Gp2, Johnny Cecotto Re di Monaco

CARACAS – L’italo-venezuelano Johnny Cecotto Jr (figlio dell’ex campione del mondo di motociclismo negli anni ‘70), si è imposto di prepotenza nello storico tracciato di Montecarlo. Cecotto Jr aveva conquistato, il giorno prima, la pole position con il tempo di 1’21”195. La sua è stata una gara perfetta. Al secondo posto si è piazzato Ericsson. Sia Cecotto che Ericsson, comunque, non insidiano, nella classifica generrale, l’italiano Davide Valsecchi, piazzatosi solo quarto.

“E’ incredibile ottenere la mia prima pole position e nientemeno che sulla pista di Monaco. Penso che questo abbia un doppio valore – aveva dichiarato entusiasta il pilota di 22 anni -. Quando è iniziata la sessione di prove abbiamo aspettato un po’ per capire meglio che set di gomme utilizzare. Ma poi è stata sventolata la bandiera rossa che ha sospeso momentaneamente le prove”.

Dopo la sosta forzata,  il bambino prodigio Johnny è sceso in pista con le gomme morbide ed ha fatto un giro eccezionale che gli ha regalato la prima pole position nella sua carriera in GP2.

“Sono uscito dai pits ed ho schiacciato il chiodo al massimo, ho fatto del mio meglio, ero a caccia delle prime posizioni, non avrei mai pensato di centrare l’obiettivo massimo, ho sfiorato in tre occasioni il guard-rail. Penso che è stato un giro eccezionale”.

Anche in questa occasione, la leggenda si è trasformata in realtà. Infatti, si dice che chi parte in pole position, a Montecarlo, vince il Gp. E così è stato per Cecotto Jr.

Condividi: