Montezemolo alla Cnn: “La Ferrari può vincere il titolo”

MARANELLO – La Ferrari può vincere il campionato 2012. Luca di Montezemolo lo ha detto alla Cnn, in un’intervista: “Certamente sì, è possibile. Dobbiamo provare a vincere. Sono molto orgoglioso del fatto che, dal 1997 fino ad oggi, con l’eccezione di pochissimi anni, la Ferrari ha sempre vinto o ha perso per un soffio. Siamo stati sempre al top. In questo sport è difficile vincere, ma è ancor più difficile mantenersi costantemente al vértice”. “All’inizio dell’anno – ha detto ancora – ero molto deluso dalla macchina che non era quella che mi aspettavo ma abbiamo della gente fantastica in squadra. Io li spingo moltissimo e loro lavorano giorno e notte. Ho grande fiducia in Stefano Domenicali, sul quale ho investito per il futuro. Alonso è fantastico e sono anche molto contento del weekend di Massa a Monaco: conto su di lui per levare punti preziosi agli avversari. Bisogna comunque lavorare tantissimo perché non sono ancora soddisfatto. Nei giorni scorsi ho inviato un messaggio a tutta la squadra ribadendo che vincere dipende solo da noi. Tutti dobbiamo dare il massimo. Dobbiamo essere perfetti”.

Sulla domanda di rito sulla coppia dei piloti della Scuderia, attuale e futuribile, Montezemolo ha detto: “In questo momento sono concentrato su tutto, tranne che su questo. Vedremo dopo. Alonso è il miglior pilota del mondo. Alonso è uno di quei piloti che, come Lauda e Schumacher, hanno avuto un’importanza molto grande nella mia vita professionale e in quella della Ferrari. Ha tutte le caratteristiche per vincere ma dobbiamo migliorare la macchina. Credo che Felipe farà bene nella seconda parte del campionato. Non dimentichiamoci che nel 2008 ha tagliato il traguardo in Brasile da campione, anche se poi Hamilton l’ha battuto di un soffio”.

Montezemolo ha fatto un accenno alla futura organizzazione della F1, riferendosi al Patto della Concordia che entrerà in vigore a partire dal 2013.

“Credo che ci debba sempre essere un triangolo: la Fia, le squadre e i proprietari dei diritti commerciali. Ho sempre lavorato per questo”.

Condividi: