Alesi: Londra è più vicina

CARACAS – Il nuotatore italo-venezuelano Octavio Alesi dovrà aspettare ancora un po’ di tempo per sapere se parteciperà o no ai Giochi Olimpici Londra 2012.

L’atleta, infatti, è arrivato al secondo posto nella prova dei 100 farfalla alle spalle dell’olimpionico Albert Subirats. I due campioni delle piscine hanno fermato l’orologio rispettivamente a 53”10 (Alesi) e 53”04 (Subirats), a pochi decimi dalla ‘marca A’ (52”36) stabilita dalla Federazione internazionale di nuoto (Fina) per staccare direttamente la qualificazione. Il campione, comunque, ha un 95% di possibilità di essere nella delegazione venezuelana che sfilerà nello Stadio Olimpico di Londra.

Alesi ha partecipato al ‘Campeonato Nacional de Natación’ che si è disputato nel complesso Rafael Vidal della città di Maracaibo, dove erano in palio i posti per le Olimpiadi di Londra. Durante i test svolti prima  della finale Alesi è stato il migliore in vasca.

– E’ stata una prova difficile e ricca di emozioni – spiega l’atleta di origini siciliane – soprattutto la finale.

Per migliorare ancora i suoi crono, Octavio ha registrato anche degli ottimi tempi nella staffetta fermando l’orologio sui 48.89, tempo che aumenta notevolmente le sue chances di approdare in terra britannica.

Il campione di Barinas ha nel suo Dna velocità e sangue freddo: suo cugino Jean è infatti il campione che per tanti anni ha regalato gioie ai tifosi della Ferrari.

Alesi, appena 25 anni, ha un vastissimo palmares sportivo in cui spiccano le partecipazioni a due cicli olimpici (Pechino 2008 e Londra 2012), diverse medaglie a livello continentale e due  presenze ai giochi della gioventù, in rappresentanza del Centro Italiano Venezolano nelle edizioni Sicilia 1998 e Verona 2000. Alla seconda partecipazione ha centrato la vittoria nella prova dei 50 farfalla.

Ritornando al presente, la Fina stilerà la lista ufficiale dei qualificati il prossimo 11 giugno, dove sicuramente leggeremo il nome di Octoman.

Condividi: