Hula. Italia, Francia e Usa espellono i diplomatici siriani

Pubblicato il 29 maggio 2012 da redazione

DAMASCO – In seguito alla strage di Hula i governi di Roma, Parigi, Berlino e Londra, con un’azione coordinata, hanno espulso gli ambasciatori siriani dai rispettivi Paesi. Lo ha reso noto la Farnesina annunciando di avere convocato l’ambasciatore Siriano dichiarandolo ‘persona non grata’. Stesso provvedimento adottato dal governo spagnolo. I sopravvissuti di Hula hanno raccontato al personale dell’Onu che molte vittime della strage sono state uccise in esecuzioni sommarie compiute da milizie fedeli ad Assad. Una ventina delle vittime invece sono state uccise da colpi sparati dai carri armati. Annan scrive ad Assad e chiede ‘passi coraggiosi per fermare la violenza e liberare i prigionieri’.

L’Onu accusa:
“Esecuzioni sommarie”
I primi risultati di un’inchiesta condotta dall’Onu indicano che “la maggior parte delle vittime della strage a Hula, in Siria, sono state uccise in esecuzioni sommarie in due differenti incidenti”, ha annunciato il portavoce dell’Alto commissariato dell’Onu per i diritti umani Rupert Colville. Ad Hula, in Siria, “intere famiglie sono state uccise nelle loro case” ed il bilancio di 108 vittime potrebbe non essere definitivo, ha affermato l’Onu a Ginevra. Le indagini delle Nazioni Unite sul massacro di Hula di venerdì scorso sono continuate e per ora “si pensa che almeno 108 persone sono state uccise, dei quali 49 sono bambini e 34 donne”, ha detto Colville.

Usa allontanano
l’incaricato d’affari
Gli Stati Uniti hanno deciso di espellere l’incaricato d’affari siriano a Washington, ha reso noto il Dipartimento di Stato. La portavoce del Dipartimento di Stato Victoria Nuland ha precisato che il diplomatico siriano ha 72 ore di tempo per lasciare gli Stati Uniti. Da quando alla fine lo scorso ottobre l’ambasciatore Imad Mustafa è stato richiamato a Damasco “per consultazioni’’, la Siria a Washington è rappresentata da un incaricato d’affari.

Annan: “Fermare
subito le violenze”
“Ho chiesto passi coraggiosi ora, non domani, ma ora, per l’attuazione del piano. Ciò vuol dire che il governo e tutte le milizie filogovernative devono fermare tutte le operazioni militari e mostrare la massima moderazione”. Lo ha detto l’inviato speciale Kofi Annan, riferendo dell’ incontro con il presidente Bashar Assad a Damasco.

Assad: “Con Hula
non c’entriamo nulla”
Il presidente siriano Bashar al Assad ha respinto le accuse di esser responsabile del massacro di Hula, nei pressi di Homs, e ha affermato che il successo del piano dell’inviato Onu Kofi Annan “dipende dalla fine del terrorismo”, sostenuto da Stati Uniti, Turchia, Francia, Israele e Paesi arabi del Golfo. Lo riferisce la TV di Stato siriana, con una scritta in sovrimpressione: “Il successo del piano dipende dalla fine del terrorismo, da quelli che lo sostengono e dalla cessazione del contrabbando di armi”.

Ultima ora

22:39Calcio: Reina in dubbio per la gara con Juve

(ANSA) - NAPOLI, 23 MAR - Pepe Reina è rientrato a Napoli dopo il fastidio muscolare accusato durante una seduta di allenamento con la Nazionale spagnola. Il portiere azzurro si è sottoposto ad esami clinici, risonanza magnetica ed ecografia, che hanno rilevato una elongazione del muscolo soleo destro. Reina nei prossimi giorni seguirà una tabella di lavoro personalizzata per poi sottoporsi mercoledì prossimo a nuovi controlli. La sua presenza in campo nelle due partite con la Juventus è al momento in dubbio.

22:33Trump: slitta voto contro Obamacare

(ANSA) - NEW YORK, 23 MAR - Ancora niente accordo sulla legge che dovrebbe sostituire l'Obamacare. Così la Camera dei Rappresentanti del Congresso Usa ha deciso di rimandare il voto che era previsto entro la giornata di oggi. Il rinvio dopo che nelle ultime ore sarebbe fallito l'ennesimo pressing del presidente Donald Trump e dello speaker Paul Ryan sui membri del Congresso repubblicani riluttanti.

22:31Migranti: ong, si temono 240 morti naufragio in Libia

(ANSA) - MADRID, 23 MAR - "Si temono almeno 240 migranti morti" in un "doppio naufragio avvenuto davanti alle coste libiche". Lo ha reso noto la portavoce della ong spagnola Proactiva Open Arms, Laura Lanuza, dopo il recupero questa mattina di cinque corpi. Ogni gommone può contenere 120 persone, ma i trafficanti di uomini di solito li riempiono a dismisura e non si esclude che le due imbarcazioni possano avere avuto a bordo almeno 240 persone. L'ong ha confermato questa mattina il doppio naufragio avvenuto a 21 km a nord di Sabrata.

22:13Polonia guastafeste, ‘pronta a non firmare a Roma’

Esce il Regno Unito ma mentre sabato prossimo a Roma gli altri 27 celebreranno il 60/o anniversario della firma del primo Trattato europeo, è l'euroscettica Polonia a indossare i panni del guastafeste, minacciando di non firmare la dichiarazione finale comune. "Un atteggiamento" definito da Angelino Alfano come "problematico verso la Ue". Che si inserisce in una 'festa' già gravata di tensioni. La 'Marcia per l'Europa' organizzata dai federalisti, che chiedono più integrazione europea, sabato rischia di scontrarsi con le contestazioni degli euroscettici su cui gravano i timori di infiltrazioni di 'black bloc'. L'attentato terroristico di Londra, le provocazioni di Erdogan sulla sicurezza dei cittadini europei e anche il controverso episodio odierno ad Anversa tengono alto l'allarme e la preoccupazione.

22:08Calcio:ironia Buffon ‘magari chiudo con testata alla Zidane’

(ANSA) - PALERMO, 23 MAR - Un epilogo degno di una carriera difficilmente ripetibile. Lo immagina Gigi Buffon che, al termine della conferenza stampa alla vigilia di Italia-Albania, a Palermo, se la ride ed esclama: "Magari chiudo come Zidane, con una bella capocciata a chi mi capita a tiro e non se ne parla più". Battute e ironia alla vigilia del match. "Prima, però, pensiamo a giocare un altro Mondiale", le parole del portiere azzurro. Battuta per battuta, gli fa eco Gianni De Biasi, che si dice in grado di "cantare entrambi gli inni nazionali". "Quasi sicuramente - le parole del ct degli albanesi - lo farò".

22:05Trump, democratici dichiarano guerra a conferma Gorsuch

(ANSA) - WASHINGTON, 23 MAR - I democratici al Congresso americano sfidano il presidente Donald Trump dichiarando guerra alla conferma della nomina del giudice Neil Gorsuch alla Corte Suprema che deve essere ratificata dal Senato. Il leader della minoranza democratica al Senato Charles Schumer ha annunciato che si opporrà alla nomina, contro cui i democratici intendono fare ostruzionismo in aula. Per la conferma di Gorsuch sono necessari almeno 60 voti al Senato: i repubblicani detengono la maggioranza in aula ma con soltanto 52 seggi.

21:53Soldi in cambio della candidatura, assolto sindaco Valenzano

(ANSA) - BARI, 23 MAR - Il gup del Tribunale di Bari Giovanni Anglana ha assolto 'per non aver commesso il fatto' il sindaco di Valenzano, Antonio Lomoro, accusato in concorso con un consigliere comunale di aver indotto l'ex vicesindaco Francesca Ferri a pagare mille euro al mese in cambio della candidatura alle elezioni regionali in Puglia del maggio 2015. La sentenza è stata emessa al termine del processo con rito abbreviato in cui Ferri, che aveva fatto partire l'indagine con una denuncia, si era costituita parte civile. Il pm Claudio Pinto aveva chiesto per Lomoro, difeso dall'avv. Salvatore Campanelli, la condanna ad un anno e 4 mesi. Per la stessa vicenda sarà processato con rito ordinario dal prossimo 4 maggio il consigliere comunale Agostino Partipilo. Stando alla denuncia della presunta vittima, i due indagati l'avrebbero indotta "a consegnare loro indebitamente 1.020 euro mensili, corrispondente all'indennità percepita per la carica rivestita, non riuscendo nell'intento per rifiuto della stessa".

Archivio Ultima ora