta con la storia di questo dopoguerra. E non si parli più neanche di questa ipotesi di mettere le loro salme nel Pantheon. Basta". Così il presidente emerito dell'Anpi Carlo Smuraglia commenta il rientro in Italia delle spoglie di Vittorio Emanuele III con un volo dell'Aeronautica militare.

22:35Donna uccisa a coltellate in casa nel Milanese

(ANSA) - MILANO, 17 DIC - Una donna di 33 anni, con due figli piccoli, è stata trovata agonizzante, colpita da tre coltellate al torace nella sua abitazione di Parabiago, nel Milanese. E' stata la madre a trovarla, a terra, in bagno. La donna, un'italiana, è morta poco dopo. Indagano i carabinieri della Compagnia di Legnano.

22:26Calcio: Junior Tim Cup oggi al Ferraris

(ANSA) - GENOVA, 17 DIC - Le squadre della Parrocchia Caramagna di Imperia e dell'Oratorio Santa Dorotea di Genova si sono affrontate allo stadio Ferraris prima del match Sampdoria- Sassuolo in un'amichevole terminata con il risultato di 2-10, nel contesto della VI Edizione della Junior TIM Cup, il torneo di calcio a 7 Under 14 sostenuto da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano. A fine gara, i ragazzi hanno consegnato ai giocatori della Sampdoria e del Sassuolo la fascia da capitano della Junior TIM Cup per poi accompagnarli all'ingresso in campo. La VI edizione della Junior TIM Cup si disputa nelle 15 città le cui squadre militano nella Serie A TIM 2017-2018. Le squadre vincitrici dei concentramenti interregionali di qualificazione alla fase nazionale si contenderanno il titolo di campioni della Junior TIM Cup, il 9 maggio, in occasione della Finale di TIM Cup 2017-2018.

22:17Calcio: Peruzzi, Milinkovic Savic? Nella Lazio sta benissimo

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "Qui ci sono molti osservatori per Milinkovic Savic? So che lui sta benissimo qui e vuole rimanerci a lungo. Poi che ci siano molti scout è normale, ma per il momento Sergej sta bene alla Lazio". Il dirigente della Lazio Angelo Peruzzi parla delle dinamiche di mercato e in particolare del 'gioiello' serbo che mezza Europa sta tenendo d'occhio.Ma in casa biancoceleste sono stati giorni pesanti, per le polemiche sul Var e sugli arbitraggi che avrebbero penalizzato la squadra di Inzaghi. "Se siamo preoccupati per gli errori del Var di questa giornata? - dice Peruzzi - No, non lo siamo. Poi ogni partita ha i suoi episodi, non voglio polemizzare". "Ma pare che gli episodi siano valutabili a seconda delle circostanze - aggiunge - e sembra che non siano tutti d'accordo. E' come la parabola di Kafka, di un contadino che vuole conoscere la legge ma trova il portone del guardiano sempre chiuso.Non lo fanno mai entrare e lui,nonostante tutti i suoi sforzi,non riesce a capire le dinamiche della legge perché sono confuse".

22:07Calcio: Pescara, Sebastiani, Zeman? devo parlarci poi decido

(ANSA) - PESCARA, 17 DIC - Dichiarazioni pesanti del presidente del Pescara, Daniele Sebastiani, che nel dopopartita di Pescara-Novara, in mixed zone, ha attaccato il tecnico Zeman che ieri aveva detto in conferenza stampa di avere una visione diversa del calcio rispetto al presidente. "Se oggi c'era questo clima allo stadio era per la conferenza stampa di m... dell'allenatore - ha detto Sebastiani -. Se Zeman resterà? Devo parlarci e poi deciderò". Il presidente del Pescara, nonostante la vittoria per 1-0 sul Novara, potrebbe esonerare il tecnico boemo.

22:05Pallavolo: Serie A/1 donne, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - Risultati dell'11/a giornata del campionato di serie A/1 donne di pallavolo, Samsung Galaxy Cup: Imoco Conegliano - Mycicero Pesaro 3-0 (ieri) Foppapedretti Bergamo - Saugella Monza 1-3 Liu Jo Modena - Pomì Casalmaggiore 3-1 Unet E-Work Busto Ar. - Savino Scandicci 2-3 (ieri) Il Bisonte Firenze - Lardini Filottrano 3-0 Sab Legnano - Igor Gorgonzola Novara 0-3 - Classifica: Conegliano 29; Novara 27; Scandicci e Busto Arsizio 24; Modena 18; Monza 16; Pesaro 15; Firenze 14; Legnano 11; Casalmaggiore 10; Bergamo 6; Filottrano 4.

Archivio Ultima ora