La favola di Alesi: dai Giochi Fedeciv alle Olimpiadi di Londra

Pubblicato il 06 giugno 2012 da redazione

CARACAS – La favola che vi stiamo per raccontare è quella di Octavio Alesi. Un ragazzo nato a Barinas 26 anni fa, che ha iniziato a dare le sue prime bracciate nei giochi Fedeciv e che grazie alla sua perseveranza ha realizzato il sogno di tutti gli atleti: partecipare ad una olimpiade.
L’italo-venezuelano è idoneo per partecipare tanto nello stile libero come nella farfalla. 23 i record nazionali di cui è detentore, 5 dei quali ancora in vigore, più un record panamericano. Due qualificazioni alle Olimpiadi (Pechino 2008 e Londra 2012), 6 partecipazioni ai campionati mondiali: Barcellona (2003), Shanghai (2006), Melbourne (2007), Roma (2009), Dubai (2010) e Shanghai (2011), e 2 presenze ai Giochi della Gioventù, sono il biglietto da visita di Octoman.
Conosciamo un po’ di più il campione di origini siciliane, l’atleta che per trovare la giusta concentrazione prima di ogni gara si rilassa ascoltanto nelle cuffiette musica da discoteca e Rock.

A che età hai iniziato a praticare nuoto?
Per raccomandazione medica ho iniziato quando avevo 5 anni, dato che era buono per prevenire malattie respiratorie. A livello professionale ai 9.

Quando eri piccolo sognavi di essere un campione di nuoto?
Sì, penso che la scintilla di diventare un campione del nuoto è scoppiata guardando i giochi olimpici di Atlanta ’96. Casualmente stavo tornando dai Juegos Nacionales e vedendo in tv le gare e il campione del nuoto Francisco ‘tiburón’ Sánchez ho pensato: “Un giorno voglio esserci anch’io a portare in alto il nome del mio paese”.

Poi grazie alla costanza e all’appoggio della famiglia è riuscito a materializzare il suo sogno di nuotare nelle vasche più importanti del mondo.

A poche settimane dai giochi, come ti senti?
Mi sento abbastanza rilassato. Penso che influisca il fatto di aver già partecipato a un evento così importante come i giochi olimpici. Sono concentrato e ogni giorno mi alleno con la stessa grinta di sempre, per poter rappresentare al meglio il Venezuela nella staffetta dei 4×100.

Alesi è da 12 anni membro della nazionale venezuelana di nuoto ed ha partecipato a ventuno manifestazioni sportive in rappresentanza del suo paese.

Com’è la tua preparazione ad un evento cosí importante come i giochi olimpici?
Gli allenamenti in vista dei giochi sono iniziati nel mese di dicembre. Da quel momento ho iniziato a curare la mia alimentazione ed effettuare allenamenti più duri in vasca e fuori per arrivare al meglio alla gara ed anche per far sì che la mia mente ed il mio corpo rispondano al meglio alle esigenze della competizione.

Alesi dal 14 al 16 giugno sarà impegnato nel 49º Trofeo Settecolli. All’evento in programma allo Stadio del Nuoto di Roma si sfideranno 39 Nazioni e oltre 130 tra club italiani e stranieri e rappresentative Nazionali, tra cui il Venezuela. ‘Octoman’ cercherà di migliorare la ‘marca A’ nei 100 farfalla, in questo modo si qualificherebbe per i giochi olimpici anche in questa specialità. L’italo-venezuelano si è già guadagnato la qualificazione nei 50 liberi e nella staffetta 4×100.

Quali sono le tue aspettative nei giochi di Londra?
Il principale obiettivo è quello di essere il nuotatore più veloce del Venezuela nei 50 metri liberi, sono a soli 19 centesimi dal record nazionale. L’attuale primato (22.54) è in mano di Alberts Subirats, ma è stato stabilito con i costumi che poi sono stati proibiti dalla Fina.

Adesso che sei un olimpionico, c’è un atleta che sognavi o sogni di incrociare nel villaggio olímpico?
Nei giochi del 2008 ho avuto la fortuna di incrociare campioni del calibro di Rafael Nadal, Lebron James, Kobe Briant e Yao Ming. Tutti li ho incontrati nel villaggio olimpico. Adesso non so chi incontrerò, dato che alcuni pass olimpici sono ancora in palio. E’ un’esperienza indimenticabile, una sensazione molto bella.

So che hai partecipato a due edizioni dei Giochi della Gioventù. Com’è stata l’esperienza?
Quella è stata un’esperienza molto bella, era la prima volta che rappresentavo il Venezuela all’estero. Nelle due spedizioni ho fatto delle amicizie con ragazzi di diversi parti del mondo con cui spesso sono in contatto. E’ un campionato che serve per unire le diverse collettività italiane. Poi hai anche la possibilità di andare in Italia e ti aiuta a maturare sia a livello sportivo che personale.

La prima partecipazione è stata nel 1998 in Sicilia e la seconda in Veneto nel 2000, in quest’ultima ha vinto la medaglia d’oro nei 50 farfalla.

Di tutte le gare a cui hai partecipato, quale ricordi di più?
Se dovessi sceglierne una, opterei per il mondiale di Australia nel 2007. La città di Melbourne è molto affascinate, lì ho incontrato molti emigranti italiani ed ho avuto la possibilità di conoscerli e sapere di più della cultura australiana. Poi ricordo anche i ‘Juegos Centroamericanos y del Caribe’ disputati nel ‘99 a Medellín, in Colombia. Qui ci fu un’esperienza extra-sportiva: un attentato nelle vicinanze dell’albergo che ci spaventò tutti, per fortuna fu solo uno spavento.

La storia di Alesi ci insegna che i sogni possono avverarsi, ma per far sì che si materializzino bisogna allenarsi tutti i giorni e metterci tanta buona volontà.

Fioravante De Simone

Ultima ora

23:57Iran: Djalali confessa in tv, sono una spia

(ANSA) - TEHERAN, 17 DIC - Ahmadreza Djalali, il medico arrestato in Iran nel 2016 con l'accusa di spionaggio e condannato a morte a ottobre, ha "confessato" in tv di aver spiato il programma nucleare di Teheran per conto di una nazione europea, senza nominare quale. Il presentatore tv, tuttavia, ha citato il Mossad, mentre scorrevano le immagini dei documenti svedesi dell'uomo e del Colosseo: Djalali, medico, ha infatti trascorso un periodo in Italia. In cambio della sua attività di spia, ha spiegato lui stesso, avrebbe ottenuto la cittadinanza di un Paese europeo.

22:57Savoia: Smuraglia (Anpi),solennità volo Stato urta coscienze

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "Quello dei Savoia lo considero un problema chiuso da molto tempo. Una vicenda finita. Smettiamo di parlarne. Ritengo che portare la salma in Italia con solennità e volo di Stato è qualcosa che urta le coscienze di chi custodisce una memoria storica. Urta con la storia di questo dopoguerra. E non si parli più neanche di questa ipotesi di mettere le loro salme nel Pantheon. Basta". Così il presidente emerito dell'Anpi Carlo Smuraglia commenta il rientro in Italia delle spoglie di Vittorio Emanuele III con un volo dell'Aeronautica militare.

22:35Donna uccisa a coltellate in casa nel Milanese

(ANSA) - MILANO, 17 DIC - Una donna di 33 anni, con due figli piccoli, è stata trovata agonizzante, colpita da tre coltellate al torace nella sua abitazione di Parabiago, nel Milanese. E' stata la madre a trovarla, a terra, in bagno. La donna, un'italiana, è morta poco dopo. Indagano i carabinieri della Compagnia di Legnano.

22:26Calcio: Junior Tim Cup oggi al Ferraris

(ANSA) - GENOVA, 17 DIC - Le squadre della Parrocchia Caramagna di Imperia e dell'Oratorio Santa Dorotea di Genova si sono affrontate allo stadio Ferraris prima del match Sampdoria- Sassuolo in un'amichevole terminata con il risultato di 2-10, nel contesto della VI Edizione della Junior TIM Cup, il torneo di calcio a 7 Under 14 sostenuto da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano. A fine gara, i ragazzi hanno consegnato ai giocatori della Sampdoria e del Sassuolo la fascia da capitano della Junior TIM Cup per poi accompagnarli all'ingresso in campo. La VI edizione della Junior TIM Cup si disputa nelle 15 città le cui squadre militano nella Serie A TIM 2017-2018. Le squadre vincitrici dei concentramenti interregionali di qualificazione alla fase nazionale si contenderanno il titolo di campioni della Junior TIM Cup, il 9 maggio, in occasione della Finale di TIM Cup 2017-2018.

22:17Calcio: Peruzzi, Milinkovic Savic? Nella Lazio sta benissimo

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "Qui ci sono molti osservatori per Milinkovic Savic? So che lui sta benissimo qui e vuole rimanerci a lungo. Poi che ci siano molti scout è normale, ma per il momento Sergej sta bene alla Lazio". Il dirigente della Lazio Angelo Peruzzi parla delle dinamiche di mercato e in particolare del 'gioiello' serbo che mezza Europa sta tenendo d'occhio.Ma in casa biancoceleste sono stati giorni pesanti, per le polemiche sul Var e sugli arbitraggi che avrebbero penalizzato la squadra di Inzaghi. "Se siamo preoccupati per gli errori del Var di questa giornata? - dice Peruzzi - No, non lo siamo. Poi ogni partita ha i suoi episodi, non voglio polemizzare". "Ma pare che gli episodi siano valutabili a seconda delle circostanze - aggiunge - e sembra che non siano tutti d'accordo. E' come la parabola di Kafka, di un contadino che vuole conoscere la legge ma trova il portone del guardiano sempre chiuso.Non lo fanno mai entrare e lui,nonostante tutti i suoi sforzi,non riesce a capire le dinamiche della legge perché sono confuse".

22:07Calcio: Pescara, Sebastiani, Zeman? devo parlarci poi decido

(ANSA) - PESCARA, 17 DIC - Dichiarazioni pesanti del presidente del Pescara, Daniele Sebastiani, che nel dopopartita di Pescara-Novara, in mixed zone, ha attaccato il tecnico Zeman che ieri aveva detto in conferenza stampa di avere una visione diversa del calcio rispetto al presidente. "Se oggi c'era questo clima allo stadio era per la conferenza stampa di m... dell'allenatore - ha detto Sebastiani -. Se Zeman resterà? Devo parlarci e poi deciderò". Il presidente del Pescara, nonostante la vittoria per 1-0 sul Novara, potrebbe esonerare il tecnico boemo.

22:05Pallavolo: Serie A/1 donne, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - Risultati dell'11/a giornata del campionato di serie A/1 donne di pallavolo, Samsung Galaxy Cup: Imoco Conegliano - Mycicero Pesaro 3-0 (ieri) Foppapedretti Bergamo - Saugella Monza 1-3 Liu Jo Modena - Pomì Casalmaggiore 3-1 Unet E-Work Busto Ar. - Savino Scandicci 2-3 (ieri) Il Bisonte Firenze - Lardini Filottrano 3-0 Sab Legnano - Igor Gorgonzola Novara 0-3 - Classifica: Conegliano 29; Novara 27; Scandicci e Busto Arsizio 24; Modena 18; Monza 16; Pesaro 15; Firenze 14; Legnano 11; Casalmaggiore 10; Bergamo 6; Filottrano 4.

Archivio Ultima ora