“Sesso a pagamento con più ragazze”

MILANO – Rapporti sessuali a pagamento di Silvio Berlusconi con più ragazze. Una nuova testimonianza arriva al processo “Ruby”, dove l’ex premier è imputato per concussione e prostituzione minorile. “Ho saputo da Aris Espinosa che Berlusconi aveva rapporti sessuali a pagamento con più ragazze” ha dichiarato in aula al tribunale di Milano, Natasha Teatino, una delle ragazze che il 6 gennaio 2011 partecipò (per l’unica volta) ad una serata nella villa di Arcore.

Rispondendo alle domande del pm Antonio Sangermano, la Teatino ha spiegato di essere stata invitata a Villa San Martino dalla sua amica Espinosa, che le avrebbe anche raccontato “di aver ricevuto del denaro per rapporti con Berlusconi”, spiegandole che “anch’io potevo restare e avere rapporti sessuali con Berlusconi, ma non me la sentii di rimanere”.

Quella sera però, secondo quanto racconta dal teste, dopo aperitivo e cena con Emilio Fede e le canzoni di Mariano Apicella, l’ex premier “ci fece un pò di regali di gioielleria” e invitò la ventina di sue ospiti nella sala-discoteca per il “bunga bunga”. Qui, la Teatino ha dichiarato di essere rimasta seduta e aver assistito a balletti erotici, con “ragazze, mezze nude o in costume da bagno che si proponevano al padrone di casa pronte a farsi toccare”.

– Vidi lui e Fede toccare seno e sedere alle ragazze – ha proseguito il teste, affermando di essersene andata a fine serata, rimanendo male perché “non ho ricevuto nulla mentre le altre ragazze avevano avuto delle buste”, aggiungedo però di aver saputo dalla sua amica Aris che il mancato pagamento era stato dovuto al fatto che “facevo troppe domande”.