COPPA ITALIA: Il Napoli conquista il primo trofeo dell’era Mazzarri

ROMA – Alla Juventus non riesce il “double”. Allo Stadio Olimpico, nella finale di Coppa Italia, i bianconeri neoscudettati si arrendono 2-0 a un grande Napoli, che conquista con merito il trofeo, il primo della presidenza De Laurentiis e con Mazzarri in panchina. Decidono la sfida di Roma i gol nel secondo tempo di Cavani su rigore e di HamSík.

La squadra di Mazzarri ha un approccio migliore alla sfida. Zúñiga, su cross di Campagnaro, impegna Storari in apertura, poi Lavezzi calcia di poco a lato. I bianconeri di Conte reagiscono con un gran tiro di Marchisio, respinto alla grande da De Sanctis, e una conclusione di Borriello, che non inquadra lo specchio. Nel recupero del primo tempo ci prova anche Del Piero su punizione, senza fortuna.

Nella ripresa il Napoli passa. Una rimessa laterale battuta rapidamente dai partenopei sorprende la retroguardia di Conte, Lavezzi entra in area e precede Storari che però lo butta giù: è rigore, dal dischetto Cavani non sbaglia spiazzando il portiere avversario. La Juve ha una reazione, ma le conclusioni di Bonucci e di Quagliarella trovano sulla loro strada un grande De Sanctis.

Così, all’83’, è Hamšík a realizzare il 2-0 con uno splendido tocco sull’assist di Pandev. Si chiude con l’espulsione di Quagliarella, colpevole di una gomitata su Aronica. La Juve, campione d’Italia senza mai perdere, fallisce la doppietta, ma la sua resta comunque una stagione da incorniciare; il Napoli esulta per la quarta Coppa Italia e torna a festeggiare. Era dai tempi di Maradona che non accadeva…

Condividi: