Bankitalia: aumento tasse incompatibile con la crescita

Pubblicato il 31 maggio 2012 da redazione

ROMA – Il 2012 sarà un anno di recessione; la caduta del Pil, se gli scenari economici non saranno troppo sfavorevoli, infatti, potrebbe “essere contenuta” intorno ad un -1,5%. La ripresa potrà “affiorare” entro la fine dell’anno in corso ma sarà legata a filo doppio alla incisività dimostrata delle riforme strutturali. E’ il Governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, a fotografare così, nelle Considerazioni finali, la situazione economica del Paese.

“Per l’Italia il 2012 non potrà che essere un anno di recessione, per le incertezze finanziarie e le drastiche, pur se indispensabili, misure di correzione del bilancio pubblico”, dice a preambolo prima delle previsioni: “in scenari non troppo sfavorevoli la caduta del prodotto può essere contenuta intorno all’1,5%” “Una ripresa potrà affiorare verso la fine dell’anno, con probabilità tanto maggiore quanto più saranno efficaci gli interventi strutturali volti a migliorare l’utilizzo delle risorse pubbliche e private, quanto più chiara e decisa sarà la coesione mostrata dall’Unione europea”, precisa.

“Tirarci fuori dallo stretto passaggio che attraversiamo – evidenzia il Governatore – impone costi a tutti. Sono costi sopportabili se ripartiti equamente e con una meta chiara. Il percorso non sarà breve”.

L’aumento della pressione fiscale, osserva Visco, ha raggiunto livelli ormai “incompatibili” con una crescita sostenuta; per questo occorre ampliare il recupero dell’evasione fiscale e tagliare con equità la spesa. Una vera e propria “sfida”, la chiama, per correggere il “prezzo” che il Paese ha dovuto pagare per garantire un bilancio pubblico sostenibile e credibile.

“Si è pagato il prezzo di un innalzamento della pressione fiscale a livelli ormai non compatibili con una crescita sostenuta”, ammonisce. “L’inasprimento non può che essere temporaneo. La sfida si sposta: occorre trovare, oltre a più ampi recuperi di evasione, tagli di spesa che compensino il necessario ridimensionamento del peso fiscale”, dice ancora.

Se “accuratamente identificati e ispirati a criteri di equità”, infatti, i tagli “non comprometteranno la crescita; potranno concorrere a stimolarla se saranno volti a rimuovere inefficienze dell’azione pubblica, semplificare i processi decisionali, contenere gli oneri amministrativi”.
La società italiana “non può non confrontarsi con un mondo cambiato, che non concede rendite di posizione”, osserva. Al tempo stesso, “la politica deve assicurare la prospettiva di un rinnovamento profondo che coltivi la speranza, vada incontro alle aspirazioni delle generazioni più giovani”.

L’azione del governo sulle riforme strutturali ha incontrato “diffuse resistenze – ricorda -, ma ha comunque già conseguito importanti risultati; ha aperto un vasto cantiere, i cui lavori vanno proseguiti, con energia accresciuta e visione ampia, dall’istruzione alla giustizia, alla sanità”.

L’impegno, evidenzia, è “a sfoltire e razionalizzare le norme, a non far salire la spesa pubblica complessiva; le priorità di spesa possono però essere riviste a parità di saldo di bilancio, ad esempio a favore dell’istruzione e della ricerca”. L’azione di politica economica, osserva ancora il numero uno di Via Nazionale, “può anche svolgersi in sequenza, un dossier alla volta, ma è bene che siano comunicati e ribaditi con nettezza il disegno complessivo e la posta in gioco”.
Poi, parlando degli istituti di credito, il Governatore assicura: la critica alle banche di essere disattente alle esigenze dell’economia “non è corretta: sono esposte in misura rilevante nei confronti delle famiglie e delle imprese meritevoli di credito, anche se in difficoltà; possono continuare a sostenerle”.

Riguardo alla Ue, Visco sottolinea:

– Serve un cambio di passo per perseguire il traguardo dell’unione politica in Europa che ancora non c’è. Se si guardasse all’area dell’euro come a un’entità unitaria, nella forma ad esempio di uno Stato federale, non emergerebbe – evidenzia il Governatore – nessun allarme sulla tenuta del suo impianto monetario e finanziario, pur nella preoccupazione per le ripercussioni della crisi su ciclo economico, intermediari e mercati. Ma – conclude – una unione politica in Europa ancora non cè.

Ultima ora

15:09Eternit: Pg Cassazione, processi restino ‘spacchettati’

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Il Pg della Cassazione ha chiesto che siano dichiarati 'inammissibili' il ricorso della Procura e del Pg di Torino contro la decisione del Gup torinese che aveva 'spacchettato' il processo per le morti da Eternit, distribuendo la competenza anche a Napoli, Vercelli e Reggio Emilia. Il Gup, inoltre, aveva optato per l'omicidio colposo anziché doloso. Lo si è appreso dai familiari delle vittime presenti a piazza Cavour a Roma. Il Pg della Cassazione, Delia Cardia, ha chiesto di dichiarare inammissibile il ricorso di Pg e Pm torinesi e la Suprema Corte depositerà la sua decisione tra stasera e domani. Il Pg, a quanto ha riferito l'avvocato delle parti civili Marco Gatti, si è espresso anche per la conferma dell'accusa di omicidio colposo anziché doloso. Rammarico per la richiesta del Pg è stato espresso dal sindaco di Casale Monferrato, Titti Palazzetti, e da Assunta Prato dell'Associazione familiari vittime dell'amianto. (ANSA).

14:58Terrorismo: faceva proselitismo su web,condannato marocchino

(ANSA) - TORINO, 12 DIC - È stato condannato a sei anni di carcere Mouner El Aoual, detto 'Mido', il marocchino di 29 anni arrestato lo scorso aprile nel quadro di un'inchiesta contro il terrorismo. Ospite di una famiglia italiana, risultata estranea agli episodi contestati, è accusato di avere svolto attività di proselitismo via internet. Le indagini sono state svolte dai carabinieri del Ros con il coordinamento del pm Enrico Arnaldi di Balme. Per l'uomo la Procura di Torino aveva chiesto e ottenuto il giudizio immediato. (ANSA).

14:52Calcio: Udinese-Napoli, sale a 26 il numero dei Daspo

(ANSA) - UDINE, 13 DIC - E' salito a 26 il numero dei Daspo emessi dal Questore di Udine, Claudio Cracovia, a carico di altrettanti tifosi partenopei protagonisti di alcuni episodi finiti all'attenzione della Polizia in occasione dell'incontro di campionato tra Udinese e Napoli del 26 novembre. Oltre alle tre persone, una arrestata e due denunciate, identificate subito dopo i tafferugli scoppiati nel prepartita, la misura di prevenzione è stata emessa nei confronti di 22 persone, tutte identificate, che seppure fossero regolarmente con il biglietto si erano sedute in un'area della Tribuna diversa da quella loro assegnata, intimorendo nel contempo i tifosi locali con i propri comportamenti. Un ultimo Daspo è stato emesso nei confronti di un uomo di 33 anni, individuato come autore dell'accensione di un fumogeno all'interno del settore riservato ai sostenitori della squadra ospite. E' stato anche segnalato all'autorità giudiziaria per il possesso di ordigni pirotecnici. La posizione di altri tifosi è ancora al vaglio della Questura.

14:50Perquisizioni Gdf in azienda di yacht dopo denunce clienti

(ANSA) - GENOVA, 13 DIC - Questa mattina i militari della Guardia di Finanza di Savona, su delega della Procura, hanno eseguito perquisizioni e sequestri nei confronti della società MondoMarine, che costruisce yacht, e di parte dei soci, amministratori e consulenti. Le operazioni interessano i cantieri e gli uffici di Savona, Pisa e Milano, e hanno portato al sequestro di documentazione aziendale. L'operazione nasce dalle denunce di alcuni clienti che sostengono di essere stati truffati. Le ipotesi per le quali si procede sono truffa, bancarotta, falso in bilancio, ricorso abusivo al credito mediante fatture per operazioni inesistenti e distrazione di somme dalla contabilità aziendale. Il provvedimento arriva nel pieno della crisi di MondoMarine: il 6 dicembre non è arrivato il concordato preventivo per scongiurare il fallimento ma il tribunale, preso atto dell'interesse di un soggetto (Palumbo Group Shipyard) all' affitto del ramo d'azienda, ha rinviato tutto al 19 dicembre. Da una settimana il cantiere è occupato dai lavoratori.

14:44Froome: Nibali, aspettiamo le conclusioni

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - "Certo per il ciclismo non è un grande giorno, come non lo è per lui". Vincenzo Nibali commenta così all'Ansa la positività-choc di Chris Froome: il campione italiano, in questi giorni in allenamento in Croazia con il suo team Bahrain-Merida, dice però di aspettare a dare giudizi affrettati. "Sulla vicenda non entro nel merito - sottolinea il corridore siciliano - voglio aspettare correttamente le conclusioni".

14:34Nuoto: Paltrinieri eliminato nei 400 sl

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - L'eliminazione di Gregorio Paltrinieri dalla finale dei 400 sl è una delle poche note stonate della prima giornata dei campionati europei di nuoto in vasca da 25 metri di Copenhagen. L'olimpionico e primatista mondiale dei 1500 sl ha nuotato in 3'44"70 ottenendo solo il 15/o crono. Piero Codia e Matteo Rivolta si qualificano per le semifinali dei 100 farfalla, rispettivamente con il primo (50"40) e il quinto tempo (50"80). Arianna Castiglioni centra dei 50 rana le semifinali col quarto tempo di 30"12 (primato italiano), con lei Martina Carraro nona in 30"30. Nella gara maschile in semifinale con il miglior tempo Fabio Scozzoli (25"90). Avanza anche Nicolò Martinenghi, nono in 26"43. Silvia Scalia nuota nei 100 dorso la sua seconda miglior prestazione in 57"91 col quarto tempo, subito davanti a Federica Pellegrini quinta in 57"95. Entrambe si qualificano per le semifinali. In finale Ilaria Cusinato nei 400 misti, Simona Quadarella negli 800 sl e la staffetta 4x50 sl maschile (miglior tempo in 1'25"33).

14:30Calcio: Torino-Napoli,tagliandi vietati a residenti Campania

(ANSA) - TORINO, 13 DIC - Divieto di vendita ai residenti in Campania dei tagliandi della partita Torino-Napoli, in programma sabato pomeriggio allo stadio Olimpico Grande Torino. Lo ha disposto il prefetto del capoluogo piemontese, Renato Saccone, su indicazione del Comitato di Analisi per la sicurezza della manifestazioni sportive del Ministero dell'Interno. Il divieto, che ha lo scopo di tutelare la sicurezza pubblica e l'incolumità delle persone, riguarda anche i possessori della tessera del tifoso, con conseguente sospensione dei programmi di fidelizzazione del Napoli Calcio e l'incedibilità dei tagliandi d'ingresso.

Archivio Ultima ora