Assassinato a Maracay giovane italo-venezolano

MARACAY -Ennesimo fattaccio di sangue che colpisce il cuore della nostra Collettività. E’ stato assassinato il giovane commerciante Matteo Landoli. Stando alle prime confuse versioni dei fatti – ancora tutte da confermare -, il giovane connazionale, appena 28 anni, sarebbe stato ucciso da alcuni malviventi che avrebbero cercato di rubargli l’automobile.

Verso le ore 20, uscendo dalla pasticceria La Suiza, nel quartiere Las Delicias di Maracay, il giovane commerciante sarebbe stato intercettato da alcuni delinquenti, non si sa se semplicemente per rubargli tutto quanto aveva o, invece, se per sequestrarlo. L’unica cosa certa è che Landoli, non intimidito dai delinquenti, reagiva. A questo punto le versioni dei fatti sono due. Nella prima si sostiene che il commerciante avrebbe sostenuto uno scontro a fuoco con il malviventi, muorendo dopo essere stato raggiunto da una pallottola; nella seconda, invece, si afferma che i delinquenti avrebbero sparato a bruciapelo contro il connazionale, che si negava di consegnare gli oggetti di valore e le chiavi dell’auto.

Le autorità di polizia non hanno rilasciato dichiarazioni, mantenendo il massimo riserbo.

E’ questo l’ennesimo fattaccio che colpisce la nostra Comunità. Infatti, nei giorni scorsi una coppia di connazionali, i coniugi Di Pietro, sono stati ritrovati ammanettati, morti affogati, a pochi metri dalla spiaggia di Caimare Chico, nella regione della Goajira nello Zulia. La polizia barcola nel buio.

Condividi: