Chávez: “Gruppi delle Farc in Venezuela? Possibile”

CARACAS – Gruppi delle Farc in territorio venezolano? Una ipotesi da verificare, ma non da scartare. Lo ha ammesso, ieri, lo stesso presidente Chávez. Il capo dello Stato, con una telefonata alla televisione statale VTV, durante la conferenza stampa del Psuv, ha spiegato che dopo i violenti scontri tra gruppi delle Farc e l’esercito colombiano, nella regione di Matajuna nella Goajira, “è probabile che alcuni gruppi irregolari abbiano varcato la frontiera”.

Dopo aver precisato che il governo non offre sostegno alcuno alle Farc ha assicurato che si è già provveduto ad una maggiore sorveglianza nell’area prossima a quella interessata dai combattimenti.

– Abbiamo rafforzato la presenza militare e la sorveglianza nella zona – ha assicurato il presidente Chávez, precisando che la decisione è stata presa dopo aver conversato telefonicamente con il collega colombiano Juan Manuel Santos.

Il presidente Chávez ha sottolineato che la ipotetica presenza in terra venezuelana di uomini della guerriglia colombiana è da attribuire solamente ai violenti scontri verificatisi tra gruppi irregolari e l’esercito nelle vicinanze della nostra frontiera; scontri durante i quali sarebbero morti quattro militari ed altri cinque sarebbero stati feriti.

Nell’esortare la polizia a fare il proprio dovere, il presidente Chàvez ha aggiunto:

– Noi abbiamo già la nostra guerra. E’ una guerra tra il bene ed il male.