Oggi a Coveriano, al via operazione Euro 2012

ROMA – Dopo il ‘rompete le righe’ seguito al rientro dall’amichevole di Zurigo persa per 3-0 venerdì contro la Russia, e due giorni di riposo, gli azzurri si ritrovano oggi a Coverciano per dare inizio all’avventura di Euro 2012, con il viatico e l’in bocca al lupo di Marcello Lippi.

“Partite tranquilli e pensate solo all’Europeo”, dice, in un’intervista al Tg1, l’ex ct, che portò l’Italia alla vittoria ai Mondiali di Berlino nel luglio di sei anni fa. E l’augurio si trasforma in convinzione: “Mi sembra di rivivere i giorni del 2006. Penso che, appena la Nazionale partirà per la Polonia, penserà soltanto al calcio, agli allenamenti, agli Europei”.

Gli azzurri dovranno raggiungere Coverciano entro le 12 di oggi (ora italiana). Nel pomeriggio è fissato un allenamento a porte chiuse e Cesare Prandelli dovrebbe parlare alla squadra. Domani, allenamento al mattino, sempre a porte chiuse. Poi la partenza dall’aeroporto di Pisa per Cracovia, mentre alle 19 (ora di Roma) è previsto il primo allenamento nello stadio municipale. Gli azzurri troveranno ad accoglierli un dono curioso, offerto dalla città di Wieliczka, dove alloggeranno e dove si trova una miniera di sale ancora in attività.

“Abbiamo preparato 30 scarpe di sale per i giocatori e lo staff della squadra italiana, che saranno consegnate al loro arrivo nella nostra città, previsto il 5 giugno”, ha detto una responsabile locale, Magdalena Golonka.

“Ognuno riceverà una sola scarpa, per il piede destro. Evidentemente sono opere d’arte e non scarpe da portare”, ha spiegato. Il ct Prandelli – ha
aggiunto – riceverà anche le chiavi della città, sempre di sale. Mercoledì una delegazione della Nazionale si recherà all’ex campo di concentramento nazista di Auschwitz, per una visita di alta intensità emozionale e valore simbolico.

Domenica alle 18 (11:30 qui a Caracas), a Danzica, il debutto dell’Italia agli Europei, contro la Spagna campione d’Europa e del mondo, alla presenza del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Seguiranno le partite contro le altre squadre del gruppo C: il 14 giugno a Poznan la Croazia; il 18, ancora a Poznan, l’Irlanda di Trapattoni.

Dopo il ko di Zurigo con la Russia, Prandelli verosimilmente correrà ai ripari ricorrendo alla Vecchia Signora, alle sue formule, al suo anno d’oro. E riparando la squadra dai veleni del Calcioscommesse e dintorni.

“D’ora in poi nessun giocatore penserà a polemiche, scandali, giudici, avvisi, indagini. Statene certi, dentro il ritiro si penserà solo al calcio”, è la convinzione espressa da dentro il Club Italia. Che coincide con quella di Lippi, il quale giudica “semplicemente una provocazione” la frase di Prandelli sulla possibilità di non andare agli Europei.

“Nella sua testa credo che ci sia la convinzione di raggiungere con i i suoi giocatori qualcosa di importante”, afferma l’ex ct. I pochi giorni di allenamento che restano prima del match con la Spagna serviranno a testare il grado di forma di Chiellini, che per domenica recupererà dall’infortunio muscolare. Maggio farà quel che fa ancora oggi, ma senza obblighi di copertura, visti i tre centrali Juve alle spalle. A sinistra Giaccherini. Fuori invece Montolivo. Sperando che Cassano ritrovi un po’ di brillantezza, e Balotelli il gol oltre che la voglia.

Condividi: